Cittadella International Music Festival & Masterclass

Organizzato dall'Associazione Missione Musica in collaborazione con Circle Symphony Orchestra e Comune di Cittadella

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Dal 22 al 30 agosto Cittadella sarà cornice del primo Cittadella Festival Musicale Internazionale e di Masterclass di musica classica, nel quale il pianoforte avrà un ruolo principale. Non potrebbe essere diversamente visto che Direttore Artistico è il noto pianista veneto Massimiliano Ferrati, pluripremiato nei maggiori concorsi internazionali quali il Rubinstein di Tel Aviv, il Busoni di Bolzano, l'Ester Honens di Clagary, il Dublin International Piano Competition, il Casagrande di Terni e Gold Medal del Concorso Rina Sala Gallo di Monza, nonché una delle voci più interessanti del pianismo della sua generazione. "Sono molto felice che l'Associazione Missione Musica abbia scelto questo piccolo gioiello di architettura medioevale per gli eventi di quest'anno", sottolinea Massimiliano Ferrati, "un luogo che ben si adatta a contenere cultura e a fare della musica anche una propria attrazione turistica". Per questa prima edizione del Festival e delle masterclass l'Associazione Missione Musica si è avvalsa anche della collaborazione della locale Circle Symphony Orchestra, diretta dal M° Giulio Svegliado. "Siamo una delle poche realtà in Italia a proporre le masterclass sul solismo con orchestra", evidenzia il M° Ferrati, "da sempre ho amato l'dea di poter lavorare con i miei allievi il grande repertorio dei concerti di pianoforte con orchestra e di vederli esibire al termine della masterclass proprio nel ruolo di solisti con orchestra, oggi precluso a tanti, visto anche lo stato economico di molte piccole e grandi realtà orchestrali italiane".
Inaugurerà il Festival il 22 agosto proprio Massimiliano Ferrati in duo con il violinista Fabio Paggioro, con il concerto "Respighi, genio italiano", del quale le opere per violino e pianoforte di Ottorino Respighi occuperanno gran parte del programma. Fabio Paggioro, violinista veneto, si è distinto negli anni sia come spalla di importanti orchestre come l'Orchestra di Padova e del Veneto che l'Orchestra d'Archi Italiana, sia nell'attività cameristica che nel solismo. Il suo cd dedicato alle opere di Respighi, uscito per l'etichetta olandese Brilliant Classics ha ottenuto lusinghiere recensioni in importanti riviste musicali specializzate, dal The Strad, al BBC Music Magazine, all'American Record Guide, a Luister, a Pizzicato. Il 24 agosto sarà la volta del noto pianista americano Jerome Rose, vincitore nel 1961 del primo premio al Concorso Pianistico Internazionale "Ferruccio Busoni" di Bolzano, nel quale tornerà in giuria proprio nell'edizione di quest'anno. Famoso nel mondo per le sue interpretazioni di Beethoven, Schumann, Schubert, Brahms, Jerome Rose proporrà un recital incentrato sul grande repertorio romantico. Il 25 agosto ed il 27 agosto spazio a due giovani concertisti veneti, Alessandra Fornasa e Stefano Andreatta. Vincitori di concorsi e già solidi artisti, si esibiranno in due recital, attraversando nei secoli la letteratura pianistica europea. Il 27 agosto, di mattina, il maestro artigiano Luigi Borgato dell'omonima casa di pianoforti, gli unici interamente costruiti a mano, terrà un workshop sulla costruzione e messa a punto del pianoforte: una finestra sul mondo di questo strumento così popolare, ma del quale pochi conoscono i processi di costruzione, i dettagli dei meteriali e le peculiarità che rendono unica la sua voce. Il 28 agosto sarà la volta degli allievi della masterclass di canto lirico tenuta dal grande basso italiano Riccardo Zanellato. La voce di Zanellato è protagonista oggi della grande scena internazionale: affermatosi come uno degli artisti di riferimento nel repertorio verdiano, ma anche a suo agio nelle opere di Donizetti, Rossini, Bellini e Puccini, ha cantato sui palcoscenici di teatri quali La Scala, l'Opera di Roma, il Comunale di Bologna, Teatro S. Carlo di Napoli, il Teatro Regio di Parma per il Festival Verdi, a Verona, a Monaco, a Parigi, ad Anversa, Vilnius, all'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, a Ravenna, a Zurigo, Mosca, Barcellona, Lione, in tournée in Giappone e Corea. Presente spesso nelle registrazioni sia su RAIRadio3 che RAI5, Riccardo Zanellato è stato uno dei solisti del concerto-evento al Sacrario di Redipuglia nel quale Riccardo Muti ha diretto il Requiem di Verdi in memoria delle vittime di tutte le guerre, di fronte a settemila persone e ai presidenti di Italia, Solovenia, Croazia e Austria, tramesso in diretta RAI3 e differita RAI1. A chiusura del festival ci saranno i concerti degli allievi della masterclass del M° Ferrati: 13 studenti provenienti da Italia, Russia, Usa e Giappone, che si esibiranno sia in veste di solisti (il 29 agosto) che solisti con orchestra, accompagnati dalla Circle Symphony Orchestra (il 30 agosto).

I concerti, tutti ad ingresso libero fino ad esaurimento posti, si terranno nella Sala Consiliare a Villa Rina alle ore 21. Le masterclass aprte al pubblico, si terranno dal 22 al 30 agosto.

I più letti
Torna su
PadovaOggi è in caricamento