menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nada, accompagnata della band A Toys Orchestra, scalda i cuori del pubblico patavino

Uno show unico quello di sabato 3 giugno al parco della musica. L'artista livornese non si limita soltanto a cantare i suoi più grandi successi, ma con vigore ed estro innato riesce a vivere e lasciarsi travolgere, quasi violentare dai suoi brani

Sabato 3 giugno, alle 21.30, tutto è pronto al parco della musica per accogliere il concerto di una fra le più grandi e poliedriche interpreti della musica italiana: Nada Malanima, che stasera canta i sui più grandi successi con il supporto di A Toys Orchestra, una delle band italiane più promettenti e innovative degli ultimi anni. La location è sicuramente suggestiva e con il clima oramai tipicamente estivo, con tanto di chioschetti e sedie a sdraio disposte nel prato, regalano l’illusione di essere in un grande lido sognante.

OPENING. Ad aprire le danze però è il cantautore emergente Pietro Berselli che, accompagnato dal suo tastierista, delizia il pubblico con le canzoni del suo album di debutto intitolato “Orfeo l’ha fatto apposta”; canzoni dalle atmosfere musicali molto suggestive e che si notano per la ricerca forbita delle parole usate nei testi.

INTERPRETAZIONI UNICHE. Alle 22.15 circa, finalmente, Nada arriva sul palco assieme alla band A Toys Orchestra e subito lo show ha inizio. E lo spettacolo ha inizio davvero, nel senso che Nada non si limita soltanto a cantare i suoi più grandi successi, ma con vigore ed estro innato riesce a vivere e lasciarsi travolgere, quasi violentare dai suoi brani, rimandando al pubblico delle interpretazioni uniche e vissute davvero intensamente. Le canzoni abbinate all’espressività recitativa acquistano una loro potenza. Il pubblico vede Nada per gran parte del live dimenarsi intensamente sul palco, ballare e assumendo una danza “scomposta” e quasi ipnotica. Sembra di trovarsi in un’atmosfera non reale, ma molto vivida e appassionata.

MODERNA E COINVOLGENTE. Gli A Toys Orchestra riescono grazie al loro sound moderno a ri-arrangiare i brani storici di Nada conferendogli uno spessore nuovo, fresco e moderno. Il pubblico è chiaramente coinvolto dal concerto e il calore che rimanda all’artista è molto visibile. Fra le esibizioni più cariche e le interpretazioni che maggiormente hanno coinvolto gli spettatori si segnalano “Luna in piena”, “Ma che freddo fa”, “Senza un perché” e l’indimenticabile “Amore disperato”.

ARTISTA CON A MAIUSCOLA. Nada dimostra senz’altro di essere un’artista con la A maiuscola, che è stata capace di rinnovarsi nel corso della sua carriera e di restare agganciata sia musicalmente, sia nel modo di portare in scena i suoi brani, ai giorni d’oggi: la collaborazione con i giovanissimi A Toys Orchestra in questo tour ne è la piena dimostrazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento