rotate-mobile
Cultura

“Consapevolezza nella malattia oncologica”, incontri con i medici IOV a Ponte San Nicolò

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Prende avvio al centro civico Rigoni Stern di Ponte San Nicolò un ciclo di quattro incontri dal titolo “Consapevolezza nella malattia oncologica. Un percorso per conoscerla, prevenirla, curarla” proposto dal Coordinamento Donne del Sindacato Pensionati (Spi Cgil) provinciale e di Lega Padova Est, con il patrocinio del comune di Ponte San Nicolò e la collaborazione dell'Istituto Oncologico Veneto-Irccs.

La parola agli esperti

“Il ciclo di incontri fa parte della più generale iniziativa del Coordinamento Donne Spi Cgil provinciale e regionale che affronta il tema cruciale del diritto alla salute e benessere di cittadine e cittadini”, spiega Ivana Fogo, segretaria provinciale dello Spi di Padova. Liliana Ruzza, referente del Coordinamento Donne Lega Padova Est, precisa: “Abbiamo scelto la parola consapevolezza come filo conduttore dell’iniziativa. Il termine vuole rappresentare la sintesi fra acquisizione di aggiornate informazioni e sapere emotivo/relazionale in un’ottica di resilienza, ovvero di capacità di far fronte in maniera costruttiva ad eventi traumatici. Il termine fa riferimento anche all’assunzione di responsabilità personale nel processo di difesa della salute e costruzione del proprio benessere”.
“Gli incontri hanno lo scopo di fornire informazioni anche su procedure a cui il paziente viene sottoposto quando intraprende il cammino, spesso lungo e faticoso, di diagnosi e cura della malattia", aggiunge Franca Simonato, già fisico sanitario allo Iov e collaboratrice dello Spi. "In particolare, procedure di diagnostica per immagini e radioterapia. Cercare di comprendere e partecipare in qualità di soggetti attivi all'iter terapeutico può essere d’aiuto per superare sentimenti di sconforto e impotenza”.

In breve

Il primo incontro (16 febbraio) vedrà gli interventi di Stefano Realdon (endoscopia digestiva e prevenzione primaria, Iov-Irccs) che approfondirà il tema della prevenzione, e di Ivana Fogo (Spi) che illustrerà i piani di screening regionali. Gli altri appuntamenti vedranno la partecipazione dell'oncologa Iov Maria Vittoria Dieci (23 febbraio) su "Prevenzione, diagnosi e cura dei principali tumori femminili"; della psiconcologa Iov Eleonora Capovilla (2 marzo) che racconterà come ascoltare e supportare la persona di fronte alla diagnosi di tumore; di Maria Luisa Friso, Ornella Lora e Marco Fusella (10 marzo in aula Didattica dell'Istituto Oncologico Veneto e Unità Operativa di Radioterapia) che illustreranno strumenti e metodiche della radioterapia in oncologia. Gli eventi termineranno con “In viaggio dopo la tempesta”, (16 marzo) una rappresentazione teatrale a cura dell'associazione Noi e il Cancro-Volontà di vivere.

Programma

16 febbraio, ore 20.45
Prevenzione e diagnosi precoce

23 febbraio, ore 20.45
Diagnosi e terapie dei tumori femminili

2 marzo, ore 20.45
Di fronte alla diagnosi di tumore

10 marzo, ore 10
Radioterapia ad alta tecnologia

16 marzo, ore 20.45
In (Mi) porto la vita. In viaggio dopo la tempesta
parole e teatro per la cura dell'anima

Il ciclo di appuntamenti è stato patrocinato dal comune di Ponte San Nicolo in quanto, come sottolineato dal sindaco Enrico Rinuncini, “la prevenzione e il sostegno alla cura delle malattie, soprattutto delle malattie oncologiche, rientra nel progetto di questa amministrazione di maggiore attenzione al benessere dei propri cittadini”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Consapevolezza nella malattia oncologica”, incontri con i medici IOV a Ponte San Nicolò

PadovaOggi è in caricamento