menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Palazzo Zuckermann il concerto finale dell’Accademia de “I Solisti Veneti”

Il concerto fa parte del “Veneto Festival 2019” e comprende quelle opere musicali particolarmente impegnative, sul piano virtuosistico e interpretativo, dei massimi compositori veneti

L’Ente “I Solisti Veneti” in collaborazione con La Fondazione Ghirardi Onlus e il patrocinio della Provincia di Padova, ha organizzato due giornate dedicate alla formazione musicale e alla pratica della “Musica Veneta” per giovani musicisti di strumenti ad arco. Anche quest’anno Villa Contarini di Piazzola sul Brenta, Padova, si è riempita delle note di giovani musicisti, giunti da tutta Europa per migliorare il loro virtuosismo.

Solisti

Quei giovanissimi solisti che maggiormente si sono distinti durante i corsi della Master-Class estiva di perfezionamento musicale avranno il privilegio di esibirsi con i “Solisti” nel Concerto finale dell’Accademia de “I Solisti Veneti”, in programma per il 27 agosto nel Teatro Giardino di Palazzo Zuckermann a Padova. Il concerto fa parte del “Veneto Festival 2019” (49° Festival Internazionale Giuseppe Tartini dedicato al Maestro Claudio Scimone che molto ha amato e molto si è speso per i giovani, che per lui rappresentavano “le ali del futuro”) e comprende quelle opere musicali particolarmente impegnative, sul piano virtuosistico e interpretativo, dei massimi compositori veneti.

Programma

Rispecchia le finalità programmatiche e i contenuti della Master Class “Accademia de “I Solisti Veneti” il programma del concerto padovano del 27 agosto, i cui titoli si concentrano sul virtuosismo solistico, esattamente quel virtuosismo solistico che proprio Vivaldi, con la pubblicazione della sua Opera Terza, “L'Estro Armonico”, impose all´attenzione della civiltà musicale europea imprimendole una svolta che a tutt'oggi non ha ancora esaurito i suoi effetti. Era il 1711 quando Vivaldi annunciava al mondo un nuovo modello musicale: il concerto solista, nel quale un solo solista si contrapponeva al tutti dell´orchestra d'archi.

Concerto

Il virtuosismo solistico caratterizza il programma del 27 agosto, a partire dal Concerto per quattro violini solisti RV 553 di Vivaldi per arrivare al conclusivo Concerto per violino di Tartini (il concerto in re minore D 45) passando attraverso altri due celebri concerti vivaldiani (il la minore RV 419 per violoncello ed il bellissimo “Favorito”, op. 11 n. 2 per violino) e una interessante pagina solistica per contrabbasso di Dragonetti: il concerto in la maggiore per contrabbasso e archi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento