menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Assassinio all'Ikea", il giallo ambientato a Padova presentato nel "luogo del delitto"

L'ultima opera dell'autrice Giovanna Zucca ruota attorno ad un misterioso omicidio, ancor più destabilizzante perché avviene nel megastore Ikea, che per tutti rappresenta l'emblema di acquisti leggeri e piacevoli. La presentazione avverrà al Ristorante Ikea sabato 2 luglio

Ambientata a Padova, l’ultima opera dell’autrice Giovanna Zucca ruota attorno ad un misterioso omicidio, ancor più destabilizzante perché avviene nel megastore Ikea, che per tutti rappresenta l’emblema di acquisti leggeri e piacevoli. Lo sviluppo, tuttavia, è divertente e frizzante: si intrecciano, con note di sottile comicità, dinamiche familiari, amicizie inossidabili e rivalità al femminile, un’indagine poco convinta e storie d’amore improbabili, mentre sullo sfondo campeggia una provincia veneta dai tratti contraddittori. 

"ASSASSINIO ALL'IKEA". C’è un po’ tutta Padova, con i suoi scenari e le sue atmosfere, nell’ultimo libro della scrittrice trevigiana, Ässassinio all’IKEA (Fazi Editore, 2015). Ma è soprattutto quel luogo, dove in realtà la scrittura fa tappa solo per un’ispezione degli inquirenti, a restare impresso, a scuotere le certezze dei lettori: il punto vendita padovano Ikea, che a sorpresa diventa scena di un delitto.

LA PRESENTAZIONE ALL'IKEA. La presentazione avverrà al Ristorante Ikea alle 16 di sabato 2 luglio, dove Giovanna Zucca sarà introdotta da Marianna Bonelli dell’Associazione culturale Spritz Letterario. Tuttavia è riduttivo chiamarla presentazione, perché quello in programma sabato 2 luglio sarà un vero e proprio evento, unico non solo per la location: Giovanna Zucca è un’autrice che dal vivo è capace di offrire al proprio pubblico sempre qualcosa in più, oltre a quanto narrato nei propri libri, si tratti di divertenti aneddoti o di piccoli segreti legati al fiorire delle idee che poi ha sviluppato con la scrittura, e accanto a lei vi sarà la vulcanica Marianna Bonelli, fondatrice e presidente di Spritz Letterario, che leggerà alcuni brani offrendo una personale interpretazione dei protagonisti. 

LA TRAMA. Siamo a Padova, corre il 2009. Erminia e Anna Laura sono amiche dall’infanzia. La prima è moglie e madre, insegna all’università e conduce una vita tutto sommato normale. La seconda ha un avviato studio da commercialista, abita nello stesso palazzo di Erminia e da trent’anni vive una relazione con un uomo sposato, Amilcare Borgomastro. Nella stazione di polizia della città, l’agente Luana Esposito, appena trasferitasi da Napoli, viene assegnata al comando del burbero commissario Loperfido, che non tarderà, nonostante il carattere spinoso, a subirne il fascino. Il 21 dicembre, a ridosso del Natale, il corpo di Amilcare Borgomastro viene trovato dentro il cassettone di un letto, nel negozio IKEA padovano. È questo l’avvenimento che porterà i quattro personaggi a sfiorarsi quel tanto da permettere al lettore di addentrarsi nelle loro vite e nei risvolti di un insolito mistero fino all’imprevedibile, spiazzante finale. 

L'AUTRICE. Giovanna Zucca vive a Treviso e lavora come infermiera di sala operatoria e aiuto anestesista nell’ospedale della sua città. Nel 2011 ha esordito con Mani calde, vincendo il Premio Rhegium Julii Opera Prima 2012. Il suo secondo romanzo, Una carrozza per Winchester, ispirato alla vita di Jane Austen, ha ricevuto una menzione d’onore al Premio Merck Serono 2014. È quindi stata la volta di Guarda, c’è Platone in tv!, brillante attualizzazione dei filosofi antichi. Laureata in filosofia, collabora attivamente con il Centro di studi sull’etica dell’Università Ca’ Foscari di Venezia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento