Il chitarrista di Luca Carboni? Un cardiologo di Padova: la "strana band" per la prevenzione

Per la campagna "Il battito del cuore" l'artista bolognese ha composto una band fatta di medici esperti in malattie cardiovascolari per suonare "Ci vuole un fisico bestiale": il chitarrista è il cardiologo padovano Gianfranco Varano

Luca Carboni e la band: alla chitarra Gianfranco Varano

Prosegue per il secondo anno la campagna “Il battito del cuore” e l’impegno di Bayer con Luca Carboni per promuovere la prevenzione cardiovascolare.

La band

Racconta l'artista bolognese: «L’anno scorso ho vissuto un’esperienza straordinaria cantando un mio brano insieme a un coro di pazienti dell‘Associazione A.L.I.Ce Italia ODV, persone che avevano avuto infarti, ictus, e sofferto di varie problematiche. Quest’anno abbiamo pensato di coinvolgere i medici e il risultato è stato grandioso». Lo scorso giugno, infatti, Luca ha lanciato sui suoi social un appello per ricevere video-audizioni da parte di medici esperti in malattie cardiovascolari che sapessero suonare uno strumento: l’obiettivo era dar vita a una band che facesse volare alto il messaggio di prevenzione attraverso il linguaggio universale della musica. «Sono arrivate tantissime candidature - spiega Carboni, entusiasta della band con cui ha lavorato - da parte di musicisti molto preparati. Il messaggio vuole arrivare al cuore di chi ascolta come il consiglio di un amico. È un invito a essere coscienti di tutti i segnali che riguardano la nostra salute, ascoltando noi stessi e affidandoci a chi può aiutarci». La band si è formata e l’alchimia tra i componenti è salita subito alle stelle: il risultato è una versione inedita di uno dei più grandi successi di Luca, “Ci vuole un fisico bestiale”, brano entrato nella storia della musica italiana.

Gianfranco Varano

Alla chitarra, Gianfranco Varano, cardiologo di Padova, appassionato di musica da sempre e onorato di essere entrato a far parte della band, ha affermato: «Ho accolto con entusiasmo la proposta di Luca Carboni perché finalizzata a sensibilizzare sull’importanza della prevenzione, argomento che mi sta particolarmente ‘a cuore’ perché penso che non solo possa migliorare la qualità della vita, ma possa decisamente contribuire ad allungarla». Le malattie cardiovascolari sono e rimangono la principale causa di mortalità in Italia e nel mondo. Nel nostro Paese più di 9 milioni di persone sono ad alto rischio di malattie cardiovascolari, ma circa la metà non è consapevole di esserlo. Occorre dunque sensibilizzare la popolazione sull’importanza della prevenzione per ridurre il rischio di questi disturbi e sottolineare la necessità dell’aderenza terapeutica, facendo riferimento al proprio medico di fiducia. Per questo, dopo il primo coinvolgimento dei pazienti, Bayer ha voluto al proprio fianco i medici, a cui è stata anche dedicata una sezione sul sito ilbattitodelcuore.it, con informazioni utili alla loro attività. «La musica è terapeutica, nutrimento ed energia per i nostri cuori. Ascoltare musica fa bene anche alla mente. Credo che per star bene ogni giorno si dovrebbe ascoltare una canzone, leggere una poesia e aprirsi a un gesto di tenerezza verso le persone che ci stanno vicino» conclude Gianfranco Varano. Il videoclip dell’inedito è stato girato sul tetto dell’Ospedale Policlinico San Martino di Genova, in omaggio alle performance dei grandi della musica internazionale - dai Beatles agli U2.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dalle acque gelide affiora un corpo di uomo: i passanti notano la salma lungo la riva

  • Rotogal brucia: inferno di fuoco all'alba. Il sindaco: «State in casa», Arpav monitora l'aria

  • Tragedia sui Colli: ciclista si scontra con un furgone, morto un 55enne

  • Live maltempo: a Padova e provincia black out e rami caduti, Venezia in ginocchio

  • Cadavere nel parcheggio: fu arrestato per le spaccate, stroncato dalla droga

  • La Jaguar dà nell'occhio: il cane fiuta la coca, in casa del 70enne un bazar della droga

Torna su
PadovaOggi è in caricamento