Lunedì, 17 Maggio 2021
Cultura Mandria

Premio letterario Civitas Vitae: "In viaggio con i nonni: città, incontri, esperienze lungo la strada della vita"

La partecipazione è aperta a tutti, senza limite di età: è possibile inviare fino a tre elaborati, poesie o racconti, entro il 12 giugno. I migliori, scelti da una giuria presieduta dalla scrittrice padovana Antonia Arslan, saranno pubblicati in volume da Cleup

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

C'è tempo fino a domenica 12 giugno per partecipare alla nona edizione del premio letterario Civitas Vitae, organizzato dalla Fondazione OIC Onlus nell'ambito delle attività di promozione di una cultura della longevità quale risorsa per la coesione sociale intergenerazionale, insieme alla sezione patavina della Società Dante Alighieri, Cleup Editrice, Grafica Veneta Spa e le principali testate quotidiane venete.

Nell'anno del sessantesimo anniversario della fondazione OIC la giuria, presieduta come da tradizione da Antonia Arslan, ha scelto il tema del viaggio, a celebrare una tappa importante del percorso collettivo e condiviso verso la realizzazione di una società più inclusiva e coesa, in grado di far fronte alle sfide socio-demografiche relative al progressivo invecchiamento della popolazione.

Un tema particolarmente suggestivo, che offre molteplici spunti: "Da sempre utilizzato come metafora della vita, il significato del viaggio va ben oltre la sua accezione concreta di spostamento nello spazio e nel tempo, includendo molti aspetti dell'esperienza umana nella sua totalità. - spiega Antonia Arslan - Il viaggio può diventare ricerca quando è motivato dal desiderio di trovare ciò che ci manca, può diventare scoperta e arricchimento quando è occasione di incontro con il diverso da noi e lo sconosciuto, ma può anche diventare esilio, perdita e nostalgia, quando è causa di distacco dalla nostra patria, dai nostri cari".

Perno tematico fondamentale, in linea con la filosofia e i valori dell'ente promotore, è come sempre la relazione intergenerazionale, da cui il titolo, che fornisce anche le linee guida per gli elaborati, "In viaggio con i nonni: città, incontri, esperienze lungo la strada della vita".

Come ogni anno, la partecipazione è gratuita e aperta a tutti, senza limiti d'età. Secondo il regolamento ogni partecipante può concorrere con massimo tre elaborati, che possono essere in forma di racconto breve o in forma di poesia e devono essere consegnati in forma digitale improrogabilmente entro il 12 giugno all'indirizzo di posta elettronica concorso@oiconlus.it.

La Giuria selezionerà un massimo di 30 opere che saranno pubblicate in un volumetto edito da Cleup Editore in distribuzione domenica 25 settembre in allegato alle principali testate quotidiane venete. Nella stessa giornata si terrà la cerimonia di premiazione delle opere vincitrici presso l'auditorium Pontello della fondazione Oic Onlus nel complesso Civitas Vitae a Padova, in via Toblino 53 (zona Mandria, quartiere Armistizio).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Premio letterario Civitas Vitae: "In viaggio con i nonni: città, incontri, esperienze lungo la strada della vita"

PadovaOggi è in caricamento