Cultura

Al pittore padovano Gioacchino Bragato la cittadinanza onoraria del comune di Saonara

Un centinaio di ospiti, tra cui l'amico-scultore Elio Armano, ha riscaldato l'atmosfera con applausi per l'artista "semplice" le cui opere sono apprezzate da sempre

Nella cornice di villa Valmarana a Saonara è stato premiato con la cittadinanza onoraria il pittore padovano Gioacchino Bragato, 80 anni compiuti lo scorso 5 settembre. Un centinaio di ospiti ha riscaldato l'atmosfera con applausi per l'artista "semplice" le cui opere sono apprezzate da sempre. Alla cerimonia ha preso parte l'assessore alla cultura del comune di Padova Andrea Colasio e il grande amico Elio Armano, scultore, che ha descritto Gioacchino come: «Gioacchino odia l'auto. Preferisce la bicicletta. Non è solo un'artista, è anche un maestro di vita. Quando parla della sua Saonara si inorgoglisce e gli vengono gli occhi lucidi. Ama ripetere fino alla nausea che è nato in via Caovilla, perchè crede nell'identità del suo popolo saonarese e non dimenticherà mai la terra dove è cresciuto e si è costruito come uomo prima e come artista poi».

La cerimonia

Walter Stefan, il sindaco di Saonara, con la fascia tricolore ha sottolineato: «La mano di Gioacchino si riconosce lontano un miglio, artista di rara bellezza usa gli attrezzi del mestiere con semplicità e assoluta bravura. Siamo orgogliosi di avere un concittadino di questa caratura». Il vice sindaco Michela Lazzaro e il consigliere Silvia Alibardi hanno spiegato come: «È la prima volta che questa amministrazione conferisce questa onorificenza a un'artista e ciò ci riempie di orgoglio. A Saonara Gioacchino Bragato è considerato un'eccellenza, a nome della nostra amministrazione comunale non posso che augurargli tutto il bene del mondo». Dal canto suo Bragato, emozionato e felicissimo ha detto: «Sono felice di vedervi tutti qua. Mi date la forza per andare avanti e continuare nella mia missione di creare arte e felicità. Questa preziosa onorificenza che rimarrà uno dei passaggi più significativi della mia vita la desidero dedicare a mia moglie Mafalda e ai miei figli che in tutti questi anni mi hanno sempre trasmesso il loro amore e la loro vicinanza».

Gioacchino 1-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al pittore padovano Gioacchino Bragato la cittadinanza onoraria del comune di Saonara

PadovaOggi è in caricamento