A Cinemamme terapia di coppia con Meryl Streep e Tommy Lee Jones

Secondo appuntamento con la rassegna dedicata a neo-mamme e bebè con il film “Il matrimonio che vorrei” e un incontro dedicato all’approccio nutrizionale in gestazione e in allattamento

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Per il secondo appuntamento in cartellone a Cinemamme una commedia sull’amore e su come continuare ad amarsi. Venerdì 9 novembre, dalle ore 10.00, sugli schermi del Cinema Porto Astra di Padova, il film Il matrimonio che vorrei con Meryl Streep, Tommy Lee Jones e Steve Carell, diretto da David Frankel (il regista de Il diavolo veste Prada). A seguire l’incontro con la dottoressa Francesca Carapellese dal titolo “Approccio nutrizionale in gestazione e in allattamento”. Biglietto d’ingresso 5,50 euro.

Cosa fare per riaccendere la scintilla quando un lungo rapporto sta naufragando tra noia e routine? Un suggerimento viene da David Frankel, regista de Il diavolo veste Prada, Io&Marley, ma anche di diversi episodi di Sex and the city, nel suo ultimo film Il matrimonio che vorrei, una commedia divertente e delicata su una coppia di sessantenni della middle class, con trent'anni di matrimonio alle spalle e dalla vita apparentemente irreprensibile. Kay (Meryl Streep) e Arnold (Tommy Lee Jones) sono una coppia solida, ma decine d’anni di matrimonio hanno lasciato in Kay il desiderio di ravvivare un po’ le cose e di ritrovare intimità con il marito. A differenza di molte altre donne, Kay non è però disposta a rassegnarsi e così convince il riottoso e scettico consorte a seguirla da un terapista di coppia (Steve Carell), che li costringerà ad affrontare tutti i tabù sessuali ed emotivi stratificatisi negli anni nella loro relazione, piena di invisibili fratture.

Al termine della proiezione seguirà un incontro con la dottoressa Francesca Carapellese dal titolo “Approccio nutrizionale in gestazione e in allattamento”, orientamenti e differenze da sapere per affrontare al meglio questo delicato momento.

L’obiettivo di Cinemamme? Portare le neo-mamme a stare insieme, uscire di casa, informarsi, confrontarsi e confidarsi in un clima sereno e gioioso. Un momento per rilassarsi in un ambiente attrezzato con tutti i confort necessari e poter vivere esperienze di socialità al di fuori del contesto domestico. Le proiezioni per l’occasione saranno a misura di bebè: volume ridotto, luci soffuse e le mamme potranno all’occorrenza allattare. Ci sarà inoltre la possibilità di portare in sala cibi per i piccoli e di posizionare le carrozzine in un “parking” all’interno della struttura”. Le mamme entreranno in sala insieme ai loro bambini che potranno stare comodamente adagiati nel loro trasportino e, in caso di bisogno, un fasciatoio è a disposizione per il cambio.

I più letti
Torna su
PadovaOggi è in caricamento