Rassegna di concerti “Jazz@Pedrocchi” 2019, appuntamenti da febbraio ad aprile

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Dal 20 febbraio il Caffè Pedrocchi di Padova riprende a suonare jazz. E da quel momento lo farà con la cadenza mensile dei concerti della rassegna musicale Jazz@CaffèPedrocchi, che torna per la sua seconda stagione. Per ora sono annunciate tre date, sino all’appuntamento di aprile, ma la programmazione continuerà poi sino a congiungersi, il prossimo autunno, con quella del Padova Jazz Festival. In cartellone sono previsti nomi affermati sia del panorama internazionale che del jazz italiano.

Scarica la locandina

Jazz@CaffèPedrocchi è organizzato dall’Associazione Culturale Miles, in collaborazione con il Caffè Pedrocchi e con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova.

A dare il via a questa nuova stagione di Jazz@CaffèPedrocchi, mercoledì 20 febbraio, sarà il batterista statunitense Eliot Zigmund, alla guida di un quartetto col suo connazionale Chris Cheek al sax, mentre la sezione ritmica è completata dalla solida pulsazione fornita da Luca Mannutza al pianoforte e Lorenzo Conte al contrabbasso.

Nato (nel 1945) e cresciuto a New York, Zigmund ha iniziato a suonare professionalmente la batteria a sedici anni. A metterlo sul piedistallo della storia del jazz basterebbero le sue collaborazioni con Bill Evans (dal 1975 al 1978) e poi con il trio del pianista francese Michel Petrucciani, col quale suonò per cinque anni nel corso degli anni Ottanta. Con Evans ha registrato album passati alla storia come You Must Believe in Spring, Crosscurrents, I Will Say Goodbye. Ma non vanno sorvolate le sue presenze nei gruppi di Steve Swallow, Vince Guaraldi, Jim Hall, Chet Baker, Stan Getz…

Per Zigmund, il quartetto col quale suonerà a Padova non è la prima occasione di incontro con il sassofonista Chris Cheek: con lui ha registrato il CD Time Was (2017). Ha già collaborato in precedenza anche con il contrabbassista veneziano Lorenzo Conte, col quale ha pubblicato l’album Spring Jazz Trio.

Al Pedrocchi, Zigmund proporrà una selezione di brani di Bill Evans, oltre agli standard prediletti dal celebre pianista e ad alcune proprie composizioni.

Come tutti i successivi appuntamenti, il concerto di Zigmund inizierà alle ore 21.30 e sarà a ingresso libero, con possibilità di prenotare tavoli. Sarà possibile anche cenare al Pedrocchi, dalle ore 20.

Jazz@CaffèPedrocchi proseguirà mercoledì 27 marzo con il trio “The Sound in Us” guidato dal contrabbassista Rosario Bonaccorso. Al fianco di uno dei più rinomati bassisti del jazz nazionale troveremo la tedesca Olivia Trummer a pianoforte e voce e Fulvio Sigurtà a tromba e flicorno.

Il noto contrabbassista, che per tanti anni è stato al fianco dei principali solisti del jazz italiano e internazionale, da circa un decennio veste soprattutto gli abiti del band leader, creando interessanti formazioni con le quali dà forma alla sua ispirata vena compositiva.

Questo nuovo e particolare trio senza batteria dall’impostazione quasi cameristica è un caleidoscopio di suoni. Il piccolo organico, poetico e lirico ma anche brillante ed energetico, rivela il suono ‘interiore’ e la notevole affinità musicale dei tre artisti. La talentuosa Olivia Trummer porta nel trio il suo pianismo fresco e creativo, la cui sobrietà espressiva è punteggiata da guizzi che ne mettono in luce le grandi capacità sulla tastiera e il sensibile gusto melodico. Completa il trio la tromba di Fulvio Sigurtà, il cui suono affascina per scelta di timbri e dinamiche, per il linguaggio contemporaneo ma intriso di tradizione.

Per il terzo appuntamento della sua programmazione, mercoledì 24 aprile, Jazz@CaffèPedrocchi ospiterà il trio della contrabbassista Linda May Han Oh.

Nata in Malesia, cresciuta in Australia e ora residente a New York, Linda May Han Oh ha imparato a suonare pianoforte, fagotto e basso elettrico prima di passare al contrabbasso nel 2002. Linda ha ricevuto il premio ASCAP Young Jazz Composer nel 2008 e una menzione d’onore alla Thelonious Monk Bass Competition del 2009. Si è esibita con artisti del calibro di Joe Lovano, Steve Wilson, Vijay Iyer, Dave Douglas, Kenny Barron, Geri Allen, Terri Lyne Carrington… Attualmente è la bassista della band del celeberrimo chitarrista Pat Metheny: in tale veste è apparsa al Padova Jazz Festival del 2017.

***

Programma

Mercoledì 20 febbraio - ore 21.30
Eliot Zigmund Quartet
“Plays Bill Evans and Beyond”
Eliot Zigmund (batteria), Chris Cheek (sax),
Luca Mannutza (pianoforte), Lorenzo Conte (contrabbasso)

Mercoledì 27 marzo 2019 - ore 21.30
Rosario Bonaccorso Trio
“The Sound in Us”
Rosario Bonaccorso (contrabbasso), Olivia Trummer (pianoforte, voce),
Fulvio Sigurtà (tromba, flicorno)

Mercoledì 24 aprile 2019 - ore 21.30
Linda May Han Oh
Linda May Han Oh (contrabbasso), Fabian Almazan (pianoforte), Rudy Royston (batteria)

***

Informazioni

Associazione Culturale Miles
Via Montecchia 22 A, 35030 Selvazzano (PD)
Tel.: 347 7580904
e-mail: segreteria@padovajazz.com

Caffè Pedrocchi: via VIII Febbraio 15, 35122 Padova (PD)
web: www.caffepedrocchi.it

Cena ore 20
Concerto ore 21.30

Ingresso libero con possibilità di prenotazione tavolo (anche solo per il concerto): tel.: 049 8781231
email: prenotazioni@caffepedrocchi.it

Direzione artistica: Gabriella Piccolo Casiraghi

Evento facebook https://www.facebook.com/events/2287754178132560/

https://www.facebook.com/milesassociazioneculturale/

Torna su
PadovaOggi è in caricamento