Dire Straits Over Gold and The Alchemy Strings Ensemble al Verdi

Giovedì 2 aprile il Teatro Verdi di Padova ospiterà la prima di un nuovo progetto musicale che unisce il rock dei Dire Straits alle sonorità della musica classica.
 
Dire Straits Over Gold è una moderna “Rock 'n Roll Orchestra” che da anni interpreta e ripropone in Italia e all'estero il repertorio dei Dire Straits, rievocandone atmosfere e sonorità e collezionando negli anni grandissimi successi di pubblico.
 
The Alchemy Strings Ensemble è un quartetto d'archi formato da musicisti di caratura internazionale già facenti parte degli organici di orchestre classiche rinomate in tutto il mondo.
 
Dire Straits Over Gold And The Alchemy Strings Ensemble è un'esperienza musicale inedita per questo repertorio, un progetto che nasce a Padova e che andrà poi in tour in tutta Italia e all'estero: l'unione delle musiche dei Dire Straits alle armonie di una formazione classica d'archi dà origine a un connubio perfetto che arricchisce il repertorio originale e al tempo stesso esalta il ruolo dell'ensemble classico come strumento di completamento. Un coinvolgente susseguirsi di immagini e luci trasforma lo spettacolo in un’opera unica sui Dire Straits.
 
Le sonorità dei Dire Straits hanno caratterizzato la cultura musicale mondiale per oltre un trentennio, a cavallo degli anni ‘70, ‘80 e ‘90. Un rock gentile e graffiante al tempo stesso, affiancato a testi poetici e narrativi che fanno parte dei migliori capitoli della musica contemporanea internazionale. Parole, note ed emozioni impresse in oltre 80 milioni di copie vendute in tutto il mondo, per sancire il successo dei Dire Straits e consacrarli come uno dei gruppi Rock più fortunati e talentuosi, conosciuti nella storia. Dal 1993, anno del loro scioglimento definitivo, la loro arte è rimasta impressa su dischi che oggi vengono considerati elementi indispensabili nella collezione musicale di ogni appassionato di musica Rock.
 
Molte band britanniche e americane hanno cavalcato la tendenza, tipica degli anni 2000, di celebrare se stesse in una tournée con orchestra classica. I Dire Straits non fecero in tempo, e questo progetto racconta come sarebbe stato.
 
 
Prima nazionale assoluta al Teatro Verdi di Padova
Giovedì 2 Aprile 2015, ore 21.00

 
Biglietti a partire da 11 euro, disponibili in prevendita presso il Teatro Verdi e sul sito www.teatrostabileveneto.it
Info: 049.87770213
www.direstraitsovergold.com
_______________________

I MUSICISTI
 
DIRE STRAITS OVER GOLD
 
Dall'unione di Dire Straits e del titolo dell'album Love Over Gold, nasce nel 2002 - e si rinnova nel 2012 - la band Dire Straits Over Gold, che vanta centinaia di concerti in tutta Italia, tra cui ricordiamo il sold out al Coccia di Novara, 6000 persone al Fuori GP del Gran Premio di Monza, migliaia di persone nelle tournee estive, oltre 60 concerti solo nel 2014.
 
Luca Friso - chitarra e voce
Chitarrista, arrangiatore e produttore oltre che editore del più letto magazine italiano sugli strumenti musicali accordo.it. Chitarrista autodidatta prima e perfezionato presso il CPM di Milano suona e studia lo stile di Mark Knopfler da oltre vent'anni. Questa profonda conoscenza lo ha portato a girare l'Italia esibendosi in affollatissimi seminari sullo stile fingerpicking oltre ad aver pubblicato decine di articoli e saggi in manuali e riviste di settore su questo particolare stile chitarristico. Interpreta dal vivo il repertorio dei Dire Straits dal 1992, attività che lo ha visto esibirsi in club, teatri e festival italiani ed europei.
 
Giulio Farigliosi - pianoforte
Pianista, arrangiatore e compositore è oggi uno dei professionisti più apprezzati sulla scena padovana e veneziana. Innumerevoli le sue collaborazioni con artisti di rilievo nazionale dal vivo e in studio. Attualmente è direttore del coro "WeRevolution" con il quale si sta distinguendo per originalità compositive e innovazione musicale.
 
Alessandro Piovan – batteria e percussioni
Diplomato brillantemente all'Accademia di Musica Moderna di Milano e laureato al Conservatorio di Vicenza, Alessandro ha collaborato con artisti come Lucio Dalla, Gianluca Grignani, Antonino, Stef Burns Trio, Summertime, l’Orchestra da Camera di Padova e del Veneto e molti altri, partecipando anche a varie trasmissioni televisive.
 
Francesco Piovan – basso elettrico e contrabbasso
Laureato al Conservatorio di Mantova, studia contrabbasso jazz con Stefano Senni, Stefano Lionello, Marco Micheli, Marc Abram, basso elettrico con Paolo Costa e Lorenzo Feliciati. Partecipa a seminari con Gary Willis, Rocco Prestia, Lele Melotti, Max Furian. Collabora con Antonino, Stef Burns, Ron, Amedeo Minghi, Luca Carboni, Giacomo Celentano, Laura Bono, Mario Lavezzi, Rosario Di Bella, Vittorio Matteucci e molti altri. In ambito classico, vanta collaborazioni con solisti di fama internazionale quali Montserrat Caballè, Massimiliano Pitocco, Marco Tezza, D. Nordio, K. Ricciarelli, R. Bruson, S. Krilov, Francesco Grollo, Mara Zampieri, S. Mormone, C. Scimone,  Piero Toso, Stefano Pagliani, Cristiano Rossi, Luca Fiorentini, Gabriele Ragghianti. Attualmente ricopre il ruolo di Primo Contrabbasso presso la Civica Orchestra di Fiati di Padova. Ha al suo attivo numerosi concerti in Europa e Cina.
 
Davide Mangano - chitarre
Siciliano e veneto di adozione, spazia con disinvoltura dal rock, al jazz e al funky. Ha suonato in studio e dal vivo per diversi artisti italiani e stranieri fra i quali Alexia, Antonino, Massimo Riva, Sabrina Salerno, Sartorello forniture, Ronnie Jones, Pilgrim, Silver simphony orchestra, Eiffel 65. Ha preso parte a eventi musicali nazionali e internazionali, apparendo in trasmissioni televisive, videoclip, CD e DVD musicali. Ha partecipato a fiere ed eventi come Music Italy show, Euro bass day, Marca Jazz, Ubi Jazz. Dal 1992 è insegnante di chitarra moderna presso accreditati istituti musicali del nord Italia.
 
Samuele Seghi – organo
Polistrumentista e compositore di matrice blues/rock, nel 2005 si laurea in Musicologia presso l’Università di Ferrara, dal 1998 al 2008 collabora come tastierista con la rock band Bonny Rock (piano, hammond e synth) con cui ha accompagnato in diversi concerti Ian Paice (batteria Deep Purple), dal 2002 al 2004 è pianista della Big Band del conservatorio Buzzolla di Adria, dal 2009 entra a far parte della rock band Giullari (piano, hammond, synth e chitarre), dal 2005 collabora con la rock band reggiana Rufus Party (piano, hammond e synth) con cui ha all’attivo la produzione di 3 album in studio, 1 album live e diversi tour a livello nazionale.
 
Yuri Argentino – sassofono
Sassofonista, improvvisatore, performer, compositore, inizia gli studi musicali e del sassofono all'età di 12 anni; studia con Barend Middelhoff, Carlo Cattano, Luca Bragalini, Tommaso Lama, Walter Proni, Teo Ciavarella, Piero Odorici, Giampaolo Ascolese, Roger Mazzoncini, Pasquale Morgante, Marco Micheli, Stefano Zenni, Damiano Meacci, Paolo Ghetti, Luigi Buda, Giovani Uccello, Maurizio Schifitto, Salvatore Giampiccolo, Massimo Bottaro. Laureato in "Jazz e musiche improvvisate dei nostri tempi" al conservatorio di Bologna.
Insegnate di sassofono teoria, solfeggio e propedeutica da diversi anni presso il CAMM (Centro Arte Musica Moderna), Istituto Musicale La Casa della Musica, Centro di Educazione Musicale L.V. Beethoven, a Padova. Negli ultimi anni molteplici sono le presenze e collaborazioni in diverse formazioni.
_________________________
 
ALCHEMY STRINGS ENSEMBLE
 
Chiara Parrini – primo violino
Nel 1990 consegue un master di perfezionamento in violino presso il Conservatorio di Basilea con Adelina Oprean (vincitrice del Concorso di Ginevra). Nello stesso anno inizia la collaborazione con i Solisti Veneti diretti dal M° Claudio Scimone.
Con i “Solisti Veneti” si esibisce come solista nelle sale più belle e prestigiose del mondo, partecipando così a tourneè in tutta Europa, USA, Canada, Messico, Cina, Australia e Sud America, in occasione dei principali Festival Internazionali. Queste occasioni l’hanno portata a collaborare con artisti di fama mondiale, sia in orchestra che con l’ ”Ensamble Vivaldi”: Uto Ughi, Salvatore Accardo, Itzak Perlmann, Isac Stern, Jean Pierre Rampal, James Galway, Michaela Petri, Cecilia Gasdia, Stanislav Bunin, Oleg Vereshchagin. Collaborando con il M° Scimone e Lucio Degani prende parte a Masterclass in veste di insegnante in Oman (EmiratiArabi), Caracas, con l’Orchestra “Simon Bolivares” del M° Abreu, a Yerevan (Armenia) e Shangai. Alcune di queste diffuse in canali televisivi internazionali (SKY Classic). Ha collaborato, inoltre, come spalla dei secondi violini con l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna e, inoltre, con l’Orchestra Filarmonica del “Teatro La Fenice” di Venezia, con l’Orchestra da Camera di Padova, con l’orchestra della Svizzera italiana di Lugano.
Nel 2003 ha registrato con i “Solisti Veneti”, in veste di solista, le “Quattro Stagioni” di A. Vivaldi in DVD per la TDK Mediactive, produzione Rai Trade; nel 2006, sempre in DVD “Vivaldi - Gloria and other sacre music” per la Dynamic; nel 2009 il “Concilio de’ Pianeti” di
T. Albinoni. Nel 2010 si è esibita, in occasione del Concerto di Natale, per il Senato della Repubblica, ripreso dal vivo e diffuso in eurovisione, dalla Rai.
Nel Marzo del 2014 presenta in prima mondiale il concerto per viola d’amore e archi, dedicato e composto espressamente per i Solisti veneti dalla compositrice Anne Veissmane, in occasione della manifestazione “Donne in Musica”.
Ad oggi è primo violino solista dei “Solisti Veneti”, con i quali continua la propria attività concertistica.
 
Giuseppe Barutti – violoncello
Indicato da Lorin Mazel come uno dei grandi talenti del violoncello, debutta a undici anni vincendo il primo premio al concorso di Vittorio Veneto e al concorso di Biella, riconfermandosi vincitore in altre edizioni con menzione d'onore della Giuria.
Si diploma con il massimo dei voti al Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia con Adriano Vendramelli. Si perfeziona con Franco Rossi e Antonio Janigro. Prezioso è stato il contatto con Sergiu Celibidache.
Primo violoncello al Gran Teatro la Fenice di Venezia, è stato successivamente invitato a collaborare con le più prestigiose formazioni sinfoniche italiane. Come solista e primo violoncello è invitato da Claudio Scimone a collaborare con i Solisti Veneti, con i quali ha sostenuto tourèe in tutto il mondo nell'ambito dei più rinomati festival: Vienna, New York, Tokio, Londra, Madrid, Boston, Salisburgo, etc. Recentemente è stato invitato presso la prestigiosa sede del Teatro La Scala di Milano. Incide con i Solisti Veneti per la Decca e come solista per la Erato.
 
Erica Fassetta – violino
Allieva del Maestro Glauco Bertagnin, a 19 anni si diploma privatamente presso il Conservatorio “Benedetto Marcello” di Venezia, perfezionandosi poi presso il Conservatorio della Svizzera Italiana a Lugano nella classe del Maestro Massimo Quarta e in seguito con il Maestro Ilya Grubert presso la Fondazione Musicale S.Cecilia di Portogruaro. Dal 2010 segue i corsi di Alto Perfezionamento con il Maestro Stefan Milenkovich e dal 2013 studia musica da camera con il Maestro Konstantin Bogino presso l'Accademia "Santa Cecilia" di Bergamo. Nel 2002 ha vinto il Primo Premio Assoluto al Concorso Internazionale di Castiglione delle Stiviere (Mantova). Ha seguito i corsi di perfezionamento con i Maestri Lucio Degani, Enzo Ligresti, Glauco Bertagnin, Stefano Zanchetta, Francesco Comisso, Caterina Carlini, Mariana Sirbu, Ivan Rabaglia e per la musica da camera con il Trio di Parma. E’ docente della classe di violino presso la Cooperativa Polinote di Pordenone e presso l'Accademia Serenissima di Sacile. Da quest’anno è inoltre docente di violino presso una Scuola Media Musicale di Pordenone. Collabora con diverse orchestre (Orchestra e Coro S.Marco di Pordenone, Orchestra Dolomiti Symphonia di Belluno, Orchestra “La Serenissima” di Sacile, Orchestra del Conservatorio "Benedetto Marcello" di Venezia, Orchestra del Conservatorio J.Tomadini di Udine, Orchestra da camera Nuova Ferruccio Busoni di Trieste, Accademia Musicale di San Giorgio di Venezia, Orchestra I Filarmonici Veneti di Legnago e Orchestra da camera Gaetano Zinetti di Verona) e suona stabilmente in varie formazioni cameristiche, tra le quali in duo con la pianista  Stefania Fassetta, il trio d’archi “Lefabò”, il gruppo d’archi “Le Putte di Vivaldi” di Venezia  e “I Musici di Vivaldi” con il quale ha tenuto concerti anche in Spagna. Da quest’anno collabora inoltre con l’orchestra “I Virtuosi Italiani” nell’ambito della stagione concertistica della Chiesa La Pietà di Venezia.
 
Francesca Levorato – viola
Suona con l'orchestra da Camera "I Virtuosi Veneti".

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Massimo Ranieri "Sogno e son desto 500 volte", concerto al Geox

    • 30 maggio 2021
    • Gran Teatro Geox
  • "Rock opera" al Geox: i mostri sacri del rock in chiave sinfonica

    • 28 maggio 2021
    • Gran Teatro Geox
  • Orchestra di Padova e del Veneto al Geox: da Morricone a Beethoven

    • 27 maggio 2021
    • Gran Teatro Geox

I più visti

  • “Van Gogh. I colori della vita”, mostra al Centro culturale San Gaetano

    • dal 10 ottobre 2020 al 6 giugno 2021
    • Centro Culturale Altinate San Gaetano
  • Mostra “I Macchiaioli. Capolavori dell'Italia che risorge” a palazzo Zabarella

    • dal 24 ottobre 2020 al 30 giugno 2021
    • Palazzo Zabarella
  • Cinema aperti con il nuovo film di Woody Allen dal 6 maggio nelle migliori sale di Padova

    • dal 6 al 31 maggio 2021
    • Padova
  • Massimo Ranieri "Sogno e son desto 500 volte", concerto al Geox

    • 30 maggio 2021
    • Gran Teatro Geox
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    PadovaOggi è in caricamento