rotate-mobile
Cultura Abano Terme / Via Appia Monterosso, 52

Più di diecimila visitatori per Robert Capa, posticipata la chiusura

La mostra avrebbe dovuto chiudere il 5 giugno ma visto l'interesse si è deciso di prorogarne la chiusura fino al 26

“Robert Capa.  Fotografie oltre la guerra” ha già traguardato l’obiettivo dei 10 mila visitatori paganti che gli organizzatori si erano prefissati, facendo di questa esposizione la più visitata di sempre tra quelle proposte da Villa Bassi Rathgeb di Abano Terme.

Pubblico

Un risultato che dimostra come questa struttura museale può divenire non solo un riferimento per il territorio, ma anche parte integrante dell’offerta turistico del luogo offrendo così una componente culturale molto importante. Una conferma della capacità di attrazione della fotografia che riesce sia ad attirare interesse da parte del territorio, sia da parte delle persone che decidono di trascorrere del tempo nella località termale. Risulta d’interesse la provenienza del pubblico: circa un terzo sono stati ospiti delle Terme (in particolare turisti stranieri che hanno apprezzato la portata internazionale del progetto espositivo), un terzo costituito da appassionati che hanno raggiunto Abano proprio per ammirare la mostra, ed un ulteriore terzo di pubblico di prossimità: residenti nell’area termale o Padova e dintorni.

Dati

L’analisi i questi dati, e il loro raffronto con le mostre precedentemente proposte da Villa Bassi Rathgeb nel suo triennio di attività, evidenziano il potenziale di progetti dedicati alla fotografia.  E’ evidente che la sede espositiva aponense sta conquistandosi autorevolezza nel settore e mostra di piacere ai visitatori che, ammirata la mostra, apprezzano la Villa e la sua collezione d’arte permanente. La stessa formula di distribuire il percorso espositivo in dialogo con gli spazi della Villa e delle collezioni contenute ha rappresentato un elemento molto apprezzato dai visitatori.

Villa Bassi

Un altro elemento valutato dagli organizzatori (Comune di Abano Terme e Suazes) è l’andamento delle frequenze settimana dopo settimana. «Fin dalle prime settimane - analizza l’assessore alla cultura del Comune -  si sono registrate sempre ottime presenze nonostante il persistere della pandemia. Un trend che si è consolidato.  Di qui la decisione di prorogare la mostra (che nei programmi doveva chiudere il 5  giugno) sino a domenica 26 giugno. Con l’obiettivo di presentare non solo questa grande mostra e la magnifica villa che la accoglie e propone, ma di approfondire e sviluppare la percezione di Villa Bassi Rathgeb come luogo privilegiato della grande fotografia internazionale in Italia». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Più di diecimila visitatori per Robert Capa, posticipata la chiusura

PadovaOggi è in caricamento