Bart Music Festival: sei giorni di musica e cultura a Mestrino

Musica originale ed indipendente, un festival nato quasi per gioco ma che ha iniziato a raccogliere pubblico e consensi a livello nazionale. Appuntamento dal 23 al 28 agosto in piazza IV novembre

Dal 23 al 28 agosto si terrà a Mestrino la quinta edizione del Bart Music Festival, evento nato da un’idea di un gruppo di ragazzi accomunati dalla passione per la musica dal vivo e il desiderio di offrire un’alternativa culturale nel loro piccolo paese di provincia. Il festival, totalmente gratuito e organizzato da volontari, si propone come punto d’incontro per i giovani e gli amanti dei concerti: sei giorni in cui artisti emergenti si alterneranno a gruppi più affermati provenienti dal panorama musicale italiano.

Gli artisti

Solo musica originale e indipendente: l’obiettivo è far conoscere alle persone artisti che vivono per e con la musica, e dar loro valore e importanza artistica. I gruppi di questa edizione appartengono principalmente alla scena indie, lo-fi e pop-rock del momento. Fra gli headliners il romano Bartolini e i genovesi Eugenia Post Meridiem, entrambi ospiti del Mi Ami festival di Milano lo scorso maggio, i Cactus? e i The Lizards’ Invasion da Vicenza, i Vanarin da Bergamo. Domenica 25 agosto ci saranno i Tin Woodman da Brescia aperti dai Two Hicks One Cityman, serata in collaborazione con l’associazione Brexhip, che da anni si propone di far da ponte tra band italiane e britanniche. Ad affiancare questi gruppi ci saranno giovani band padovane promettenti: Venere, Seville, Post Nebbia e Inside Emerica.

Non solo musica

Da qualche anno il Bart propone iniziative che vogliono valorizzare anche l’arte visiva, in particolare la pittura e la fotografia: lunedì 26 agosto Chiara Calore, giovane artista di Abano, si esibirà in un live painting accompagnata dai dischi selezionati da Dj Moon, alias Chiara Veronesi; inoltre, durante l’intera durata del festival, si potrà visitare la mostra permanente del fotografo belga David Denil, organizzata in collaborazione con l’associazione MovingLab di Venezia. Fra le realtà che sostengono e fanno rete con il Bart ci sono altri festival e associazioni patavine, come Across The University, Rise Festival, Irruzioni Festi-val, Associazione Voyager e altre. Arte, buona musica gratuita, area food, tutto da gustare all’aperto con una buona birra o un drink assieme agli amici, un’occasione da non perdere per chiudere l’estate in bellezza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Info su Facebook (pagina https://www.facebook.com/Bart-MusicFestival/ ed evento https://www.facebook.com/pg/BartMusicFestival/events/) e Instagram (https://www.instagram.com/bartmusicfestival/).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavoravano in nero e percepivano il reddito di cittadinanza: scoperti dalla guardia di finanza

  • «La nostra super Bubi ha guadagnato un passaggio per il Paradiso»: Lavinia ci ha lasciati

  • Il sorpasso azzardato causa lo scontro tra auto: un ferito elitrasportato in ospedale

  • Due padovane in difficoltà lungo la Strada delle 52 Gallerie: interviene il soccorso alpino

  • Coronavirus, positivi 5 bambini del centro estivo e 8 ragazzi tornati dalla vacanza in Croazia

  • Violento schianto contro il palo della luce: guidatrice trasportata in ospedale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento