“Giornata Europea dei Giusti”, proiezione “Otto Weidt. Uno tra i giusti”

6 Marzo: “Giornata Europea dei Giusti”

Al Museo dell'Internamento il video su Otto Weidt, lo “Schindler cieco”

Il 6 marzo si celebra la Giornata Europea dei Giusti, proclamata nel 2012 dal Parlamento europeo in commemorazione di coloro che si sono opposti con responsabilità individuale ai crimini contro l'umanità e ai totalitarismi.

Tra i “Giusti fra le Nazioni” è annoverato anche Otto Weidt, piccolo imprenditore cieco che, nella Germania nazista, riuscì a nascondere e salvare molti ebrei disabili. La figura di Otto Weidt verrà ricordata proprio il 6 marzo alle ore 9.30 al Museo dell'Internamento (Viale dell'Internato Ignoto 24, zona Forcellini) con la proiezione del documentario “Otto Weidt. Uno tra i giusti”, curato da Silvia Cutrera, con la regia di Nathalie Signorini e musiche di Filippo Visentin. Le celebrazioni della Giornata dei Giusti (aperte alla cittadinanza) vedranno la partecipazione di alcune classi di scuola media superiore e proseguiranno con le visite guidate al Museo e all'antistante Giardino dei Giusti del Mondo. Nel corso della mattinata, interventi del consigliere regionale Piero Ruzzante, di Vittorio Pierbon, Direttore del Museo dell’Internamento, della giornalista Cadigia Hassan e dello storico e musicista Filippo Visentin della Sezione di Padova dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti onlus.

Proiezione del documentario

"Otto Weidt. Uno tra i giusti"

Soggetto di Silvia Cutrera

Regia di Nathalie Signorini

Musiche di Filippo Visentin

Il cortometraggio narra la storia di Otto Weidt (1883-1947), un piccolo imprenditore cieco che, negli anni più feroci del nazismo contribuì, assumendoli nella sua piccola fabbrica berlinese di spazzole e scope, a salvare alcuni lavoratori ebrei disabili, per lo più ciechi e sordi. Per la sua instancabile azione a difesa dei più deboli, nel 1971 lo Yad Vashem di Gerusalemme lo ha riconosciuto Giusto fra le Nazioni.

Si tratta di una vicenda assai poco conosciuta anche in Germania e che soltanto negli ultimi anni, merito soprattutto di un interesse storiografico rivolto ai cosiddetti “Eroi Silenziosi della resistenza tedesca”, ha visto mettere in evidenza il grande valore  educativo e umano di questa figura.

Filippo Visentin, storico e musicista non vedente di Padova, si è messo sulle tracce di questo piccolo Schindler, uomo straordinario e coraggioso, compiendo una visita alla fabbrica di Rosentaler Strasse 39, oggi divenuta museo, intervistando studiosi e sopravvissuti agli orrori della Soluzione Finale, ma anche mostrando alcuni fra i monumenti di Berlino (il memoriale della Shoah, quello dell'Aktion T4 e infine il Reichstag), simbolo della volontà di non dimenticare.

Per informazioni:

Cadigia Hassan Cell. 347 2605869

cadigiahassan@hotmail.com

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Cinema, potrebbe interessarti

  • Cinema aperti con il nuovo film di Woody Allen dal 6 maggio nelle migliori sale di Padova

    • 6 maggio 2021
    • Padova
  • Corti a Ponte 2021: torna online il festival internazionale di cortometraggi

    • Gratis
    • dal 10 al 22 maggio 2021
    • Online
  • La programmazione del weekend al cinema Esperia

    • dal 8 al 9 maggio 2021
    • Cinema Esperia

I più visti

  • “Van Gogh. I colori della vita”, mostra al Centro culturale San Gaetano

    • dal 10 ottobre 2020 al 6 giugno 2021
    • Centro Culturale Altinate San Gaetano
  • Mostra “I Macchiaioli. Capolavori dell'Italia che risorge” a palazzo Zabarella

    • dal 24 ottobre 2020 al 30 giugno 2021
    • Palazzo Zabarella
  • Cinema aperti con il nuovo film di Woody Allen dal 6 maggio nelle migliori sale di Padova

    • dal 6 al 31 maggio 2021
    • Padova
  • Massimo Ranieri "Sogno e son desto 500 volte", concerto al Geox

    • 30 maggio 2021
    • Gran Teatro Geox
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    PadovaOggi è in caricamento