Veneto Festival 2015 a Palazzo Zuckermann

Nuovo, attesissimo  appuntamento padovano del “Veneto Festival 2015” (45° Festival Internazionale Giuseppe Tartini) il concerto programmato per martedì 28 luglio 2015 alle ore 21 nel Giardino di Palazzo Zuckermann, un´autentica serata culturale nel segno della grande musica al cui centro brilla la prima esecuzione assoluta di un brano contemporaneo che il compositore Pino Donaggio ha proprio quest´anno composto per, e dedicato a “I Solisti Veneti”. E proprio i celebri “Solisti” di Claudio Scimone ed il Maestro che li ha fondati e in questo glorioso mezzo secolo di successi ininterrottamente diretti in più di seimila concerti in tutto il mondo (per non parlare delle quasi cinquecento registrazioni discografiche) saranno sul palco, brillanti e sorridenti come il primo giorno, pronti ad affascinare il loro pubblico più affezionato con un programma ricco di sorprese. Inaugurerà la serata il vivace Divertimento in fa maggiore K 138 di Mozart: una di quelle pagine felici che tanto rivelano gli influssi italiani sullo stile compositivo del grande Salisburghese. Composto tra gennaio e marzo 1772 e organizzato in tre movimenti, questo Divertimento è indissolubilmente legato a quel gusto tutto settecentesco del fare musica insieme, del piacere melodico punteggiato da orgogliosi passaggi virtuosistici e illuminato da ricorrenti ritmi di danza popolare, fatto per divertire e ricreare tanto chi ascolta come chi esegue: insomma incarna quel senso elegante e giocoso del far musica – autentico piacere – che è tratto distintivo dello stile de “I Solisti Veneti” e nel quale forse risiede uno dei segreti del loro successo. Omaggio a Padova è il successivo Concerto in re maggiore “Sant´Antonio” per tromba e archi di Giuseppe Tartini, mentre proprio al cuore del programma brilla l´omaggio che il compositore contemporaneo Pino Donaggio ha recentemente dedicato a “I Solisti Veneti” in occasione del loro 55.mo anniversario. Fotogrammi per Solisti 55.o A. è il titolo di questa pagina suggestiva ma anche affettuosa, forse segretamente autobiografica – Donaggio infatti, negli anni giovanili, suonò con “I Solisti Veneti” - che la sera del 28 luglio verrà presentata a Padova in prima esecuzione assoluta. Un po´ la perla della serata anche se tutto il programma è di fatto un susseguirsi di perle preziose, come il seguente Adagio in re bemolle maggiore per clarinetto e archi – una delle più alte pagine cameristiche di Wagner – o l´acrobatico Capriccio per oboe e archi di Ponchielli. Raro, anzi pressoché unico, il capolavoro che chiuderà la serata: La Forêt Enchantée (La Foresta Incantata) ampia composizione che Francesco Geminiani scrisse ispirato dal XIII Canto de La Gerusalemme liberata di Torquato Tasso e che venne eseguita in forma scenica nel 1754 alle Thuileries di Parigi (ove in quegli anni il Compositore risiedeva) con strepitoso successo. La spettacolare versione parigina, che fece scalpore sulle cronache del tempo, di fatto presentava il materiale musicale che Geminiani aveva pubblicato a Londra nel 1751 con il titolo di La Foresta Incantata, composizione strumentale che esprime le stesse idee del Poema del Tasso, ricchissimo materiale sin da allora organizzato in due vaste Suites delle quali, considerandone l´ampiezza, la sera del 28 luglio verrà eseguita la seconda.

Peraltro la più celebre e bella!

Il “VENETO FESTIVAL” giunto alla sua quarantacinquesima edizione – un felice traguardo! - conferma anche quest'anno la propria vocazione all’esaltazione e alla diffusione del ricchissimo patrimonio musicale di tutti i tempi. Ricco di un calendario esteso da maggio a settembre il Veneto Festival come ogni anno ha presentato e ancora presenterà al pubblico un vasto e multiforme programma di concerti itinerando nei luoghi artisticamente più interessanti del Veneto e non solo. Le numerose manifestazioni del Festival saranno arricchite dalla presenza di artisti di fama internazionale appositamente invitati per conferire ampiezza e splendore ad una serie di appuntamenti già di per sé eccezionale e per confermare la fama di un Festival che, per valore culturale e artistico, rientra fra i più prestigiosi e qualificati Festival Internazionali d’Europa.

BIGLIETTI a PADOVA presso Gabbia (via Dante, 8 – Tel. 049 8751166); Coin Ticket Store (Via Altinate, 16/8, 3° piano – Tel. 049 8364084); Ente Veneto Festival (Piazzale Pontecorvo 4/a – Tel. 049 666128 – e-mail: info@solistiveneti.it)

VENETO FESTIVAL 2015

(45° Festival Internazionale G. Tartini)

“I Solisti Veneti“

diretti da

Claudio SCIMONE

PADOVA – GIARDINO DI PALAZZO ZUCKERMANN

MARTEDÌ 28 LUGLIO 2015 – ore 21

Programma

MOZART – Divertimento in fa maggiore K 138 per archi

TARTINI - Concerto in re maggiore “Sant´Antonio” per tromba e archi

DONAGGIO – “Fotogrammi per Solisti 55.o A.” Prima esecuzione assoluta

WAGNER – Adagio in re bemolle maggiore per clarinetto e archi

PONCHIELLI – “Capriccio” per oboe e archi

GEMINIANI – “La Foresta incantata” – Seconda Suite

dal balletto ispirato al XIII Canto de “La Gerusalemme liberata” di Torquato Tasso

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Massimo Ranieri "Sogno e son desto 500 volte", concerto al Geox

    • 30 maggio 2021
    • Gran Teatro Geox
  • "Rock opera" al Geox: i mostri sacri del rock in chiave sinfonica

    • 28 maggio 2021
    • Gran Teatro Geox
  • Orchestra di Padova e del Veneto al Geox: da Morricone a Beethoven

    • 27 maggio 2021
    • Gran Teatro Geox

I più visti

  • “Van Gogh. I colori della vita”, mostra al Centro culturale San Gaetano

    • dal 10 ottobre 2020 al 6 giugno 2021
    • Centro Culturale Altinate San Gaetano
  • Mostra “I Macchiaioli. Capolavori dell'Italia che risorge” a palazzo Zabarella

    • dal 24 ottobre 2020 al 30 giugno 2021
    • Palazzo Zabarella
  • Cinema aperti con il nuovo film di Woody Allen dal 6 maggio nelle migliori sale di Padova

    • dal 6 al 31 maggio 2021
    • Padova
  • Non resta che stupirsi: si inaugura il museo del termalismo antico e del territorio a Montegrotto Terme

    • 14 maggio 2021
    • Villa Draghi
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    PadovaOggi è in caricamento