menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Loredana Bertè live al Padova Pride Village

Loredana Bertè live al Padova Pride Village

Loredana Bertè apre la nuova stagione del Padova Pride Village

Aperti ieri sera, 28 giugno, i cancelli della Fiera di Padova per accogliere anche quest'anno la kermesse più attesa dell'estate patavina. Madrina d'eccezione per l'evento "Lory" che non ha deluso davvero nessuno

Ripartito anche quest'anno l'evento più partecipato dal popolo padovano. Aprono i cancelli del Padova Pride Village con un'artista d'eccezione: Loredana Bertè. L’evento è sempre lo stesso. Una formula che continua a funzionare soprattutto per quel senso di libertà e di spensieratezza che si respira entrando in Fiera a Padova durante la manifestazione estiva. Stand gastronomici e bar per tutti i gusti. Il filo rosso che lega tutti è la musica e la voglia di stare assieme.

INIZIO CONCERTO. È Aida Cooper, molto amica della Bertè, che alle 22.40 apre il concerto in maniera energica indossando una maglia animalier. Dopo poco ecco Loredana che senza indugio entra e si posiziona al centro del palco in maniera decisa. Senza dubbio la sorella minore di Mia Martini è molto amata e durante tutto il live riesce a catalizzare l'attenzione in maniera ipnotica.

VIDEO - LOREDANA CANTA "SEI BELLISSIMA"

OUTFIT. Occhiali neri e vestita, di consueto, in jeans con l'immancabile minigonna, la "Lory" è un'artista che ha molto ancora da dare. Carismatica e nella sua semplicità riesce a essere straordinaria.  

LEI NON È NEL PRESENTE. Loredana è lì in attesa di rivivere gli anni d'oro. Non ci sono dubbi: Loredana Bertè sa regalare ancora emozioni. È il suo stare sul palco che affascina e non lascia scampo.

AMORE. Omaggiata continuamente dai fan che scatenatissimi, e di tutte le età, si lasciano andare cantando. Tra una canzone e l’altra le urlano di tutto: “Vai Lory”, “Sei bellissima”, “Loredana ti amo”.

QUID. Lei interpreta in questo suo mondo il suo personaggio che negli anni è diventato parte del suo essere. È impossibile distogliere lo sguardo su di lei. Nei suoi movimenti a tratti scoordinati trasmette quel quid tipico del grande artista. 

PROMOSSA A PIENI VOTI. Loredana apre la stagione del Village con l'energia di chi non vuole smettere di lottare. Un sottile insegnamento che si palesa esplicitamente alla fine del concerto con queste poche parole: “Grazie a voi. Grazie al Padova Pride Village che mi ha voluto qui”.

NOVITÀ DEL VILLAGE. Quest’anno il parcheggio costa cinquanta centesimi. All’ingresso della Fiera è stata messa una sbarra. Una telecamera fotografa la targa dell’auto prima di entrare e poi all’uscita permettendo così l’accesso.

TRAFFICO. La coda di macchine arrivava ieri sera, venerdì 28 giugno, fino al tribunale. Questo perché la partecipazione all’apertura del Village è stata sicuramente massiccia, ma rivela come questa novità non abbia fatto altro che rendere l’attesa per vivere la serata molto più lunga.

LA KERMESSE NON DELUDE. Anche quest’anno l’atmosfera che si respira al Village è quella della piena libertà. Libertà di vivere e di lasciarsi andare in una serata a misura di tutti. C’è chi mangia, chi brinda cantando “Cin Cin” (la storica sigla di Colpo Grosso, ndr) e chi, a uno dei tanti stand, parla come se fossimo in qualsiasi bar del centro. Chi balla, chi compra un gadget, chi discute su come far valere i diritti di tutti (LGBT), ecc. Insomma tutti i generi vengono rispettati e degnamente rappresentati. Siamo solo all’inizio e di soprese certo il Village non ne farà mancare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Attualità

Perquisizioni e ostacoli alle Coop: il Dap "commissaria" il Due Palazzi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento