menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le tastiere di Jovanotti esposte al sole

Le tastiere di Jovanotti esposte al sole

Jovanotti, "operazione asciugatura" per gli strumenti bagnati a Padova

Con la "nuotata" all'Euganeo, a bagnarsi non sono stati solo i fan ma anche buona parte della strumentazione usata durante tutto il tour, e così eccola esposta al sole prima del concerto di martedì sera a Torino

C'è chi stende il bucato...e chi gli strumenti! Il diluvio che sabato ha letteralmente inondato il concerto padovano di Jovanotti ha compromesso anche la funzionalità dell'attrezzatura e gli strumenti del suo Backup Tour 2013, che, prima di tornare sul palco per la tappa torinese di martedì, avevano bisogno di una bella asciugatura.

LE FOTO SU FACEBOOK. E così ecco comparire sulla pagina Facebook del cantante un album interamente dedicato a quella che ha ribattezzato "operazione asciugamento al sole di Torino!!!". Una galleria che mostra tastiere, microfoni, tamburi, mixer e tutto ciò che serve a un grande live, steso all'aria aperta, e a giudicare dall'ennessimo successo registrato allo stadio Olimpico, potremmo dire "strumenti bagnati strumenti fortunati".

IL CONCERTO PADOVANO: Leggi la nostra recensione

LA PIOGGIA: Show sospeso e fan in fuga

I COMMENTI DEI FAN. Le foto pubblicate dall'artista, oltre che saziare la curiosità dei fan "esperti", che hanno potuto osservare da vicino l'attrezzatura della band, hanno dato modo nuovamente agli utenti di scatenarsi nei commenti al concerto padovano di sabato. "Io c'ero...sotto il palco, sotto il diluvio ed é stato memorabile! La pioggia battente che ci colpiva come tanti aghi, faceva male e faceva freddo, ma non smettevamo di cantare e di ballare Pioggia, vento e sangue nelle vene!" scrive Eleonora. "Onorata di poter dire: sotto il diluvio io c'ero!!!" dice Lorella. Ma l'amarezza dei delusi che si sono persi la ripresa dello show dopo due ore di pausa, è ancora palpabile, come nel post di Antonella: "Se qualcuno avesse avuto il buon gusto di informare i presenti sulla possibilità di ripresa del concerto, magari riuscivamo ad andare ad asciugarci, cambiarci, e anche divertirci. Invece c'era il caos, soprattutto per i disabili che non sono stati messi in condizione di poter vedere il concerto: come si può pretendere di far rimanere per due ore le persone bagnate fradice! Il problema forse è un altro: non restituire i soldi dei biglietti. Mi dispiace ma così non si fa".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento