#AllYouCanItaly, oggi più che mai: iniziata l'edizione numero 11 del Future Vintage Festival

Al via l’undicesima edizione del festival che proporrà un palinsesto ricco di ospiti, cultura, musica, lifestyle e intrattenimento, seguendo il tema dell’italianità

In quest’annata davvero molto particolare Future Vintage, il festival culturale e della comunicazione che indaga le origini delle tendenze contemporanee, ha deciso di non mollare il colpo. Al via quindi l’undicesima edizione del festival che proporrà un palinsesto ricco di ospiti, cultura, musica, lifestyle e intrattenimento, seguendo il tema dell’italianità. Una “spaghetti edition” tutta all’italiana che avrà come payoff #AllYouCanItaly e che anche quest’anno avrà Radio Deejay e Radio m2o come main media partner, tra area marketplace, talk, musica e intrattenimento.

Edizione in versione anti-Covid

Un’edizione particolarmente inedita, non solo per i contenuti esclusivi proposti in calendario, ma soprattutto per le particolari attenzioni che sono state destinate ad una serie di norme anti Covid e a determinate linee guida di comportamento individuale. Future Vintage è difatti il primo festival ad adottare un sistema controllato di visite scaglionate e contingentate, per disciplinare i flussi del pubblico. Sarà possibile acquistare il biglietto in loco, mentre la prevendita online è disponibile sul sito www.futurevintage.it o nei canali social ufficiali di Future Vintage Festival. Oltre agli ingressi scaglionati sono molteplici le procedure anti Covid: all’ingresso del Centro San Gaetano verrà misurata la temperatura corporea attraverso termoscanner all’avanguardia, i posti a sedere presso l’auditorium che ospiteranno gli incontri gratuiti con gli ospiti della kermesse sono stati debitamente distanziati, la location dell’evento ha disposto numerose aree dispenser munite di gel igienizzante e mascherine; la visita al Centro San Gaetano sarà inoltre disciplinata da determinati percorsi, vigilati dal personale di sicurezza, al fine di non creare assembramenti.

Area Expo ampliata e più spaziosa

Non mancherà l’area expo marketplace, all’interno del Centro San Gaetano, per dedicarsi allo shopping e alla ricerca di tendenze, tra brand intenazionali, resellers, street wear, espositori vintage da tutta Italia, urbanwear, casual & luxury. Quest’anno l’Area Marketplace sarà più spaziosa, con più distanziamento tra gli espositori e maggiore consulenza al cliente, per un’esperienza e un servizio di maggiore qualità.

#AllYouCanItaly

L’undicesima edizione di Future Vintage è per la prima volta al 100% all’italiana, all’insegna del tema #AllYouCanItaly. Nulla è più Future Vintage della ripartenza. Come l’Italia che riparte dall’Italia, come nelle estati degli anni ’60 si riscoprono bellezze e contraddizioni del Belpaese. Future Vintage 2020 esplorerà contraddizioni, primati e stereotipi del genio italico e ripercorrerà le origini del mito del Made in Italy, tra moda, cultura, arte e comunicazione, assieme a grandi ospiti che si alterneranno in conferenze ad iscrizione gratuita presso l’auditorium del Centro Culturale San Gaetano, storica sede istituzionale della kermesse.

“Clash generazionale”

Per quest’edizione Future Vintage torna con una serie di incontri che creano “clash multi generazionali” ed occasioni inedite di confronto. Nessuna sfida o duello, se non l’incredibile opportunità di raccontare due Italie diverse, viste dagli occhi di protagonisti che fanno parte di diverse generazioni, stili e culture, ma che fanno sempre parte di quell’incredbile mix che costituisce la creatività italiana. Si comincia con l’incontro tra Tormento e Boro Boro (Venerdì 11 Settembre), per la prima volta assieme, ci racconteranno il perchè del boom del rap italiano. Tormento è considerato a pieno titolo uno dei pionieri del rap e dell’hip hop nel nostro paese, portando questa subcultura urbana nei palchi mainstream come frontman dei Sottotono negli anni ’90. Boro Boro rappresenta la nuova generazione di trapper, nati alla fine degli anni ’90 e i primi anni Duemila, e seguitissimi nei social e che fanno da colonna sonora nella vita della cosiddetta Gen Z. Altro “clash” inedito: quello tra l’orchestra Casadei, erede del re del liscio Raoul, e il Pagante (sabato 12 ettembre), una delle realtà dance più virali della rete. Vale a dire il ritratto di un’Italia che balla e che fa vista da due lati opposti della dancefloor, due generazioni a confronto. Da una parte l’orchestra erede del Re del Liscio, dall’altra il progetto musicale che ha conquistato il web e il panorama dance italiano. Fenomeni sociali e protagonisti dell’entertainment, ma anche ritratti antropologici degli italiani che amano interpretare il divertimento in modo diverso.

Un palinsesto ricco di ospiti

Protagonisti nel mondo della moda, della comunicazione, della fotografia, dello spettacolo e della creatività si avvicenderanno in incontri gratuiti presso l’auditorium del centro San Gaetano. Il programma per Sabato 12 Settembre prevederà: alle ore 11.00 Le Coliche, i fratelli Marx della comicità italiana alle prese con vizi e virtù dell’italiano medio, alle ore 15.00 Orchestra Casadei con il Pagante (vedi sopra), alle ore 16.30, Francesco Lettieri, con la voce di Radio Deejay Gianluca Vitiello, l’Italia vista dal regista che ha creato l’immaginario indie tricolore e l’estetica partenopea di Liberato; infine Pinuccio, ore 18.00, Annessi e Sconnessi, l’Italia ai tempi dei social, tra hater, baby influencer e complotti a colpi di like con il personaggio tv e web tra i più seguiti in Italia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Giardini dell’Arena

Future Vintage riparte anche da una nuova area ‘’garden’’: Chic Nic Future Vintage Organics Garden, all’interno della splendida cornice dei Giardini dell’Arena Romana ai piedi della Cappella degli Scrovegni, che ospita gli incantevoli affreschi di Giotto, in pieno centro storico a Padova. Raffinate selezioni musicali al tramonto, drink & food gourmet, aree relax con salotti vintage en plein air: il polmone verde della città raddoppierà gli spazi per accogliere il pubblico di Future Vintage, dalle ore 18 in poi. Un’area completamente rivisitata che proporrà una tre giorni per dilazionare e distanziare le presenze, godersi all’aria aperta il giardino estivo della città, pronti a far vivere la miglior esperienza, senza rinunciare all'atmosfera di Future Vintage. Una location in grado di accogliere il pubblico all’aria aperta, con una grande area living in stile vintage, arricchita di sedute, divani, poltrone, salotti, a coniugare comfort, distanza e sicurezza. Un’ambientazione tropical e bohemien, con scenografie e allestimenti immersi nel verde, mentre le luci del tramonto scenderanno a lambire i giochi d’acqua delle fontane e ad accompagnare gli aperitivi musicali, con prelibatezze da passeggio realizzate da osterie gourmet del territorio. Durante la tre giorni, ai Giardini dell’Arena si alterneranno ospiti musicali internazionali, con le selezioni musicali dei due padrini dell’ “Italian style” nel mondo, Claudio Coccoluto, re dell’house music internazionale (11 Settembre) e Daniele Baldelli, pioniere e precursore assoluto della figura del dj, fondatore della cosmic disco (12 Settembre), più la “next big thing” del cantautorato indie italiano, Margherita Vicario (13 Settembre), accompagnati dalle selezioni musicali di Cipria, Aperitivo al Verde Sound System, Italiani Brava Disco e Irina Kore. Musica d’ascolto che andrà ad arricchire la particolare atmosfera di Chic Nic ai Giardini dell’Arena Romana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giordani: «Mia figlia vive un momento delicato, per alcuni giorni mi asterrò da qualsiasi attività pubblica»

  • Il Giro d'Italia arriva a Monselice: strade chiuse dalle 12.30, dodici i comuni interessati

  • Grave incidente sul lavoro al centro raccolta rifiuti di via Montà: morto un operaio

  • Coronavirus, Zaia: «Ho l'impressione che questo Dpcm sia solo un "riscaldamento a bordo campo"»

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e nel Veneto

  • Coronavirus, Zaia: «La situazione di oggi è sopportabile, quella di domani non lo so»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento