menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La presentazione della mostra "Dinosauri. Giganti dall'Argentina"

La presentazione della mostra "Dinosauri. Giganti dall'Argentina"

Presentata a palazzo Moroni la mostra “Dinosauri. Giganti dall'Argentina”

Nella sede del Comune è stato ufficializzato il programma dell'esposizione scientifica che si terrà al centro culturale San Gaetano dall'8 ottobre 2016 al 26 febbraio 2017

La mostra “Dinosauri. Giganti dall'Argentina”, evento unico nel suo genere, avrà come sede il centro culturale Altinate San Gaetano e resterà aperto al pubblico dall'8 ottobre 2016 al 26 febbraio 2017, con prolungamento dell’orario fino alle ore 22 nelle giornate di mercoledì e sabato.

SCOPRI TUTTI I DETTAGLI DELLA MOSTRA

LA MOSTRA. L'esposizione, una delle punte di diamante dell'offerta culturale della città di Padova, è la prima mostra di questa portata organizzata in Italia: procedendo cronologicamente dal Triassico fino al Cretaceo, verranno riuniti nella stessa esibizione tutti i più importanti reperti legati al mondo dei dinosauri, presentando la straordinaria varietà degli esemplari provenienti dal Sud America, e lo spettatore sarà guidato lungo un percorso che tocca tutte le fasi dell'evoluzione degli antichi giganti. Ospite d'eccezione, il più grande dinosauro mai ritrovato, oltre al quale si potranno ammirare riproduzioni in scala reale e reperti originali, tra cui un antichissimo embrione fossile che sarà esposto all'ingresso del centro e sarà dunque visionabile anche senza accedere alla mostra.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

BIGLIETTI SCONTATI. Tra le tante novità, verrà attivato dal 7 aprile un servizio telematico di prenotazione per evitare le code e i primi 300 utenti potranno acquistare il biglietto a prezzo ridotto (6 euro) se visiteranno la mostra nei primi quindici giorni dall'apertura. Per chi non avesse accesso a internet, il servizio di prenotazione sarà disponibile anche telefonicamente. Inoltre il centro San Gaetano, che per l'occasione sarà totalmente rivoluzionato, prolungherà l'apertura serale fino alle 22 e accoglierà numerosi eventi collaterali alla mostra.

LA LOCATION. Anche la scelta del luogo espositivo non è casuale. Come ricorda Matteo Cavatton “Il San Gaetano è un luogo restituito alla città ma, ancora oggi, poco frequentato. Non è ancora entrato in un circuito di divulgazione culturale, artistica e scientifica che porti a rivitalizzare anche quella parte della città, pur insistendo all'interno del centro storico”. Ecco allora la sfida dell'amministrazione: rilanciare la zona di via Altinate e dare nuovo slancio al turismo cittadino puntando su una mostra scientifica di altissimo livello e rivolta a un pubblico variegato. Unendo l'esposizione di reperti di grande valore a un folto numero di iniziative, “Dinosauri. Giganti dall'Argentina” coinvolgerà bambini e adulti, esperti e semplici curiosi.

LA SCIENZA ALLA PORTATA DI TUTTI. "Per il comune di Padova - spiega il sindaco Bitonci - la mostra rappresenta un grande investimento, inserito in un programma di valorizzazione turistica che vuole affiancare alle attività culturali anche eventi scientifici di spessore, rendendoli accessibili anzitutto a famiglie e scuole".

COLLABORAZIONI ED EVENTI COLLATERALI. Per la realizzazione del progetto è stata fondamentale la sinergia tra il Comune e l'università di Padova, che fin da subito ha patrocinato l'iniziativa attraverso il CAM, Centro di Ateneo per i Musei (rappresentato da Giovanna Valenzano), organizzando una serie di conferenze e iniziative che troveranno spazio al Museo di paleontologia di palazzo Cavalli nel periodo della mostra. Non solo la valorizzazione del centro storico patavino, ma anche dell'eccellenza veneta e italiana nel campo della scienza e della paleontologia: questo l'ambizioso progetto che anima l'evento ed è promosso dalla fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo (Matteo Segafredo) e da 24 Ore Cultura (Natalina Costa), che da sempre sostengono le iniziative legate al territorio.

UNA SFIDA PER PADOVA. “Tra le mille difficoltà che la scienza incontra oggi in Italia, Padova è il luogo giusto per contrastare il deficit di cultura scientifica - sostiene Guido Barbujani (docente di genetica all'università di Ferrara) - inserendola in una nuova dimensione dialogica e aperta al grande pubblico”. È dunque una grande scommessa quella che la città si prepara ad affrontare in autunno, ma gli straordinari giganti esposti sapranno senza dubbio conquistare i visitatori di tutte le età.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento