menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il museo Morgagni di anatomia patologica si rinnova e apre al pubblico

Mercoledì verranno presentate le novità apportate alla struttura dell'università di Padova dedicata a Giovanni Battista Morgagni, tra tecnologia Qr Code e realtà aumentata

Tante novità al passo con la tecnologia per il museo Morgagni, che apre al pubblico nella sua veste totalmente rinnovata a partire dal 14 novembre.

Una figura simbolica

Il museo è dedicato al grande scienziato del Settecento, che a Padova condusse i suoi studi avanguardistici nell'ambito dell'anatomia patologica tanto da essere definito "Sua maestà anatomica". Giovanni Battista Morgagni (1682-1771), forlivese di nascita, a Padova come docente di anatomia fondò l’anatomia patologica e il metodo anatomo-clinico. Mercoledì 14 novembre alle 12.30 verrà inaugurato il museo Morgagni di anatomia patologica dell’università di Padova, situato nell’ex istituto di anatomia patologica in via Aristide Gabelli.

Valorizzazione e sicurezza

Il museo, fondato negli anni Settanta dell’Ottocento, viene aperto dopo essere stato del tutto rinnovato sia dal punto di vista strutturale che da quello scientifico e didattico. Tra le molte novità, al suo interno verranno utilizzate la tecnologia Qr Code e la realtà aumentata. Prima della visita guidata prevista alle ore 13 sarà illustrato il sistema espositivo innovativo che, allo stesso tempo, rispetta i più rigidi standard di sicurezza e protezione del visitatore e valorizza i reperti.

L'inaugurazione

Saranno presenti Giuliana Tomasella direttore del Centro di ateneo per i musei dell’università di Padova, Sabino Iliceto direttore del Dipartimento di scienze cardio-toraco-vascolari e sanità pubblica, Cristina Basso direttore Uoc patologia cardiovascolare e Gaetano Thiene professore emerito di anatomia patologica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Come fare una manicure semipermanente in casa senza l’uso della lampada

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento