rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cultura

#daiColliallAdige, riprendono le attività di promozione del territorio con Educational tour

Riprendono le attività di promozione del territorio per gli operatori del settore: tour operator, agenzie di viaggio, blogger verranno accompagnati in itinerari innovativi che interessano l’artigianato locale, i percorsi letterari, le risorse di bonifica ma anche i castelli, le ville, i bike tour che l’area che va #daiColliallAdige offre ai suoi visitatori

Tra 2018 e 2020 si sono svolti circa 20 Educational Tour nei 44 comuni dell’area dando così visibilità ai tanti tesori nascosti di quell’area vasta ma poco conosciuta che va #daiColliall’Adige.

Un’iniziativa pronta per la ripartenza in grande stile che coinvolgerà, come in passato, gli operatori del settore turistico (tour operator, agenzie di viaggio, blogger…) interessati a scommettere su questo ricco territorio. Uno strumento che mira a valorizzare i percorsi innovativi e le tante risorse turistiche del territorio.

Come in passato anche ora, con la consueta spinta propulsiva verso la valorizzazione turistica dell’area con interpretazioni innovative, le proposte al vaglio dell’organizzazione del progetto Educational Tour danno ampio spazio ai tanti tesori di queste terre: dall’artigianato tipico ai tour letterari, dai segreti paesaggi delle risorse di bonifica ai castelli e alle ville, passando per i tanti percorsi ciclabili in una natura autentica come quella che quest’area ancora sa offrire a chi vi si immerge.

Il rilancio degli Educational Tour durante tutto il 2022 mira ad accompagnare la ripresa del settore turistico attraverso l’inserimento di una lunga serie di proposte innovative tra quelle già presenti nel portafoglio degli operatori del settore.

Banca Ore delle guide turistiche

Prosegue, nel frattempo, anche a gennaio 2022 il programma della Banca Ore delle guide turistiche con 4 nuove proposte volte alla scoperta di un territorio che va dai Colli Euganei all’Adige, con il sistema di prenotazione on line creato appositamente per il territorio.

Gli appuntamenti

Sabato 15 gennaio 2022, a Villa Estense a partire dalle ore 15 è prevista la visita al Museo civico Villaggi Scomparsi, via Municipio 26, per un percorso dal titolo “L’Abate Valentinelli, i villaggi scomparsi e i cuchi di terracotta”. Si potrà scoprire Palazzo Valentinelli edificio storico che prende il nome dal suo ultimo proprietario, l’abate Valentinelli, prefetto della Marciana di Venezia, nonché bibliotecario e professore di filosofia. Alla sua morte l’Abate volle lasciare l’omonimo palazzo al Comune perché ne facesse la sede municipale. Oggi sede della Biblioteca, di varie Associazioni Culturali, ospita al primo piano anche il Museo dei Villaggi Scomparsi che documenta, attraverso carte e mappe, la storia di Villa Estense nel corso dei secoli. Alla fine del percorso di visita si potrà ammirare la curiosissima collezione di cuchi (antichissimi strumenti a fiato in terracotta) locale, piccolo vanto del Museo.

Domenica 16 gennaio a partire dalle ore 15 (l’appuntamento sarà presso il sagrato del Duomo di Santa Maria Assunta) a Montagnana andrà in scena “Tardo gotico e rinascimento nel cuore di Montagnana: il Duomo di Santa Maria Assunta”. Al centro della visita un Duomo che concilia tratti del periodo gotico a quelli del pieno rinascimento. Iniziato nel 1431 dove fin dal X secolo sorgeva una piccola chiesetta, fu terminato solo nel 1502 a causa di pesanti carestie, difficoltà economiche e problemi strutturali. La svolta avvenne nel 1489 dopo la visita pastorale del vescovo Pietro Barozzi che stimolò un rinnovamento architettonico coinvolgendo Lorenzo da Bologna, il quale studiò l’originale copertura a botte e i semicatini a conchiglia, armonizzando gli elementi gotici a quelli dal gusto ormai rinascimentale.

Sabato 22 invece si aprirà la “Caccia al tesoro di Sant’Antonio Abate” alle 14.30 presso il parcheggio Passo Fiorine, di via Monte della Madonna a Teolo. Una divertente caccia al tesoro per famiglie, in cui i bambini saranno chiamati a scovare indizi nascosti, risolvere indovinelli e piccole prove che li porteranno a scoprire l’ambiente dei colli euganei, degli animali selvatici che li popolano e di quelli domestici che gli abitanti della zona allevavano.

Sabato 29 invece ci si potrà immergere nella natura con “Tracce e impronte nel bosco a Lozzo Atestino”. La partenza dell’escursione sarà alle ore 14 presso il Municipio di Lozzo Atestino, in Piazza Vittorio Emanuele II. I partecipanti potranno andare alla ricerca delle tracce e delle impronte della fauna dei colli sul Monte Lozzo. Ricoperto di boschi, il monte Lozzo è molto frequentato dalla ricca fauna dei colli, che andremo a conoscere cercando tracce e impronte nel sentiero. Scopriremo quali specie vivono e come riescono ad affrontare l’inverno.

Troverete tutte le info relative agli eventi di dicembre anche nella locandina in allegato.

Dai Colli all’Adige è un progetto che si inserisce nell’ambito del Programma di Sviluppo Locale 2014-2020 del GAL Patavino ed è sostenuto dal Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale (con Unione Europea, Stato e Regione Veneto) e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo.

Info web

https://www.galpatavino.it/daicollialladige-al-rilancio-degli-educational-tour/

In Evidenza

Potrebbe interessarti

#daiColliallAdige, riprendono le attività di promozione del territorio con Educational tour

PadovaOggi è in caricamento