Cultura Mandria

Lettura ad alta voce: la Fondazione OIC cerca lettori volontari

Cresce il progetto attivo da circa un anno presso la Residenza Giubileo che ha riscosso notevole successo tra gli Ospiti. La Fondazione OIC cerca lettori volontari per ampliare il bacino di utenza.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Molti studi ormai lo confermano: la lettura ad alta voce favorisce l'ascolto, la relazione, sviluppa l'immaginazione, migliora la memoria, i livelli di attenzione e soprattutto emoziona. Benefici preziosi a qualsiasi età, ma particolarmente importanti in alcune fasi della vita come l'infanzia o la vecchiaia. Ascoltare storie fa riaffiorare nella mente delle persone anziane immagini e ricordi, stimola la condivisione con gli altri del proprio vissuto, favorisce il dialogo, combatte l'isolamento.

Con queste premesse, è partito nel 2015 presso la Residenza Giubileo della Fondazione OIC onlus a Padova, il progetto "Lettura ad alta voce", sperimentalmente rivolto ad una decina di Ospiti e condotto dagli educatori il sabato mattina. "L'attività ha riscosso da subito successo, diventando un appuntamento molto atteso - racconta Silvia Marangoni, educatrice responsabile del progetto - alcuni ospiti hanno scoperto la lettura grazie a questi incontri, altri hanno potuto riprendere un'attività che a causa di difficoltà legate all'età non riuscivano più a svolgere da soli".

Volendo dunque ora estendere i benefici del progetto anche ad altre persone, la Fondazione OIC onlus lancia oggi un appello per trovare nuovi lettori volontari dal territorio. "Non servono particolari competenze - spiega Silvia Marangoni - basta l'amore per la lettura e la voglia di relazionarsi, di entrare in sintonia con l'anziano. Si tratta di un'attività che non arricchisce solo chi ne fruisce, ma anche chi la pratica: tra il lettore e il suo "pubblico" si crea infatti un legame particolare, basato sullo scambio reciproco di storie ed emozioni". Prime a rispondere all'appello sono state alcune volontarie della Biblioteca di Torreglia, ma c'è ancora posto per chi volesse fare questa esperienza.

Per proporsi come volontari basta mandare una mail a: epgiubileo@oiconlus.it con:

  • nome e cognome
  • recapito telefonico
  • breve presentazione personale
  • disponibilità

La Fondazione Opera Immacolata Concezione

Attiva da 60 anni nel supporto alle persone longeve ed in situazione di fragilità, la Fondazione OIC onlus opera sulla base di 13 sedi tra Veneto centrale, Lombardia e Marche (dal 2017). Dà lavoro ad oltre 1.500 dipendenti di 28 nazionalità diverse.

Per informazioni:

community.oiconlus.it; www.oicgiubileo.it.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lettura ad alta voce: la Fondazione OIC cerca lettori volontari

PadovaOggi è in caricamento