menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il team padovano

Il team padovano

Campionato mondiale della pizza Seconda la padovana "Playboy"

Medaglia d'argento per Manuel Baraldo, titolare del ristorante "7 Teste" di Selvazzano, e Mattia Sturaro, con la loro creazione: un impasto ai cereali e coniglio al salmì, crema di ricotta e carote, rabarbaro e liquirizia

Secondi classificati al campionato mondiale di pizza, i padovani Manuel Baraldo, 42 anni e Mattia Sturaro, 27, tornano a casa con la felicità della medaglia d'argento e forse il rimpianto di aver sfiorato il podio più alto, che è andato, per la cronaca, ad Angelo Cossu, della pizzeria El tempio di Cogoleto (Genova).

SECONDA PADOVA CON LA PIZZA "PLAY BOY". La coppia d'argento Baraldo e Sturaro ha impressionato la giuria della pizza con la creazione "Playboy", una pizza fatta con impasto ai cereali e coniglio al salmì, crema di ricotta e carote, rabarbaro e liquirizia. Un gusto certo non convenzionale.

PRIMATO PADOVANO. Primo, nella categoria della pasta, nel premio parallelo "Heinz back", Manuel Baraldo, che è riuscito a sbaragliare tutti con i bigoli in salsa, realizzati partendo dall'impasto, trafilato al bronzo con un torchio portato apposta fino a Parma. "È una bella soddisfazione - ha spiegato Manuel Baraldo, titolare insieme a Moira Benvegnù del ristorante '7 teste' di Caselle di Selvazzano - già a novembre eravamo arrivati primi con la pizza presentata a 'Tecnobar & food'. Il premio di Parma è un'ulteriore conferma per noi". 

LA MANIFESTAZIONE. Il campionato mondiale della pizza quest’anno si è svolto a Parma, all’interno del Palacassa del Polo Fieristico parmense. All'evento hanno preso parte pizzaioli e chef da tutto il mondo: presenti oltre 30 nazioni e più di 600 i concorrenti in gara.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento