Birthh e Nero Deep in concerto al laboratorio culturale I'M

Venerdì 4 novembre l'Associazione Culturale Khorakhanè e il Laboratorio Culturale I'M presentano il live di Birthh e Nero Deep.
Apertura ore 20. Inizio live ore 22.

BIRTHH
Birthh è l'oscuro alter-ego di Alice Bisi, "la coscienza di una diciannovenne che spende la maggior parte del proprio tempo a pensare a eventi apocalittici".
Un personaggio che, per prendere in prestito il titolo di una delle canzoni del disco, si definisce "Queen Of Failureland", una giovane regina che non trova pace: "I thought love was enough / But truth is love is dead".
L'album "Born In The Woods" non è solo la voce di questo personaggio, è il suo stesso corpo: con i suoi colpi di cassa a mimare un inquieto battito cardiaco, i respiri affannosi tra i versi, le sue chitarre nauseanti, i suoi cori caldi, quasi tangibili, intrecciati a tappeti sintetici che avvolgono ed entrano nelle vene.
Anche le parole di queste canzoni sono colme di riferimenti alla fisicità, alla carne stessa attraverso cui Birthh si racconta.

Il suono di questo tormento mostra una grande attenzione per i particolari e un gusto per le atmosfere downtempo e ambient. "Ho preferito che i suoni del Wurlitzer e di gran parte delle chitarre avessero un certo timbro lo-fi, a fare da contrasto ai suoni precisi e netti dei beat e degli arpeggiatori. Anche l'organo e l'armonium sono stati inseriti con lo stesso scopo.
Mancano quasi del tutto gli elementi della batteria acustica. Abbiamo lavorato molto per aggiungere suoni percussivi presi dalla quotidianità (snap, battiti di mani, acqua, porte che sbattono...) e integrarli dentro ritmi frammentati, a volte disorientanti. In gran parte dei brani non abbiamo usato nemmeno il basso: mi piaceva l'idea di poter fare un disco di musica elettronica senza l'ausilio di questo elemento centrale: per ottenere quella profondità abbiamo optato per delle casse con una frequenza bassissima".
"Born In The Woods" unisce la sensibilità di una scrittura cantautorale, dalle evidenti radici folk, alle ricercatezze degli arrangiamenti elettronici. Il vero elemento distintivo del disco restano le armonie vocali (artificiali e non), che portano le canzoni a climax dai toni quasi gospel, e fanno parlare l'intensa voce di Birthh direttamente al cuore.

Line-up:
Alice Bisi - Vocals, Guitar, Keys, Electronics
Lorenzo Borgatti - Electronics, Guitar, Backing Vocals
Massimo Borghi - Drums
https://www.facebook.com/birthhofficial/
https://www.youtube.com/watch?v=UYpaA_Y-sn0


NERO DEEP
I Nero Deep sono una band sullo stile trip hop, originaria di Udine. Il loro sound è ispirato ai "Massive Attack" con elementi post-rock, che ricordano "This will destroy you" con una solida base elettronica e suoni registrati dall'ambiente circostante. I temi principali del loro album sono rappresentati da tutto ciò che riguarda le interazioni tra i sogni e la realtà, follia lucida e disordini emozionali.

Line-up:
Giulia Bettinelli - Voice
Christian Pevere - Electronics
Marco Badini - Guitar / Engineering
Giacomo Santini - Bass Guitar / Electronics
https://www.facebook.com/nerodeepproject/

Ingresso con tessera Associazione Culturale Khorakhanè (2 euro). Comunicazione riservata ai soci.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • James Blunt in concerto alla Kioene arena

    • 24 marzo 2021
    • Kioene Arena
  • PFM canta De André – Anniversary, concerto al Gran teatro Geox

    • 13 marzo 2021
    • Gran Teatro Geox
  • Avril Lavigne, live all’arena spettacoli Padova Fiere

    • 14 marzo 2021
    • Fiera

I più visti

  • “Van Gogh. I colori della vita”, mostra al Centro culturale San Gaetano

    • dal 10 ottobre 2020 al 11 aprile 2021
    • Centro Culturale Altinate San Gaetano
  • Mostra “I Macchiaioli. Capolavori dell'Italia che risorge” a palazzo Zabarella

    • dal 24 ottobre 2020 al 18 aprile 2021
    • Palazzo Zabarella
  • Tour guidato a Padova: "Storia e bellezza non si perdono col tempo"

    • solo oggi
    • 6 marzo 2021
    • Alla Fontana di Prato della Valle
  • James Blunt in concerto alla Kioene arena

    • 24 marzo 2021
    • Kioene Arena
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    PadovaOggi è in caricamento