Eventi

L’A.S.I. ad “Auto e Moto d’Epoca” per raccontare la storia della collezione Bertone

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Anche quest’anno l’A.S.I. - Automotoclub Storico Italiano - sarà presente alla fiera “Auto e Moto d’Epoca” di Padova, che aprirà i battenti il prossimo giovedì 22 ottobre.

Fiore all’occhiello delle numerose iniziative che si svolgeranno nello stand A.S.I., sarà l’appuntamento di sabato 24 dedicato alla collezione Bertone: verranno infatti raccontati al pubblico presente i piu’ significativi fra i 79 gioielli a quattro ruote della famosa Carrozzeria torinese, battuti all’asta lo scorso 28 settembre e acquisiti dall’ASI.

La nostra Federazione, - dichiara il Presidente dell’ASI l’Avv Roberto Loi - ha come scopo quello di conservare in tutte le forme possibili il patrimonio storico motoristico, raccontandolo e facendolo vivere a tutti gli appassionati e non poteva, quindi, mancare a questa manifestazione. Abbiamo inoltre scelto questo appuntamento, che ogni anno raccoglie molti appassionati italiani e stranieri, per raccontare a tutti la collezione Bertone che da poco abbiamo acquisito all’asta che rappresenta un esempio delle abilità dei carrozzieri italiani applicata alla cultura del progetto, un know-how che tutto il mondo ci invidia”.

Lo stand di 200mq non sarà solo un luogo dove appassionati e curiosi potranno chiacchierare e riposarsi, ma sarà un luogo di aggregazione, dove si svolgeranno numerose iniziative ed incontri.

Sabato 24 alle 11 verrà presentato il libro “Ferrari debutto a Caracalla” edito da Asi Service e scritto da Valerio Moretti, architetto e urbanista che è stato uno fra i promotori dell’automobilismo storico in Italia. Il libro racconta, dopo lo sfortunato esordio in corsa della prima Ferrari a Piacenza l’11 maggio 1947 (un “insuccesso promettente”, come commentò lo stesso Enzo Ferrari), la vittoria che arrivò due settimane dopo al gran premio di Roma, presso le terme di Caracalla.

Domenica 25, a partire dalle ore 11:00, diversi personaggi illustri del motorismo storico verranno ospitati dall’A.S.I. per raccontare la loro esperienza. Sarà presente, infatti, Paolo Stanzani, ingegnere italiano, che ha lavorato per moltissimi anni nella Casa con il marchio del Toro. L’ospite che verrà intervistato da Danilo Castellarin, giornalista e scrittore, racconterà la storia della celebre casa automobilistica fondata nel 1963 a Sant’Agata Bolognese.

Alle ore 11,45 Alessandro Colombo, intervistato da Paolo Conti, racconterà in questa occasione la sua affascinante storia, i personaggi conosciuti e i progetti più importanti che l’hanno visto impegnato durante i numerosi anni di lavoro in alcune importati case automobilistiche come Bianchi e Innocenti. L’ingegnere meccanico che è stato dal 1988 al 2004 Presidente dell’Associazione Italiana per la Storia dell’Automobile ha scritto anche alcuni volumi editi da Asi Service: “ Dalle Auto Bianchi alle Autobianchi”, “Le moto della Bianchi” e “Le auto della Innocenti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’A.S.I. ad “Auto e Moto d’Epoca” per raccontare la storia della collezione Bertone

PadovaOggi è in caricamento