rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cultura Fiera / Via Antonio Tonzig, 9

"Musica Liquida", al via una nuova rassegna di concerti al teatro Benetollo Spazio Gershwin

Eventi in presenza e contenuti video dalla canzone d'autore alla world music passando dal gypsy jazz al funk

Si alza il sipario su "Musica Liquida", progetto ideato dalla Scuola di Musica Gershwin e sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo nell’ambito del bando Cultura Onlife. La rassegna nasce dall’obiettivo di potenziare l’offerta culturale della storica associazione musicale padovana, attiva sul territorio da oltre 30 anni, con questo progetto che, attraverso l’utilizzo di strumenti digitali, consentirà di raggiungere un'utenza più ampia e diversificata grazie all'abbinamento di eventi in presenza e contenuti web in formato audio e video.

Non solo concerti dal vivo

Dieci concerti dal vivo a cui saranno abbinati - per ciascun gruppo - un podcast, un video integrale dell'esibizione, un trailer promossi tramite i canali social della Scuola Gershwin (FB, IG, Youtube, Vimeo) e sul sito ufficiale dell'associazione - https://www.spaziogershwin.org/ - che sarà totalmente rinnovato. Inoltre l’esibizione dal vivo verrà diffusa sulle frequenze di Radio Cafè e Cafè TV 24, media partner del progetto.

Dove

Tutti i concerti si terranno presso il Piccolo Teatro Tom Benetollo, l'auditorium da 99 posti a sedere situato all'interno dello Spazio Gershwin di via Tonzig (zona Fiera), con ingresso gratuito su prenotazione al link musicaliquida.eventbrite.com e rispetto delle prescrizioni anti-Covid in vigore (Super Green Pass, mascherina FFP2).

Gli effetti della pandemia e le nuove strategie

«A seguito della pandemia, anche la nostra realtà come la maggior parte delle organizzazioni del settore - sottolinea Maurizio Camardi, direttore della Scuola Musica “G. Gershwin” - è stata fortemente penalizzata subendo pesanti ripercussioni sull’intera attività e promozione musicale nelle sue molteplici declinazioni (didattica, formazione professionale, organizzazione di eventi e spettacoli). Il convergere di queste difficoltà ha fatto emergere la necessità di attivare nuove strategie e nuovi servizi sia per la realizzazione degli eventi sia per le proposte formative della scuola. Con questo progetto ci proponiamo di non perdere il rapporto consolidato con il pubblico e allo stesso tempo continuare a garantire la stabilità della struttura«.

Le band musicali

Dopo una fase preparatoria di tre mesi, che ha visto la formazione di due figure professionali (un tecnico del suono/sound engineering e un videomaker), l’acquisto di materiale tecnico informatico e di attrezzature professionali, il restyling del sito istituzionale della Scuola, da sabato 22 gennaio prenderà il via ufficialmente il progetto. Sul palco del Piccolo Teatro Tom Benetollo, da gennaio a dicembre, si alterneranno e sfideranno 10 band musicali che si esibiranno sia davanti al pubblico in presenza sia per gli utenti che vorranno seguire il concerto da remoto in streaming.

Il premio

A inizio 2023 verranno raccolti i dati di gradimento di ogni live sommando una serie di indicatori e stilando una graduatoria dei concerti che hanno riscosso il maggior successo. La band il cui concerto avrà totalizzato il punteggio migliore riceverà in premio la produzione del disco live a cura del True Colours Studio, uno dei più importanti studi di registrazione del Veneto.

Sabato 22 gennaio

La rassegna prende il via sabato 22 gennaio alle 21.15, con Trio Remedio in un viaggio nella musica e nella poesia sudamericana. Parole vibranti e corde parlanti portano il calore di un cuento, che, come un’abuela paziente e rassicurante, parla diretto al cuore e calma le inquietudini dell’animo. Il trio, composto da Laura Vigilante (voce), David Soto Chero (chitarra) e Alberto Zuanon (contrabbasso) e arricchito per la serata dalla fisarmonica di Sergio Marchesini, riporterà sulla scena le atmosfere allegre e insieme malinconiche del Sudamerica e la passionalità e l'intensità della musica sudamericana. Partendo dalla tradizione del passato sino ai giorni nostri, un’emozionante selezione di brani in lingua spagnola per condurci in un viaggio nel cuore delle sonorità latinoamericane.

Sabato 19 febbraio

Non ha certo bisogno di presentazioni il trombettista bresciano Fulvio Sigurtà, da più di qualche anno esponente di primo piano del jazz “made in Italy”, protagonista dell’appuntamento di sabato 19 febbraio. Una serata all’insegna del jazz, un incontro espressivo che Sigurtà insieme al pianista Dario Carnovale, al contrabbassista Lorenzo Conte e al batterista Andrea Michelutti, intraprendono per rileggere insieme le proprie composizioni originali senza tralasciare brani del grande repertorio jazzistico internazionale. Un viaggio sorprendente e suggestivo, lungo territori e verso mete sempre difficili da prevedere, e per questo risulta ancora più affascinante. Quattro musicisti con diverse formazioni, accumunati da una visione a tutto tondo della musica e uno storico entusiasmante per quanto riguarda i live e la discografia.

Sabato 26 marzo

La voce di Sara Fortini, cantautrice e interprete in costante sperimentazione, alla continua ricerca delle possibilità timbriche ed espressive della voce, animerà la serata di sabato 26 marzo. La sua scrittura trova radici nel cantautorato italiano ma si districa poi all'interno del mondo pop soul più contemporaneo. I suoi brani nascono con l’accompagnamento intimo del pianoforte di Alberto Lincetto per poi trovare forza nel processo di arrangiamento condiviso con i musicisti che compongono l'organico della band, composto da Davide Repele (chitarra), Riccardo Di Vinci (basso) e Marco Soldà (batteria). Una formazione classica che riserva molte sorprese e un gran gusto nelle interpretazioni originali dei brani in scaletta.

Venerdì 8 aprile

Sperimentare, esplorare, evolvere creativamente. Sono queste le direttive che hanno dato vita a The Mad Lab, una formazione jazz-fusion con base a Padova. Nel 2021 la band incide il primo disco, Design of Experiments, dopo anni di lavoro e produzione, continuando nei mesi successivi a produrre e lanciare brani inediti. Nato da un'idea di Marco Zago (pianoforte/tastiere/composizioni), il gruppo è composto da Enrico Di Stefano (sax tenore/contralto/soprano), Alessandro Arcolin (batteria/percussioni) e Federico Lincetto (basso elettrico). L’ensemble, che salirà sul palco del Piccolo Teatro Tom Benetollo venerdì 8 aprile, si definisce “un luogo felice” in cui le intuizioni prendono forma liberamente, alimentate da tre grandi passioni: la musica, l'insolito e la contaminazione.

Venerdì 13 maggio

Venerdì 13 maggio sarà la volta di Mi Linda Dama, un progetto musicale di ispirazione mediterranea dove brani della tradizione sefardita si alternano a pezzi originali. Un’occasione unica per incontrare un’ampia varietà di strumenti di epoche e aree diverse, in dialogo tra loro per rappresentare antichi canti dalla forte carica emotiva, con arrangiamenti freschi e originali. Antico e moderno si fondono, con un approccio che vuole essere rinascita e innovazione, per riscoprire un repertorio di secoli fa ma dai significati estremamente attuali. Un concerto ricco di musiche e storie intense, in viaggio attraverso il Mediterraneo. In scena Namritha Nori (voce), Giulio Gavardi (chitarra, sax turco, bouzouki), Alvise Seggi (contrabbasso) e Pietro Valente (batteria e percussioni).

Venerdì 10 giugno

La band The Melting Beats, capitanata dal percussionista senegalese Falou Seck e composta da giovani militanti nella scena jazz padovana – Luca Ardini (sax contralto), Andrea Marzari (chitarra), Toto Scalera (basso) e Simone Coppiello (batteria) – nasce dall'idea di mescolare diverse sonorità dal mondo. Il djembe incontrerà, venerdì 10 giugno, un organico occidentale. Sonorità funk e fusion si articoleranno sui ritmi della tradizione westafricana con brani che spazieranno dall'afrobeat allo mbalax, dando ampio respiro all'improvvisazione dei solisti. Musica appassionante che evocherà atmosfere di collettività e alternerà momenti di ballo travolgente e scatenato con sezioni più dilatate e trascinanti.

Venerdì 23 settembre

Dopo la pausa estiva di luglio e agosto, sarà la raffinata cantautrice veneta Sara Fattoretto a presentare, venerdì 23 settembre, il suo Ep d’esordio “Limpida”, per l’etichetta veronese Maieutica Dischi: ventata di bellezza ispirata alle stagioni, metaforiche e non, al cambiamento e alla vita in sé, alla bellezza e alla felicità. Insieme a lei il quartetto di esplicito impianto jazzistico, composto da Paolo Vianello (pianoforte), Alberto Zuanon (contrabbasso) e Stefano Cosi (batteria), viaggia in bilico tra canzone e improvvisazione, regalando un album di istantanee che racconta di cieli mutevoli, amori, distanze, vuoti ed equilibri. La voce di Sara, raffinata e intensa, si staglia su un sound di impianto jazzistico pulito e originale che esalta le intenzioni dell’artista. “Limpida” vuole essere infatti un invito alla trasparenza, nella musica e nella vita.

Venerdì 7 ottobre

Serata in chiave gipsy-manouche con un repertorio che unisce diversi generi: swing, jazz e musica popolare unite nel ritmo incalzante tipico della musica gitana. Il gruppo Joe Stray, composto da Diego Graziani (chitarra), Giulio Gavardi (chitarra) Yuri Argentino (sassofoni), Glauco Benedetti (trombone) e Riccardo Di Vinci (contrabbasso), farà tappa a Padova venerdì 7 ottobre. Le diverse inclinazioni musicali portano la band a creare un repertorio vario e accattivante dove i brani vengono riproposti in chiave gipsy manouche. Sonorità variegate trovano un punto d’incontro nel ritmo incalzante tipico della musica gitana, quella pulsazione che difficilmente tiene gli spettatori ancorati alle proprie sedie.

Venerdì 18 novembre

Una serata imperdibile, venerdì 18 novembre: il Piccolo Teatro Tom Benetollo sarà avvolto dal sound energico e brillante dell’ensemble di fiati più esplosivo che ci sia. Ascoltare Gli Stellari dal vivo è un’esperienza imperdibile. Guidati dal ritmo della batteria, propongono un repertorio che spazia dal jazz al funky, dalla tradizione afroamericana al drum & bass. Un concerto stellare, proposto con la consueta energia cosmica che contraddistingue la band. Il sound energico e brillante di questo esplosivo ensemble porta il pubblico in altri mondi, facendoci dimenticare qualsiasi preoccupazione.

Venerdì 9 dicembre

A chiudere la rassegna, venerdì 9 dicembre, il quartetto Minimal Klezmer, in cui l’amore per la musica classica si unisce a una speciale vocazione per l’improvvisazione e una smodata passione per il Klezmer. Il loro repertorio è il risultato della rielaborazione di canzoni e danze yiddish, romene, ucraine, anatoliche, greche, con arrangiamenti che, pur rispettando la parte sacra e meditativa di questa musica, ne valorizzano anche i lati più ironici, improvvisativi, cabarettistici e trascinanti. I Minimal Klezmer sono: Francesco Socal (clarinetti, voce), Roberto Durante (metallofono, fisarmonica, tastierine, oggetti), Enrico Milani (violoncello) e Pietro Pontini (violino, viola, oggetti). Fanfare sgangherate, jazz a rotta di collo, piani giocattolo e chincaglierie assortite per una serata davvero da non perdere.

Programma completo

Sabato 22 gennaio | ore 21.15

TRIO REMEDIO featuring SERGIO MARCHESINI

  • Laura Vigilante – voce
  • David Soto Chero – chitarra
  • Alberto Zuanon – contrabbasso
  • featuring
  • Sergio Marchesini – fisarmonica

Sabato 19 febbraio | ore 21.15

DIFFERENT SKiES

  • Fulvio Sigurtà – tromba
  • Dario Carnovale – pianoforte
  • Lorenzo Conte – contrabbasso
  • Andrea Michelutti – batteria

Sabato 26 marzo | ore 21.15

SARA FORTINI & SMARTY’S

  • Sara Fortini – voce 
  • Alberto Lincetto – tastiere
  • Davide Repele – chitarra
  • Riccardo Di Vinci – basso
  • Marco Soldà – batteria

Venerdì 8 aprile | ore 21.15

THE MAD LAB

  • Marco Zago – tastiere & synth
  • Enrico di Stefano – sax & aerophone
  • Federico Lincetto – basso
  • Alessandro Arcolin – batteria
    featuring
  • Giacomo Zilio – sound engineer

Venerdì 13 maggio | ore 21.15

MI LINDA DAMA

  • Namritha Nori – voce
  • Giulio Gavardi – chitarra, saz turco, sax soprano
  • Alvise Seggi – contrabbasso
  • Pietro Valente – batteria e percussioni

Venerdì 10 giugno | ore 21.15

FALOU SECK & THE MELTING BEATS

  • Falou Seck – djembe e voce
  • Luca Ardini – sax contralto
  • Andrea Marzari – chitarra
  • Toto Scalera – basso
  • Simone Coppiello – batteria

Venerdì 23 settembre | ore 21.15

SARA FATTORETTO 4ET

  • Sara Fattoretto – voce
  • Paolo Vianello – pianoforte
  • Alberto Zuanon – contrabbasso
  • Stefano Cosi – batteria

Venerdì 7 ottobre | ore 21.15

JOE STRAY

  • Diego Graziani – chitarra
  • Giulio Gavardi – chitarra
  • Yuri Argentino – sassofoni
  • Glauco Benedetti – trombone
  • Riccardo Di Vinci – contrabbasso

Venerdì 18 novembre | ore 21.15

GLI STELLARI

  • Sergio Gonzo – tromba
  • Luca Moresco – trombone
  • Edoardo Brunello – sax
  • Antonio Gallucci – sax e voce
  • Giovanni Zordan – basso elettrico
  • Giulio Faedo – batteria

Venerdì 9 dicembre | ore 21.15

MINIMAL KLEZMER

  • Francesco Socal – clarinetti e voce
  • Roberto Durante – pianoforte, melodica, fisarmonica, metallofono e oggetti
  • Pietro Pontini – violino, oggetti
  • Enrico Milani – violoncello

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Musica Liquida", al via una nuova rassegna di concerti al teatro Benetollo Spazio Gershwin

PadovaOggi è in caricamento