Convegno “Parole assasonè, paìe, slettrane. Studi pavani in ricordo di Marisa Milani” a Padova

A vent’anni dalla scomparsa tornano in un convegno i suoi studi sul pavano e sulle tradizioni popolari tra Streghe, morti ed esseri fantastici

I capelli bianchissimi, spettinati, gli occhi penetranti, acuti dietro gli occhiali, una lavagna da gesso col bordo punteggiato da rane adesive e il timbro di voce deciso di chi fa tutto con la passione. Così ricordano Marisa Milani i suoi allievi, assiepati – assiepate, perché gran parte erano ragazze – davanti alla sua porta nell’orario di ricevimento, seduti per terra sull’impiantito di legno del corridoio con i fogli degli appunti sparsi ovunque. Affascinati da quella donna che raccontava loro le radici della terra, delle storie popolari, della lingua.

SCARICA IL PIEGHEVOLE DEL CONVEGNO

Docente all’Università di Padova di Letteratura delle tradizioni popolari, i suoi studi su Ruzante restano una pietra miliare imprescindibile. A lei è dedicato il Convegno Parole assasonè, paìe, slettrane. Studi pavani in ricordo di Marisa Milani, che si terrà nei giorni 25 e 26 settembre nella Sala del Guariento dell’Accademia galileiana di Scienze, lettere ed arti a Padova.

Gli studi di Marisa Milani, formatasi alla scuola di Gianfranco Folena, partivano dalla necessità di indagare, con rigoroso metodo filologico le motivazioni storiche del nascere e dello svilupparsi delle letterature in dialetto, e del Ruzante in particolare. Qui il suo panorama di interessi spaziava dai testi più antichi, fino alle tarde manierate prove seicentesche e agli epigoni settecenteschi. Il suo rigore filologico la portava a partire, positivamente, da un’attenzione storica della lingua: così aveva avviato (sempre sulle orme di Folena) un Lessico pavano che ha visto poi il suo esito finale nel Vocabolario del pavano. Secolo XIV-XVII (Padova, Esedra, 2012) curato dal prof. Ivano Paccagnella. Con il medesimo rigore studiava i processi per magia, storie di stregoneria documentate nei processi del S. Uffizio veneziano; inseguiva la persistenza di miti e credenze popolari in un filo ininterrotto nei ceti subalterni ai nostri giorni, perché in lei gli interessi letterari convivevano con quelli per le tradizioni popolari.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • “Il personal branding per candidarsi online”, incontro online

    • 13 aprile 2021
    • Online
  • Inaugurazione 799esimo anno accademico Università di Padova

    • Gratis
    • 16 aprile 2021
    • Online
  • Open day per richiedere info su apnee notturne, una malattia che va riconosciuta e curata

    • solo domani
    • 12 aprile 2021
    • Centro Medico Esculapio

I più visti

  • “Van Gogh. I colori della vita”, mostra al Centro culturale San Gaetano

    • dal 10 ottobre 2020 al 6 giugno 2021
    • Centro Culturale Altinate San Gaetano
  • Mostra “I Macchiaioli. Capolavori dell'Italia che risorge” a palazzo Zabarella

    • dal 24 ottobre 2020 al 18 aprile 2021
    • Palazzo Zabarella
  • Paolo Conte al Gran teatro Geox

    • 17 aprile 2021
    • Gran Teatro Geox
  • Tutti gli eventi di aprile a Cittadella

    • dal 2 al 30 aprile 2021
    • Cittadella
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    PadovaOggi è in caricamento