Progetto "My Victoria", il cortometraggio del regista padovano Francesco Durante Viola

Campagna di crowdfunding per la realizzazione di un cortometraggio del giovane regista padovano

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

È stata lanciata lo scorso 10 febbraio la campagna di crowdfunding per la realizzazione del cortometraggio "My Victoria" di Francesco Durante Viola, un giovane regista padovano, sulla piattaforma Kickstarter.com. La campagna si propone di raccogliere in 44 giorni dal lancio la somma di 5.500 sterline (circa 7mila euro), per la realizzazione del corto e la partecipazione del film ad alcuni festival internazionali.

La piattaforma Kickstarter.com® offre ai giovani talenti la possibilità concreta di realizzare il proprio progetto, attraverso questa nuova modalità del finanziamento partecipativo, già consolidata all'estero e sempre più diffusa anche in Italia. Ciascuno può contribuire alla realizzazione del film, anche attraverso un minimo contributo, e riceverà in cambio del proprio supporto una ricompensa, commisurata all'entità della donazione.

Facebook

Il film

Il cortometraggio, scritto e diretto da Francesco Durante Viola, rappresenta la storia di Fabio, 26 anni, un giovane fotografo italiano che lavora in un pub nel west-end di Londra per mantenersi e sostenere la sua arte. Fabio è arrivato a un punto morto nel suo ultimo lavoro ed è esaurito dalla routine di barista, ma rinnova la sua motivazione quando incontra Vicky, una donna molto più anziana di lui che lo incuriosisce. La curiosità di Fabio e la giocosità di Vicky rendono possibile l'incontro di due solitari, un'accoppiata improbabile che accende la scintilla di qualcosa di nuovo e meraviglioso. Il corto ruota intorno ai personaggi e tratta di creatività e solitudine. Attraverso l'incontro fra Fabio e Vicky si esplora la relazione fra interazione sociale e ispirazione attraverso la rottura della routine nell'ingranaggio interno della città. Come tanti altri giovani artisti del mondo contemporaneo, Fabio si trova diviso fra la passione artistica e la necessità di mantenersi. Lo sviluppo dei personaggi inizia con un paradosso: la creatività di Fabio è arrivata ad esaurimento nonostante l'abbondanza degli stimoli ai quali è esposto. La routine del lavoro ha prevalso sulla prima fascinazione per i personaggi che popolano il pub. L'occhio di Fabio ha perso la curiosità e freschezza originaria. Questo è un problema per molti giovani della "generazione Y": raramente la vita ti mette in mano le carte che ti aspetteresti. Però la saggezza e lo stile eclettico di Vicky stimola Fabio a percorrere un nuovo sentiero nella fotografia. Questa storia propone una situazione nella quale due universi interiori si incontrano, attratti dalle differenze e uniti nelle loro solitudini. Si tratta di una ricerca sulle dinamiche che legano gli esseri umani e il bisogno dell'uno per l'altro. Il tema principale è quello dell'identità e del tentativo di trovare sé stessi grazie al rapporto con l'altro. Essere bloccati, essere perduti, essere confusi: a volte questi sentimenti ci impediscono di trovare ciò di cui abbiamo bisogno, finché non lo troviamo proprio di fronte agli occhi. Il film riflette anche sulla natura dell'ispirazione e su ciò che essa significa per dei giovani alla ricerca di una carriera in un ambito creativo. Il film mostrerà gli effetti della routine sulla creatività ed anche le sofisticate forme di incontro fra estranei. In che modo la vita sociale di ogni giorno si riflette sulla nostra capacità di legare con gli altri?

Il regista

Nato a Boston (Usa) nel 1985, e cresciuto a Padova, Francesco ha frequentato il liceo artistico A. Modigliani per poi ottenere la laurea triennale in arti visive allo IUAV di Venezia. Ha iniziato la sua carriera di regista lavorando come apprendista e assistente di vari professionisti del cinema italiano. Tra questi ci sono il registi Andrea Segre, e Carlo Mazzacurati, il produttore padovano Francesco Bonsembiante, e molti altri. Dopo aver acquisito esperienza in quasi tutti i settori del processo di produzione cinematografica, Francesco ha cominciato il master per registi alla London Film School nel 2012. Attualmente dirige la sua compagnia di produzione indipendente, Frame Division, a Londra.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento