"Festival della sostenibilità", tutti gli eventi di sensibilizzazione su temi ambientali, sociali ed economici 

L’edizione 2019 propone eventi organizzati dall'Università, dal Comune, o da entrambi congiuntamente. Durante i giorni della manifestazione non mancheranno le occasioni per affrontare a 360 gradi sfide cruciali e attuali (cambiamenti climatici, acquisti verdi, ecc.)

Le progettualità di Comune e Università di Padova legate alla sensibilizzazione sulle tematiche ambientali e dello sviluppo sostenibile quest’anno, per la prima volta, si uniscono e danno vita al Festival della Sostenibilità. Tanti eventi che affrontano a 360 gradi sfide cruciali e attuali (cambiamenti climatici, acquisti verdi, economia circolare, educazione ambientale), legati in particolare ai 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile indicati dall’Agenda 2030. Il Festival della Sostenibilità nasce dall’intrecciarsi di due percorsi che in questi anni hanno visto impegnati il Comune di Padova con il Festival Ambiente e Cultura e l’Università di Padova con la partecipazione al Festival dello Sviluppo Sostenibile.

Scarica tutto il programma completo

«Siamo particolarmente felici di questa importante collaborazione – sottolinea l’assessora all’Ambiente del Comune di Padova – Due istituzioni importanti mettono assieme esperienze e competenze per dare vita a una manifestazione coesa che offre tantissimi spunti di interesse. Le tematiche ambientali e la sostenibilità oggi sono al centro del dibattito pubblico, lo dimostra anche la voce dei giovani che chiedono attenzione per il pianeta. Nel programma del Festival sensibilizzazione e approfondimento vanno di pari passo con l’analisi di quello che come Comune stiamo facendo e quello che faremo».

«Quest’anno aderiamo per la seconda volta al Festival – spiega la professoressa Francesca Da Porto, Prorettrice all'Edilizia e Sicurezza dell'Università di Padova – organizzando come Ateneo più di 40 eventi tra laboratori, convegni, proiezioni, manifestazioni sportive, seminari aperti al pubblico. Per l’edizione 2019 abbiamo deciso di lavorare assieme al Comune di Padova e presentare un programma condiviso e davvero molto ricco, con eventi organizzati dall'Università, dal Comune, o da entrambi congiuntamente. Durante i giorni del festival cercheremo di sensibilizzare la città ed il territorio su temi ambientali, sociali ed economici legati all’Agenda per lo Sviluppo Sostenibile. In chiusura, il 5 giugno, presenteremo le azioni progettate e realizzate in un anno di UniPadova sostenibile, finalizzate alla riduzione dell’impatto ambientale dell’ateneo. La definizione di obiettivi chiari e il coinvolgimento dell’intera comunità universitaria ci sta premettendo di raggiungere risultati concreti e molto positivi. Discuteremo di come la consapevolezza degli effetti dei nostri comportamenti e l’investimento in nuovi processi all’interno dell’organizzazione possa portare a cambiamenti reali».

Festival ambiente e cultura dal 20 al 26 maggio

Il Festival Ambiente e Cultura, nato nel 2006 come rassegna di un giorno per promuovere la cultura dell’ambiente attraverso il linguaggio della musica e del teatro, giunge alla sua quarta edizione con lo stesso spirito: proporre diversi eventi in più giornate per riflettere sugli stili di vita sostenibili attraverso diversi linguaggi (conferenze, spettacoli teatrali e musicali, progetti educativi nelle scuole, presentazioni di libri...).
Gli eventi di questa edizione si inseriscono nell’ambito del Festival dello Sviluppo sostenibile promosso dall’Alleanza italiana per lo Sviluppo sostenibile.
Inoltre, l’Amministrazione Comunale sperimenterà una valutazione dell’impatto degli eventi promossi nell’ambito del Festival Ambiente e Cultura, sia quelli dal 20 al 26 maggio, sia quelli che si terranno prima e dopo nel “Fuori Festival”.

In allegato il programma dettagliato dei convegni. Maggiori info e il programma completo alla pagina

https://www.padovanet.it/informazione/festival-ambiente-e-cultura-2019

Festival dello sviluppo sostenibile dal 21 maggio al 6 giugno

L’Università di Padova, nell’ambito di UniPadova Sostenibile, partecipa al Festival dello Sviluppo Sostenibile, promosso dall’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS) con un ricco cartellone di eventi e iniziative promosse e organizzate da tutte le componenti della comunità universitaria (docenti, associazioni studentesche, dipendenti e strutture dell’Ateneo), con l’obiettivo di dialogare con la cittadinanza sui temi dei 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile. Il programma completo degli eventi organizzati dall’Università di Padova è online alla pagina

www.unipd.it/sostenibile/festival-sviluppo-sostenibile

Gli obiettivi dell’Agenda 2030

Il 25 settembre 2015, le Nazioni Unite hanno approvato l’Agenda Globale per lo sviluppo Sostenibile e i relativi 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable Development Goals – SDGs nell’acronimo inglese), articolati in 169 Target da raggiungere entro il 2030.
Ogni evento inserito del Festival della Sostenibilità vuole contribuire a uno o più di questi obiettivi: nella comunicazione sarà indicato quale o quali tra gli SDGs persegue l’iniziativa.

Gli spettacoli

Martedì 21 maggio - ore 21.15 | Sala Carmeli - via G.Galilei, 36
“Cantico di terra… e di acqua”
con Laura Curino (voce narrante), Maurizio Camardi (sassofoni, duduk, flauti etnici), Ilaria Fantin (arciliuto) e Paolo Mazzo (immagini)

Due musicisti e un'attrice avvolti da suoni e parole che procedono in parallelo con gli impulsi, le suggestioni e le emozioni delle immagini.
Il cantico, la terra e l'acqua sono gli elementi necessari per questo viaggio dove l'orizzonte tra "l'alto" e "il basso" si confonde continuamente, dove spiritualità e dimensione terrena sono figlie della stessa genesi, dove natura e uomo risultano strettamente compenetrati.
Lo spettacolo è la sintesi di una lunga collaborazione artistica tra il sassofonista Maurizio Camardi e l'attrice Laura Curino ed è il luogo ideale di costruzione di uno spazio all'interno del quale musica, narrazione e immagini si scambiano continuamente i ruoli, rincorrendosi non uno al servizio dell'altra ma miscelando le proprie caratteristiche, i sapori, i timbri e i colori.
Le letture sono frutto di un'attenta selezione dello scrittore Massimo Carlotto e della stessa Laura Curino, uno dei nomi più interessanti del panorama teatrale italiano.
Le immagini sono del fotografo padovano Paolo Mazzo, da tanti anni impegnato in servizi e reportage in Italia e all'estero e in progetti con Maurizio Camardi di cui ha firmato le copertine di tutti i cd.
Evento in prima assoluta per Padova inserito nel Festival "Ambiente e Cultura” promosso da Comune di Padova Assessorato all’Ambiente e organizzato da Informambiente Padova in collaborazione con la Scuola di Musica Gershwin.
Ingresso gratuito fino a esaurimento posti
Prenotazione obbligatoria al 342.1486878 o via mail a eventi@spaziogershwin.org

Domenica 26 maggio - ore 18, Teatro Giardino di Palazzo Zuckermann, corso Garibaldi, 33 (in caso di maltempo Sala Carmeli - via Galilei 36)
“Terra madre: sorella acqua, fratello seme”
con Daniela Tusa (voce narrante) e Yo Yo Mundi (musiche e canzoni), testi di Cinzia Scaffidi e Paolo Enrico Marchetti Maestri, in collaborazione con Slow Food

Lo spettacolo nasce dalla collaborazione tra il gruppo piemontese Yo Yo Mundi e il Centro Studi di Slow Food che hanno presentato questo progetto in anteprima nazionale il 26 ottobre 2014 al “Salone del Gusto/Terra Madre” a Torino, replicandolo poi in altre città italiane e anche in Svizzera.
Per la prima volta arriverà a Padova in occasione del Festival "Ambiente e Cultura” promosso da Comune di Padova Assessorato all’Ambiente e organizzato da Informambiente Padova in collaborazione con la Scuola di Musica Gershwin.
Questo lavoro nasce nasce dall'esigenza di trattare temi importanti come il cibo e la vita di tutti gli esseri e organismi viventi (semi, animali, piante, le api e gli altri insetti, vita piccola, microorganismi), l'acqua (fiumi, mari, pioggia), la terra (il territorio, la montagna, i boschi e lo spazio verde in generale, le coltivazioni) e, in generale, la tutela - e la conoscenza - della nostra madre terra in un modo fresco, nuovo, leggero e divulgativo.
Realizzato con la supervisione, l’esperienza, l'energia e le parole di Slow Food (l'autrice dei testi è Cinzia Scaffidi), lo spettacolo è un intreccio di canzoni e narrazioni a cura dell’attrice Daniela Tusa e del collettivo musicale piemontese Yo Yo Mundi che attinge nel repertorio dagli album Munfrà (dedicato alla tradizione ed il territorio) e Evidenti tracce di felicità (che si è classificato tra i primi cinque album del 2016 della categoria più prestigiosa della Targa Tenco) oltre a proporre composizioni originali scritte appositamente per questo progetto.
Ingresso gratuito fino a esaurimento posti.
Prenotazione obbligatoria al 342.1486878 o via mail a eventi@spaziogershwin.org

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    «Siamo ai 220», poi lo schianto fatale: 35enne padovano muore dopo la diretta Facebook

  • Cronaca

    Corso Australia, il cemento liquido provoca una bolla di 50 cm. Micalizzi: «Salvaguardiamo la viabilità»

  • Cronaca

    Trova portafogli con 7mila euro e lo restituisce: il bel gesto del turista trenti

  • Meteo

    Maltempo, dichiarata criticità idrogeologica e idraulica anche per Padova e provincia

I più letti della settimana

  • Dramma della solitudine: giovane stroncata in casa, era morta da giorni

  • Blitz in azienda, quasi metà degli operai sono irregolari. Pesanti sanzioni in arrivo

  • «Siamo ai 220», poi lo schianto fatale: 35enne padovano muore dopo la diretta Facebook

  • Scuolabus si ribalta: undici bambini feriti. Catturato l'autista in fuga, aveva bevuto

  • Il finocchio: le sue proprietà, le controindicazioni e gli usi in cucina

  • Pauroso frontale a Rubano: donna di 84 anni muore nello schianto

Torna su
PadovaOggi è in caricamento