Villa del Conte: per un "IV Novembre" che semini

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Riceviamo e pubblichiamo:

Quest'anno il 4 novembre a Villa del Conte verrà celebrato in un modo un po' diverso dal solito: grazie alla collaborazione del dirigente scolastico e degli insegnanti delle Scuola Primaria "De Amicis" e della Scuola Secondaria di Primo Grado "Valeri", l'Amministrazione Comunale e le Associazioni Combattentistiche e d'Arma comitensi vedranno coinvolti gli alunni, per fargli conoscere i gesti dell'alzabandiera e la deposizione della corona d'alloro al Monumento ai Caduti.

Che senso ha che dei cittadini con un cappello militare in testa, perché un tempo hanno fatto parte di un corpo militare, depongano una corona d'alloro al Monumento ai Caduti di Villa del Conte?
A nome di chi compiono questo gesto?

Lo fanno, ormai da tanti anni, in rappresentanza delle associazioni di loro appartenenza, ma lo fanno anche in rappresentanza di tutti i cittadini comitensi e italiani.
Per rendere omaggio e ricordare tutti coloro i quali hanno sacrificato la loro vita, o gli anni migliori della loro esistenza, per la Patria.

Quest'occasione non è soltanto il giorno della rimembranza e del ringraziamento, ma deve essere anche quello della riflessione per fare in modo che il passato, la storia, sia di insegnamento per il futuro.

L'avanzare della corona d'alloro verso il monumento ai caduti deve indurre a ricordare il nome e l'età di quei morti che prima della guerra giocavano, correvano o chiacchieravano su quella stessa piazza.
​I più giovani devono pensare alla fortuna di vivere in un paese come l'Italia, in un'Europa dove si propugnano ideali di pace e di solidarietà.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento