menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Direttore del Museo Egizio di Torino al Dipartimento di Geoscienze Unipd

Venerdì 18 ottobre, dalle ore 12.00 in aula Arduino del Polo didattico del Dipartimento di Geoscienze dell’Università di Padova in via Gradenigo 6 a Padova, il Direttore del Museo egizio di Torino, Christian Greco terrà un seminario su “la Biografia degli oggetti”

Venerdì 18 ottobre, dalle ore 12.00 in aula Arduino del Polo didattico del Dipartimento di Geoscienze dell’Università di Padova in via Gradenigo 6 a Padova, il Direttore del Museo egizio di Torino, Christian Greco terrà un seminario su “la Biografia degli oggetti”.  Nel corso dell’incontro Christian Greco si interrogherà sul ruolo dei musei in futuro, dati i cambiamenti sopraggiunti con la cosiddetta rivoluzione digitale che cambia profondamente il modo di rapportarsi tra umanista e scienziato, soprattutto quando si tratta di fare ricerca con i beni culturali. Oggi gli archeologi riescono a documentare l’intero processo di scavo e ricostruire contesti anche dopo la loro rimozione e grazie alla comunicazione digitale riescono a creare ambienti di lavoro virtuali in cui studiosi di tutto il mondo possono mettersi in relazione per confrontare i loro dati.

Egitto

«Non dobbiamo dimenticarci che nel ripensare il ruolo che i musei possono avere nel futuro dobbiamo al contempo ricordare il motivo per cui sono stati fondati ovvero per essere il luogo in cui oggetti del passato potessero essere conservati. - Afferma Christian Greco - E, nonostante tutti i cambiamenti che abbiamo subito, è innegabile che il fulcro dell’esperienza museale continui ad essere quella di trovarsi davanti a prodotti artistici, documenti archeologici o documenti della storia sociale. I mutamenti continueranno. Si penseranno diverse soluzioni organizzative ed architettoniche che possano rispondere alle esigenze contemporanee. Ci saranno certamente anche nuove forme di fruizione culturale. Il nostro compito rimarrà sempre, però, quello di migliorare l’esperienza visiva, estetica ed intellettuale di ogni visitatore quando costui si trovi di fronte ad un manufatto del passato, cercando di fornire tutte le informazioni necessarie per arricchirne la comprensione. Il futuro quindi dei musei è, come è sempre stato, la ricerca».

Greco

Christian Greco è nato nel 1975 ad Arzignano (VI) ed è Direttore del Museo Egizio dal 2014. Ha guidato e diretto il progetto di ri-funzionalizzazione, il rinnovo dell’allestimento e del percorso espositivo, concluso il 31 marzo 2015, che ha portato alla trasformazione dell’Egizio, da museo antiquario a museo archeologico. Formatosi principalmente in Olanda, è un egittologo con una grande esperienza in ambito museale: ha curato moltissimi progetti espositivi e di curatela in Olanda (Rijksmuseum van Oudheden, Leiden; Kunsthal, Rotterdam; Teylers Museum, Haarlem), Giappone (per i musei di Okinawa, Fukushima, Takasaki, Okayama), Finlandia (Vapriikki Museum, Tampere), Spagna (La Caixa Foundation) e Scozia (National Museum of Scotland, Edimburgh). Alla direzione del Museo Egizio ha sviluppato importanti collaborazioni internazionali con musei, università ed istituti di ricerca di tutto il mondo. La sua forte passione per l’insegnamento lo vede coinvolto nel programma dei corsi dell’Università di Torino e di Pavia, della Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, della Scuola IUSS di Pavia con corsi di cultura materiale dell’antico Egitto e di museologia. Il lavoro sul campo archeologico è particolarmente importante: è stato membro dell’Epigraphic Survey of the Oriental Institute of the University of Chicago a Luxor e, dal 2011, è co-direttore della missione archeologica italo-olandese a Saqqara. Al suo attivo ha molteplici pubblicazioni divulgative e scientifiche in diverse lingue e numerose partecipazioni a convegni internazionali di egittologia e di museologia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento