Land on Art Festival, i risultati dell'estate dedicata alla land art sui colli Euganei

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Un’estate all’insegna della land art nel Parco Regionale dei colli Euganei, grazie al Land on Art Festival, ideato da Melania Ruggini e organizzato dall'associazione Atelier Calicanto di Teolo. Si sono, nella cornice offerta dell’anfiteatro del Venda, i dieci appuntamenti con l’arte, la musica e le escursioni di Land on Art Festival. Un’esperienza coraggiosa di valorizzazione paesaggistica e culturale nell'area dei colli Euganei.

SOSTENITORI. Il progetto itinerante è stato sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo all’interno del bando Culturalmente 2016 e ha potuto contare sulla collaborazione di varie realtà istituzionali ed associative attive nel territorio, quali l’amministrazione di Torreglia, l’azienda Ca’ Lustra di Zanovello, le Cantine Bernardi di Torreglia, le scuole medie di Torreglia, Casa Marina di Cinto Euganeo e il liceo scientifico Galilei di Selvazzano, le associazioni Cooperativa Sociale Terra di Mezzo, Festa Continua, Mideando ed infine Ande, Cante e Bali.

I LUOGHI. In questi mesi, da aprile a giugno, si è venuto a creare un percorso emozionale e sensoriale che grazie alle installazioni di land art congiunge luoghi unici che caratterizzano il Parco Regionale dei colli Euganei e in particolare il comune di Torreglia, come Fonte Regina, Torreglia alta con la Pieve di San Sabino e il percorso della Mira, l’ex corte benedettina delle Cantine Bernardi, l’Anfiteatro del Venda.

GLI ARTISTI. Numerosi gli artisti coinvolti: Alessandra Carloni, Tellas, Ciredz, Caterina Sega, Jessica Ferro, Andrea Clementi, Valentina Burel, Alberto Canella, Luca Vallese in arte Zentequerente, Bruno Martinuzzi, Fabrizio Saiu, Alessandro Tombesi.

I PROGETTI SCOLASTICI. Una parte importante di Land on Art è stata dedicata ai workshop e ai laboratori con le scuole, fiore all’occhiello di questa iniziativa. Sono due gli istituiti coinvolti quest’anno: le scuole medie Facciolati di Torreglia e il liceo scientifico Galilei di Caselle di Selvazzano. Nel primo laboratorio i ragazzi hanno partecipato alla realizzazione di un bellissimo e colorato murales ad opera dell’artista Alessandra Carloni, sulla facciata principale della scuola media. Gli allievi dello scientifico di Selvazzano sono stati invece coinvolti in un progetto di alternanza scuola-lavoro che si è svolto sempre a Torreglia e hanno aiutato concretamente gli artisti invitati nella realizzazione delle loro opere, dal reperimento delle materie alla successiva lavorazione fino agli allestimenti. Un gruppo di loro ha dato inoltre vita ad una performance a Fonte Regina con il musicista Fabrizio Saiu. In questo modo gli studenti sono diventati parte integrante del festival e hanno partecipato a un’esperienza arricchente e formativa, lavorando in gruppo e mettendosi alla prova nella realizzazione di una kermesse estremamente articolata.

IL CONTATTO CON LA NATURA. Dal magico e imperscrutabile intreccio di abilità tecnica, ispirazione e dialogo con l'ambiente circostante sono nate le opere, ancora visibili nei luoghi di Torreglia, visibili finché non si decomporranno naturalmente. Il festival ha coinvolto le emozioni a tutti i livelli, promuovendo un nuovo rapporto con la natura sia da parte degli artisti, sia da parte dei visitatori, chiamati a essere compartecipi anche dell’atto creativo. É stato possibile infatti visitare i percorsi creativi già durante le residenze degli artisti nella fase di realizzazione delle installazioni, oltre che durante gli eventi di inaugurazione.

LA PAROLA ALL'ORGANIZZAZIONE. “Augurandoci che questa sia solo la prima tappa di un ramificato percorso all’insegna della land art abbinata alla musica, contiamo di poter tornare presto a realizzare nuovi eventi, - sostengono gli organizzatori - grazie a tutte le persone che ci hanno supportato, sostenuto, seguito, al nostro pubblico fisico e virtuale, ai ragazzi delle scuole con cui abbiamo collaborato, agli sponsor e associazioni amiche”. 

INFORMAZIONI

Ideazione e curatela Melania Ruggini
Segreteria organizzativa associazione culturale Atelier Calicanto: via Valli, 78 - Teolo
049.9902883 - Fax 049.9908091 - info@calicanto.it

https://landonartfestival.comsegreterialandonart@gmail.comlandonartfestival@gmail.com
https://www.facebook.com/landonartfestival

Torna su
PadovaOggi è in caricamento