rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cultura

Alimentazione e rifiuto della miseria: una proposta per le scuole di Padova

Il coordinamento nazionale docenti dei diritti umani invita le scuole a organizzare attività e seminari in occasione delle Giornate mondiali dell'alimentazione e del rifiuto della miseria

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Il Coordinamento nazionale docenti della disciplina dei Diritti umani, in occasione del 16 e 17 ottobre intende ricordare due eventi importanti: la Giornata mondiale dell'alimentazione e la Giornata mondiale del rifiuto della miseria.

La Giornata mondiale dell'alimentazione è stata istituita durante la 20esima Conferenza Generale dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura nel novembre 1979, allo scopo di celebrare l'anniversario della data di fondazione di tale organizzazione, comunemente conosciuta come FAO.

La Giornata mondiale del rifiuto della miseria, invece, è stata riconosciuta dall'ONU nel 1992. La ricorrenza ebbe la sua origine a Parigi, il 17 ottobre 1987.

Proporre congiuntamente tali giornate significa avvalorare e propugnare un concetto molto importante per il futuro delle nuove generazioni: combattere povertà e sottoalimentazione costituisce uno dei primari obiettivi che l'umanità può e deve prefiggersi.

A scuola più che mai si dovrebbero sottoporre all'attenzione degli studenti tematiche afferenti i guasti dello spreco, del consumismo e dell'apatia "morale". Conflitti, dittature spietate, controversie internazionali, e, soprattutto, milioni di vite umane potrebbero essere risparmiate mediante uno sviluppo adeguato delle competenze relazionali.
A tal proposito, si potrebbero proporre negli istituti di ogni ordine e grado di Padova convegni, seminari e incontri con esperti nutrizionisti, medici, economisti la cui testimonianza sia funzionale, per i giovani, alla comprensione di fenomeni la cui complessità è indiscutibile, ma la cui soluzione non è al di fuori della nostra portata.
Utilizzando le tecnologie dell'informazione e della comunicazione si potrebbero realizzare sistemi di trasmissione, ricezione ed elaborazione di informazioni atte a creare insieme agli studenti mappe digitali che fotografino la reale situazione socio economica della propria realtà e del globo, individuando e analizzando la violazione dei diritti umani da parte delle multinazionali.

Sul sito del MIUR è possibile accedere a svariato materiale informativo per condurre le attività didattiche relative al tema dell'alimentazione in classe (https://www.istruzione.it/giornata_mondiale_alimentazione/2016/).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alimentazione e rifiuto della miseria: una proposta per le scuole di Padova

PadovaOggi è in caricamento