Eventi Ospedali

Ciclo di conferenze 2016 dell'Associazione ex alunni dell’Antonianum: “L’educazione”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

“L’educazione” sarà il tema del prossimo Ciclo di cinque Conferenze che, dal 1982, l’Associazione Ex Alunni dell’Antonianum di Padova organizza allo scopo di confrontarsi su grandi temi con personaggi di rilievo nel panorama culturale e istituzionale nazionale.

I cinque incontri, aperti al pubblico, si terranno tutti i lunedì a partire dal 25 gennaio, alle ore 21.00 presso l’Aula Morgagni del Policlinico Universitario, in Via Giustiniani 2 a Padova, all’interno dell’Ospedale.

I più recenti risultati nel campo delle Neuroscienze, i “neuroni specchio”, verranno illustrati direttamente dal suo scopritore Giacomo Rizzolatti (lunedì 1 febbraio), mentre l’educazione come mezzo per giungere alla legalità verrà trattata dal Procuratore aggiunto di Venezia Carlo Nordio (lunedì 15 febbraio). Dell’insidioso tema dell’adolescenza si occuperà il gesuita Giuseppe Bertagna (lunedì 25 gennaio) anche alla luce della sua esperienza di formatore presso il carcere minorile di Nisida, una piccola isola del Golfo di Napoli, e convinto assertore del metodo psicodrammatico, mentre, sul piano pedagogico direttamente connesso con la scolarizzazione, interverrà Daniela Boscolo (lunedì 8 febbraio), insegnante di sostegno a Porto Viro e tra i 50 migliori insegnanti del mondo selezionati dalla Varkey GEMS Foundation nell’ambito del concorso “The global teacher prize”, chiamato da anni il premio Nobel dei docenti. Di scuola e società, o meglio di elevazione sociale attraverso l’educazione, si occuperà padre Vitangelo Denora (lunedì 22 febbraio) promotore della nascita a Roma, e poi a Milano e a Genova, delle sedi italiane di Irfeyal, scuola popolare del vasto circuito di Fe y Alegría.

“Non desideriamo dare solo una definizione teorica o operativa di ciò che intendiamo per educazione”, dichiara padre Mario Ciman, animatore degli Ex Alunni e organizzatore degli incontri. “Siamo tuttavia convinti che educare non significa condizionare i comportamenti dell’individuo, ma aiutarlo a scoprire dentro di sé le risorse personali in modo da farle emergere. Educare rappresenta quindi per noi una stimolo affinché il soggetto scopra la sua natura.”

Il Ciclo di conferenze 2015 viene svolto col Patrocinio del Comune di Padova e la collaborazione di Mafin Spa.

www.exantonianum.com

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ciclo di conferenze 2016 dell'Associazione ex alunni dell’Antonianum: “L’educazione”

PadovaOggi è in caricamento