“Carmen”, balletto di Milano al Gran teatro Geox

Poche opere hanno avuto tanta fortuna come la Carmen di Bizet, un capolavoro che ha visto numerose riletture in forme artistiche diverse dalla lirica dal cinema al musical e alla danza.
Il Balletto di Milano ne presenta una nuova versione, ispirata alla novella di Prosper Mérimée e all’omonima opera di Bizet, che apre a nuove interpretazioni senza tradire la tradizione ed avvalendosi di una modernizzazione della messa in scena e stile.

Amore, passione, morte e sangue sono gli elementi della nota storia. Carmen incarnazione perfetta di seducente femminilità e Destino, che conduce l’intera vicenda accompagnando Carmen fino alla Morte. Carmen, uno spirito libero, una donna che segue il suo cuore ma anche una zingara che legge il suo destino nelle carte e dunque ben consapevole di ciò che le accadrà. E le carte, i cui simboli – l’Amore, il Tradimento, la Morte – incombono costantemente facendo presagire il Destino. Un circolo che si chiude sulle quattro figure: Carmen e il suo Destino, don Josè ed Escamillo.
La coreografia è realizzata a quattro mani: due generazioni e due stili a confronto per un interessante interazione sulle stupende musiche di Georges Bizt che rappresentano al meglio l’atmosfera spagnola, sottolineandone la vitalità.

Scenografia e costumi sono ispirati al cubismo, con l’utilizzo di tessuti cuciti a patchwork per richiamare un quadro cubista dipinto con colori primari. Una Carmen che abbandona il tradizionale rosso per vestirsi delle tonalità dal bianco al nero, reminiscenza di Guernica. Nella scenografia le ambientazioni sono smaterializzate e destrutturate per essere riassemblate in un unicum formato da diversi punti di vista: forme scomposte e ricomposte che generano nuove prospettive e suggestioni sceniche affascinanti.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • “Van Gogh. I colori della vita”, mostra al Centro culturale San Gaetano

    • dal 10 ottobre 2020 al 6 giugno 2021
    • Centro Culturale Altinate San Gaetano
  • Mostra “I Macchiaioli. Capolavori dell'Italia che risorge” a palazzo Zabarella

    • dal 24 ottobre 2020 al 30 giugno 2021
    • Palazzo Zabarella
  • Cinema aperti con il nuovo film di Woody Allen dal 6 maggio nelle migliori sale di Padova

    • dal 6 al 31 maggio 2021
    • Padova
  • Massimo Ranieri "Sogno e son desto 500 volte", concerto al Geox

    • 30 maggio 2021
    • Gran Teatro Geox
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    PadovaOggi è in caricamento