rotate-mobile
Cultura Sant'Ignazio / Via Giuseppe Tassinari, 1

Marco e Pippo, l’unico duo che è un trio, di nuovo sold out al Gran teatro Geox

Un successo con il nuovo show "Finalmente live", ma non è finita.  Si sta perfezionando un tour nazionale pronto per il 2022 organizzato da Zed

Riceviamo e pubblichiamo:

"Un vero e proprio tripudio, un successo annunciato: dopo due anni di assenza forzata, il 17 e 18 Dicembre si è celebrato il grande ritorno sulle scene del fenomeno Marco e Pippo, il trio comico dei talentuosi Marco Zuin, FilippoBorille e Gaetano Ruocco Guadagno, che al Gran Teatro Geox hanno portato in scena, in prima nazionale, la loro nuovo produzione “Finalmente Live”. Un Geox tornato, dopo tanto tempo, il tempio dello spettacolo dal vivo, con due date sold out, uno scroscio di applausi e di risate senza fine e grandi ospiti in platea (ovviamente nel massimo rispetto delle nuove prescrizioni in materia sanitaria ed il controllo del Super Green Pass con documenti di identità). Tra i presenti, a dare la propria “benedizione artistica” agli artisti e al loro nuovo progetto, il Sindaco di Padova Sergio Giordani, il Patron Geox Mario Moretti Polegato, la luminare Prof.ssa Franca De Lazzari (Direttore medico Gastroenterologia Sant’Antonio Padova), Luciano Sandonà (Consigliere Regionale) e tantissimi altri.

Sono le 21.20 . Il Gran Teatro Geox è gremito ed in attesa. Si apre il palco ed è subito festa con una sfida di danza fra il corpo di ballo e Gaetano (“staltro” del trio), dando vita ad un pezzo visualcarico di energia e comicità. La sfida si conclude con l’ingresso di un nuovo personaggio: Umberto Laso (Pippo), che interroga Marco alla ricerca «dell’anziano ballerino che poi è sciopà»e svolge il suo compito impeccabilmente accertando il rispetto delle procedure di sicurezza «Ha seguito la normativa per resuscitare? E’ risuscitato secondo le scritture?».

Dopo numerose battute incalzanti inizia “Finalmente Live”: entra Francesco Del Conte, DJ di Radio Piter Pan, tra grandi ledwall da studio televisivo dove scorrono i volti dei ragazzi, e di nuovo ballo e tanta energia. Entrano i tre comici super eleganti dando il via ad un pezzo off mask. Si sbizzarriscono in un dialogo che, a partire da un tema semplice e attuale come quello dei regali di Natale, ci offre alcune divertenti pillole e riflessioni su alcuni paradossi dei nostri tempi, su temi come linee guida da rispettare, parole che si possono/non si possono usare per non urtare nessuno, fino ad aprirci qualche scorcio nelle loro caratteristiche personali: scopriamo un Pippoche abita sui colli, un Marco precisino e Gaetano, amante dello shopping «A casa di Gaetano sul campanello no ghe ze el cognome, c’è scritto DIADORA. Ansi, Gaetano Ruocco Zalando!»

Da qui un susseguirsi di situazioni con personaggi vecchi e nuovi per il palco: il parrucchiere JeanPierre che aveva esordito nella serie “Zio Ueb”, il cui salone diventa il salotto per Elsa e Luisa, la prima interpretata da Marco, soubrette un po’ agée, con tanto di barba (ma ben curata) che cattura per le sue frasi non sense e perle di saggezza «per capire chi ho davanti io chiedo sempre: intanto quanti anni hai e perchè? Poi, hai mai fatto un selfie nudo o comunque vestito?? Canti sotto la doccia? Come ti organizzi con le scariche elettriche rilasciate dal microfono? Ecco, con queste domande capisci sicuramente se è un uomo affidabile o no». Luisa (Pippo), italo americana con dizione inglese impeccabile ed altrettanto spiccato accento veneto «I’M FEELING STRESS AS A SNAKE - A SO AGITÀ COME NA BISSA! Stasera go un appuntamento».

Lo spettacolo prosegue con sketch che giocano su stili sempre diversi e creano un ritmo incalzante: Gaetano che interpreta le storie dei “quasi famosi” con il suo Alberigo Fuffa, dove Marco e Pippo fuori campo commentano in stile “Mai Dire Gol”, l’attesissima coppia Duilio e Inesdal tearapeuta, ancora un pezzo visual di Gaetano e le sue interpretazioni di cosa vedere al cinema. Il pubblico esplode quando a chiusura spettacolo entra l’attesissimo Assessore CianoContin, che coinvolge il pubblico presentando, come i più grandi politici, il suo inno. Ad accompagnare l’Assessore, entra a sorpresa il coro dei Summertime (in scena al Geox il prossimo 26 dicembre 2021): il karaoke sullo schermo e 2400 persone che partecipano a questa festa, alle parole di «Se vediamo l’ingiustizia, se vediamo molto brutto, se vediamo molto buio, femo ciaro».

Oltre due ore di spettacolo dove il pubblico, ormai una vera comunità che li segue da tempo, risponde, risponde con grandissimo affetto testimoniandone la grande crescita artistica. Un ruolo importante in questa crescita, va riconosciuta a Carlo Negri: co autore di Marco e Pippo, autore di grandi comici italiani, che è entrato in punta di piedi nell’equilibrio dei tre comici e che in un anno di lavoro fianco a fianco, che hanno permesso un salto in termini di professionalità a questa squadra già vincente, mantenendone il sapore della famiglia.

MArcoePippo_ospiti-2

Si è vissuto un momento di consacrazione artistica dei tre protagonisti, a pieno merito pronti per un nuovo tour nazionale. Zed, co-produttore del progetto, è particolarmente orgoglioso di questo primo traguardo e sta infatti approntando un calendario di appuntamenti che vedrà Marco e Pippoprotagonisti indiscussi di nuovi prestigiosi appuntamenti in tutta la penisola. E non solo.

Nella foto insieme al Trio da sx vs dx: Prof.ssa Franca De Lazzari (Direttore medico Gastroenterologia Sant’Antonio Padova), Valeria Arzenton (Zed Live), Mario Moretti Polegato(Patron Geox).

Info web

https://www.davverocomunicazione.com/marco-e-pippo-un-trionfo-i-due-spettacoli-al-geox-di-padova-un-tour-nazionale-pronto-per-il-2022/"

Foto articolo da comunicato stampa

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marco e Pippo, l’unico duo che è un trio, di nuovo sold out al Gran teatro Geox

PadovaOggi è in caricamento