menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Dario Bressanini presidente di giuria

Dario Bressanini presidente di giuria

Al via la nuova edizione 2017 del premio Galileo: le date e le informazioni utili

L'evento che decreta la migliore pubblicazione nell'ambito della divulgazione scientifica partirà il 18 gennaio. La premiazione, invece, il prossimo 5 maggio

Al via l’edizione 2017 del Premio Galileo, organizzato dal comune di Padova, che decreta la migliore pubblicazione nell’ambito della divulgazione scientifica e che lo scorso anno ha celebrato il decennale di attività con una partecipazione sempre più interessata degli editori e delle scuole italiane. 

IL PREMIO. Il premio Galileo si inserisce in un programma di diffusione della cultura scientifica che il Comune di Padova promuove da 11 anni facendosi interprete di iniziative in grado di valorizzare le tradizioni di eccellenza che la città vanta nel campo della ricerca scientifica, a partire proprio da Galileo Galilei che insegnò all'Università patavina. Come da tradizione, il premio prevede due fasi che condurranno alla scelta dell'opera vincitrice. Nella prima fase la Giuria scientifica, composta da personalità di indiscusso valore in campo culturale e scientifico, individuerà la cinquina delle opere finaliste fra i testi di divulgazione scientifica pubblicati in Italia negli ultimi due anni. Per questa undicesima edizione la giuria sarà presieduta dal chimico e scrittore Dario Bressanini, autore di numerosi libri scientifici sull'alimentazione, che sfatano molte delle nostre credenze sul cibo sano e naturale, e del seguitissimo blog “La scienza in cucina”.

SELEZIONE. La selezione, aperta al pubblico, si terrà il 18 gennaio 2017 a Padova, presso l'auditorium del Centro culturale Altinate San Gaetano, a partire dalle ore 10.00. Nella seconda fase, una Giuria popolare, formata da studenti delle classi IV degli istituti superiori di tutte le province italiane determinerà, nell'ambito della cinquina, l'opera da premiare. Nell’edizione 2016 hanno partecipato 67 scuole da tutta la penisola e 55 hanno anche presenziato a Padova per la premiazione finale. La cerimonia di premiazione si terrà, anche questa in forma pubblica, il 5 maggio 2017 a Padova, presso il palazzo della Ragione a partire dalle ore 16. Nell’ambito dell’undicesima edizione del Premio Galileo si terranno, poi, diversi incontri con gli autori dei libri finalisti. Studenti e cittadini avranno la possibilità di conoscere più da vicino i cinque studiosi selezionati dalla giuria scientifica in altrettante giornate dedicate ciascuna ad una pubblicazione.

INCONTRI E APPUNTAMENTI. Nei mesi di marzo e aprile saranno organizzati gli appuntamenti con l’ormai sperimentata modalità del doppio incontro, la mattina dedicata alle scuole superiori della città (e in streaming di tutta Italia) e il pomeriggio al pubblico generico. Ancora in tema di incontri e approfondimenti, si terranno poi due appuntamenti al mese, da febbraio ad aprile, con gli esperti del Cicap (Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze) per approfondire con i metodi della scienza la magia e i fenomeni paranormali. Torna, infine, anche Recensire la scienza, l’atteso concorso parallelo al Premio Galileo che da anni è seguito e apprezzato da un vastissimo pubblico. Tutti potranno, per una volta, diventare critici letterari e cimentarsi in una recensione dei cinque libri finalisti pubblicando il loro scritto sulla pagina facebook ufficiale del Premio Galileo. I “mi piace” decreteranno i vincitori (regolamento e info a breve alla pagina facebook.com/premio.galileo.padova/).


GIURIA. La giuria scientifica 2017 presidente: Dario Bressanini, chimico, divulgatore scientifico e scrittore italiano; Maria Pia Abbracchio, professore ordinario di farmacologia all’Università di Milano; Nicola Armaroli, dirigente di ricerca, Consiglio Nazionale delle Ricerche; Francesco Bombi, studioso senior dello Studium patavinum e socio amministratore dell'Accademia Galileiana; Giovanni Caprara, giornalista scientifico de "Il Corriere della Sera" e presidente Unione Giornalisti Italiani Scientifici; Patrizia Caraveo, direttore INAF-IASF Milano; Rodolfo Costa, professore ordinario di genetica all’Università di Padova; Giulio Giorello, professore ordinario di filosofia della scienza all'Università di Milano; Pietro Greco, giornalista e scrittore, socio fondatore Fondazione Idis-Città della Scienza di Napoli; Paola Manni, professore ordinario di linguistica italiana all'università di Firenze e membro dell'Accademia della Crusca; Armando Massarenti, responsabile supplemento culturale "Domenica" del Sole - 24Ore Rossella Panarese, Radio 3 Scienza; Giulio Peruzzi, professore associato di storia della fisica - dipartimento di Fisica all'università di Padova Massimo Turatto, dirigente di ricerca dell’Istituto Nazionale di Astrofisica e direttore dell’osservatorio astronomico di Padova.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento