Al via “Primo Movimento”: il “nuovo” Teatro delle Maddalene alza il sipario

Da giovedì a sabato produzioni professionali del territorio, nazionali e la prima compagnia di giovani vincitrice del bando del MAPP


Parte “Primo Movimento” che inaugura la riapertura dello storico Teatro delle Maddalene di via San Giovanni da Verdara, chiuso nel 2012 per i danni provocati dal terremoto e restaurato dal Comune di Padova. «Dopo l'ultima sistemazione - dichiara l'assessore alla Cultura Andrea Colasio - che ha ridato a questo luogo la caratteristica del teatro con il rifacimento del palco, notevolmente ampliato, ora è il momento di renderlo attivo con continuità, grazie a una programmazione che darà spazio al teatro di ricerca».

MAPP

Protagonista un affiatato collettivo di associazioni teatrali, culturali e di danza del territorio, il MAPP (Maddalene Arti Performative Padova), che, con l’appoggio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova, animerà nel mese di novembre questo spazio dedito alla pluralità dei linguaggi dello spettacolo, alla dimensione dal vivo, alla sperimentazione e alla contaminazione tra le arti. Le Maddalene, appunto, affidate in gestione al Teatro Stabile del Veneto, pronte a diventare 60 giorni all’anno, grazie alla convenzione col Comune, la casa di una programmazione di teatri off fino ad ora inedita che chiama a sé le più originali proposte regionali e nazionali, non dimenticando di dare voce ai giovani. Anzi saranno proprio le realtà emergenti, coinvolte attraverso una speciale “call” indetta dal MAPP, a battezzare la rassegna giovedì 7 novembre alle ore 21.00: sul nuovo palcoscenico, di fronte a una platea estesa a 150 posti (dai 99 precedenti), il sipario si alzerà su “Muoversi”, una produzione della compagnia teatrale Matricola Zero, che, unendo stili e linguaggi differenti, racconta il viaggio dell’uomo in forma di spettacolo, un’odissea autoironica con una struttura a quadri scanditi dalla velocità, dal ritmo, dal rumore dei mezzi di trasporto. Un’occasione per sorridere e riflettere.

Monstera

Si continua quindi venerdì 8 novembre con il gruppo romano Monstera diretto dall’attore Nicola Russo e la produzione “Io lavoro per la morte”, che vede accanto allo stesso Russo Sandra Toffolatti: una scrittura intima in cui convivono ricordi e invenzioni, un dialogo con una madre non più in vita per raccontare come l’assenza di una persona possa essere più ingombrante della sua presenza. Uno spettacolo privato, costellato di sogni e con un lessico familiare divertente e dissacrante che gioca a declinare un tabù dei nostri tempi: la morte.

Eurotunnel

La prima settimana di “Primo Movimento – Un teatro per la città” (edizione dedicata alla memoria di Lorenzo Rizzato, un “padre” per la cultura teatrale padovana) si chiude sabato 9 con lo spettacolo “Binario Vivo” di TOP - Teatri Off Padova: la storia del sudanese Abdul Rahman Haroun che nell’estate 2015 attraversa l’Eurotunnel. Quasi 50 chilometri a piedi, un passo dopo l’altro: nessuno ci era mai riuscito prima. L’ultima tappa di un esodo, proprio come Enea, il primo profugo della nostra storia. Venerdì 8 inoltre alle ore 17.00 il Comitato Mura organizzerà il primo tour della serie “Un teatro, e poi? Safari urbano intorno alle Maddalene”, con Ugo Fadini: per scoprire angoli padovani nascosti e pieni di fascino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: primo caso di alunno positivo nel Padovano, classe e docenti in isolamento

  • Voto, ecco i dati di affluenza a mezzogiorno

  • L’amore trionfa: sistemato a tempo di record il murale di Kenny Random imbrattato nella notte

  • Kenny Random, imbrattato il murale più fotografato di Padova

  • Live - Subito una classe isolata, tamponi a tappeto e didattica a distanza

  • È vero che i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento