menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Liga live

Liga live

Ligabue è il nuovo re di Padova: il rocker scalda 40mila fan

Un super Luciano Ligabue infiamma lo stadio Euganeo di Padova con il suo "Mondovisione Tour": una pioggia torrenziale prima del live, 40 mila persone bagnate, ma "the show must go on" per la gioia dei fan

"Questo ed altro per Liga". Sono queste le uniche parole che riusciamo ad ottenere nel fuggifuggi generale prima dell’inizio del tanto atteso concerto di Luciano Ligabue.  Il violento temporale abbattutosi nel tardo pomeriggio allo stadio Euganeo di Padova ha colpito principalmente i migliaia di fan che dalle prime luci del mattino si erano messi in coda per accaparrarsi un posto in prima fila sul prato. Pioggia, freddo, fango e un vento gelido non sono riusciti a scalfire la forza d’animo e la determinazione dei numerosissimi fan infreddoliti ma felici ed emozionati allo stesso tempo.

L’ATTESA SOTTO LA PIOGGIA. Ore 21.40, inizia lo spettacolo. Si spengono le luci improvvisamente, e un fiammifero sul megaschermo dà il via alla serata. Il rocker di Correggio ha riscaldato i 40 mila cuori padovani iniziando il concerto con la canzone “il muro del suono”, il cui testo recita: "La giustizia che aspetti è uguale per tutti, ma le sentenze sono un pelo in ritardo, avvocati che alzano il calice al cielo sentendosi Dio" e "Chi doveva pagare non ha mai pagato", tratta da Mondovisione, l'ultimo album.

IL SALUTO DI LIGABUE. "Ciao Padova, so cosa avete passato per essere qui, ma ora iniziamo la nostra serata!" Ecco come Ligabue saluta tutto lo stadio in delirio e unito in coro per cantare degli ever-green come “Ho messo via”, “Le donne lo sanno”, “Piccola stella senza cielo” e giusta per il clima della serata non proprio clemente “Urlando contro il cielo”. Anche i fan più esigenti non sono rimasti delusi dalla stupenda serata che Ligabue ha saputo regalare a Padova con tutta la carica, l’entusiasmo e la grinta che solo un artista del suo calibro può avere. Sabato 12 luglio 2014, una data che rimarrà incisa nella storia della musica della città patavina.

IL CONCERTO E LE ALTRE TAPPE. Uno spettacolo di due ore che è riuscito a condensare tutta la carriera del mitico Ligabue.   Con il suo “Mondovisione Tour 2014” Luciano ha già fatto tappa a Roma, Milano e Catania con i concerti sold out dell’Olimpico, di San Siro e del Massimino. Poi toccherà a Firenze con la data fissata il 16 all’Artemio Franchi, sabato 19 e mercoledì 23 sarà in scena all’Adriatico di Pescara e all’Arechi di Salerno. Ligabue si fermerà ad agosto per riprendere i live in altro quattro città: Trieste, Torino, Bologna e Bari.

Ed ecco la scaletta del concerto padovano:
Il muro del suono
Il volume delle tue bugie
I ragazzi sono in giro
Ho messo via
Ciò che rimane di noi
Le donne lo sanno
Nati per vivere
Il giorno di dolore che uno ha
Siamo chi siamo
Leggero
Lambrusco e pop corn
Sono sempre i sogni a dare forma al mondo
Per sempre
L’odore del sesso
Balliamo sul mondo
Urlando contro il cielo
La neve se ne frega
Medley: Ho perso le parole + Happy hour + Viva
Tu sei lei
A che ora è la fine del mondo
Piccola stella senza cielo
Il sale della terra
Il meglio deve ancora venire
Tra palco e realtà
Bis:
Quella che non sei
Certe notti
Con la scusa del rock’n’roll

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento