Apre Musme, museo di Storia della medicina e della salute a Padova

L'apertura al pubblico, dopo il taglio del nastro con le autorità di venerdì 5 giugno, prevede un sabato e domenica ricchi di eventi. La prenotazione online del biglietto è possibile attraverso l'apposito sito

Foto dal sito del Musme di Padova

La Fondazione Musme, i cui soci fondatori sono la provincia di Padova, proprietaria dell'immobile, l'Università di Padova, l'Azienda ospedaliera, l'Ulss 16, la regione Veneto e il comune di Padova, annuncia l'apertura al pubblico, per il fine settimana del 6 e 7 giugno, del Musme, il museo di Storia della medicina e della salute a Padova.

IL MUSME. Il Museo è ospitato nel palazzo dell'ex ospedale, il primo fondato a Padova nel 1414, in via San Francesco 94. La provincia di Padova, proprietaria della sede dell’antico ospedale San Francesco Grande, ha promosso il complesso restauro dell'edificio, per realizzare un museo in grado di raccogliere ed esaltare la memoria storica del fulgente passato che ha illuminato con il proprio sapere medico tutta l'Europa.

STORIA ANTICA E MODERNA TECNOLOGIA. Nel 2008 è stata costituita la "Fondazione Museo di Storia della Medicina e della Salute in Padova" per raccogliere, custodire e valorizzare le testimonianze di una cultura medica e scientifica padovana che ieri, come oggi, rappresenta un'eccellenza a livello internazionale. Con il prezioso apporto del Comitato scientifico e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo per l'allestimento, il Museo oggi rappresenta un'imperdibile occasione di visitare un luogo che coniuga una storia antica con la moderna tecnologia.

TECONOLOGIA "SILENZIOSA". Riconoscimento della posizione e dei movimenti del corpo nello spazio, riconoscimento della posizione delle dita della mano nello spazio, touchscreen, videoproiettori, luci, amplificatori audio: sono solo alcune delle tecnologie alla base di un sistema integrato che ha avuto come obiettivo quello di "far vivere" i reperti esposti, rendendo unica l’esperienza all’interno del museo. Una tecnologia "silenziosa", che pone l’accento su ciò che viene esibito e sul suo significato, nascondendo i sensori e tutti gli apparati elettronici che si attiveranno solo se necessario. Questi i numeri delle tecnologie nascoste: 35 computer, 15 workstation, 28 monitor, 24 proiettori, 12 sistemi multitouch, 32 sensori. Gli spazi allestiti sono: 7 sale, 8 nicchie, 1 salone con il Teatro Anatomico Vesaliano.

VISITARE IL MUSME. L'apertura al pubblico, dopo il taglio del nastro con le autorità di venerdì 5 giugno, prevede un sabato e domenica ricchi di eventi. Il museo sarà visitabile anche con prenotazione online del biglietto attraverso il sito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strade insanguinate: perde il controllo dell'auto sui Colli, muore noto barista di 31 anni

  • Tragedia nel pomeriggio: auto esce di strada, morto un 19enne e grave un coetaneo

  • Lutto in questura a Padova: si è spento all'età di 36 anni l'agente delle volanti Michele Lattanzi

  • Coronavirus, Zaia: «Scommettiamo che prima di aprile il virus non se ne andrà?»

  • Violenza in Prato della Valle contro gli agenti di polizia: 4 operatori feriti, 5 arresti

  • Malore improvviso: è mancato nella notte il Primo Dirigente Medico della Polizia di Stato, Massimo Puglisi

Torna su
PadovaOggi è in caricamento