menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Da sinistra, Patrizia Modena con la divisa della Nazionale di “Miss Mamma Italiana”, Maria Grazia Montevecchi della Te.Ma Spettacoli e Sante Rizzo con la divisa del team “Amici di Miss Mamma Italiana”.

Da sinistra, Patrizia Modena con la divisa della Nazionale di “Miss Mamma Italiana”, Maria Grazia Montevecchi della Te.Ma Spettacoli e Sante Rizzo con la divisa del team “Amici di Miss Mamma Italiana”.

In campo la nazionale di calcio di "Miss mamma": coniugi di Conselve in sfida

Una sfida a fin di bene, per sensibilizzare su una malattia "fantasma", l'endometriosi. Sante Rizzo, capitano della rappresentativa "Amici di Miss mamma italiana", ha affrontato in campo la moglie, Patrizia Modena "Miss mamma italiana gold sponsor top 2014"

La Nazionale di Calcio di “Miss mamma italiana”, allenata da Christian Sagredin e composta dalle mamme vincitrici di fascia del concorso dalla sua prima edizione ad oggi (il team è nato con l’intenzione di sostenere iniziative a scopo benefico in tutta Italia, con la dolcezza ed il sorriso delle mamme italiane), è stata protagonista della “Partita del sorriso”, che si è disputata sul triangolo verde dell’impianto sportivo dell’“Agriturismo Massari” di Conselice (Ravenna), contro la rappresentativa “Amici di Miss mamma italiana”, di cui è capitano Sante Rizzo, di Conselve, marito di Patrizia Modena “Miss mamma italiana gold sponsor top 2014”: i due coniugi padovani, solo per questa importante occasione, sono scesi in campo l'uno contro l'altra.

SOLIDARIETÀ. Al di là del risultato finale, infatti, lo scopo dell'incontro era, tramite lo sport, sensibilizzare su una malattia “fantasma”, l’endometriosi, una patologia complessa e non di rado sottovalutata, cronica e spesso progressiva, che in Italia colpisce 3 milioni di donne fin dall'adolescenza (questo dato è in realtà una sottostima dei casi reali e purtroppo i tempi medi di diagnosi dalla prima comparsa dei sintomi, che solitamente avviene in età adolescenziale, è in media di 7/8 anni) e che, per questo motivo, deve essere ben conosciuta per permettere un'attivazione spontanea in caso di sintomi sospetti.

VINCONO LE MAMME. Agguerritissime le mamme scese in campo: nell’incontro, diretto dall’arbitro Luciano Urbinati di Riccione, hanno vinto con il risultato di 6 a 4; la “parte del leone” è stata quella del capitano, la ravennate Maria Cristina Pezzi, che ha realizzato due goal, così come la faentina Tania Scarpa, mentre l’anconetana Elena Boncompagni e la cesenate Tiziana Atzori hanno segnato un goal a testa. Ma, a vincere davvero la partita, è stata la solidarietà: il ricavato dell’evento è stato devoluto all’associazione Onlus Arianne Endometriosi, da sempre sostenuta da “Miss Mamma Italiana”.

L'ENDOMETRIOSI. Si parla di endometriosi quando l'endometrio, il tessuto normalmente presente all'interno dell'utero si trova in altre sedi (ovaie, tube, peritoneo, vescica, uretre, intestino, vagina), formando "noduli", "tumori", "lesioni", "impianti" che possono causare dolore, sanguinamenti interni, infiammazioni croniche ed altri sintomi associati. La malattia è una delle più diffuse cause di infertilità (il 30% delle donne che soffre di questa malattia non riesce a concepire) e ha pesanti risvolti sulla vita familiare, sociale e lavorativa di chi ne soffre. Le cause possono essere legate ad alcuni fattori ambientali ed inquinanti e possono essere di origine genetica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Superenalotto: vincite a Noventa Padovana e a Este

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento