Quartieri! Tutti gli appuntamenti della nuova rassegna del Teatro Bresci

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Quartieri è la rassegna di teatro a cura di Teatro Bresci e Assessorato alla cultura: sei appuntamenti in altrettanti quartieri della città durante il mese di maggio 2016. Attraverso il mezzo teatrale la comunità di quartiere potrà ritrovare la propria unità, il sentire comune, il sano bisogno dello stare assieme; sarà l'occasione per passare una bella serata all’insegna della cultura e dell’aggregazione.
I cittadini delle varie zone di Padova (e non solo) potranno così riappropriarsi in modo attivo di luoghi forse poco sfruttati ma che fanno parte della loro storia e del loro quotidiano. Il buon teatro arriva anche in periferia divenendo possibilità e patrimonio di tutti. Un modo per ritrovare il “piacere di stare qua”.
Questa prima edizione è dedicata al tema della Legalità, che come filo conduttore unisce tutti gli spettacoli proposti nelle varie sedi. Proprio per questo il mese scelto è maggio: il 23 maggio viene infatti celebrata ogni anno la Giornata della Legalità. Con Qyuartieri si vuole invece evidenziare la possibilità concreta di attività e occasioni che mettano in primo piano la cultura e il cittadino.
La periferia diviene centro artistico e di riqualificazione aperto a tutti.

PROGRAMMA

Domenica 1 maggio
Soppalco ex scuderie - Piazza Napoli 41, QUARTIERE 5
La sicurezza sui luoghi di lavoro

“Arbeit”, regia Giorgio Sangati con Anna Tringali.
Produzione Teatro Bresci.
Spettacolo vincitore al Premio OFF 2012 del Teatro Stabile del Veneto
“Arbeit” tratta il tema del lavoro: il lavoro dei giovani, gli incidenti sul lavoro, lo sfruttamento, la disoccupazione, il precariato, la crisi. In scena sulla sedia di una sala d’aspetto di una clinica, una giovane attrice e il suo talento, la sua generosità nel darsi fino in fondo, nel raccontare un mondo, il nostro che purtroppo ha ancora bisogno di eroi.

Sabato 7 maggio
Sala Nilde Iotti/Centro Civico Forcellini - Via Prosdocimi 3, QUARTIERE 3
Dedicato a Peppino Impastato

“Aut”, regia Paolo Trotti con Stefano Annoni.
Produzione Artevox Teatro.
AUT è un viaggio di un treno fantasma che corre su quelle rotaie che saranno la tomba di Peppino. Lui è seduto su quel treno e dal finestrino vede passare la sua vita. Vita che è lotta e politica. Quel treno e la sua radio diventano teatro per raccontare la sua storia. Peppino si racconta e lo fa in modo schizofrenico, saltando da un’immagine, da un ricordo, da una trasmissione all’altra, arrivando fino al sogno… Lo spettacolo è lui, solo, come negli ultimi giorni di vita.

Sabato 14 maggio
Loggia della Gran Guardia - Piazza del Signori, QUARTIERE 1
Sulla Banda di Felice Maniero
“Malabrenta”, regia Giorgio Sangati con Giacomo Rossetto.
Vincitore del 2° Premio come Miglior Spettacolo al Premio OFF 2011 del Teatro Stabile del Veneto.
Malabrenta racconta la storia di una della più potenti organizzazioni criminali del Nord Italia dal dopoguerra, “la mala del Brenta”. Malabrenta, sia chiaro, è solo un’ipotesi, una storia inventata, ma inventata a metà: tutti i riferimenti a cose e persone potrebbero non essere casuali. Malabrenta è un tentativo di dare pensieri e corpo ad una vicenda ancora poco chiara che racconta la deriva morale di una regione distante dai riflettori.

Sabato 21 maggio
Sala Polivalente - Casetta via Piacentino, QUARTIERE 2
Sulla violenza sulle donne

“Malamoreno'”, di e con Nicoletta Maragno.
Un'intensa carrellata di storie vere.
Un'ironica, toccante riflessione sull'origine della violenza.
Un modo per rompere il silenzio.
Un racconto di storie, storie vissute: di donne che fanno sentire la loro voce, testimoniando come la violenza abbia tante facce: da quella subita tra le mura di casa, a quella psicologica di chi ti piega al suo volere, a quella assodata e accettata come fatto culturale.

Lunedì 23 maggio - Giornata della Legalità
Sala Consiliare - Via Guasti 12, QUARTIERE 4
Dedicato a Don Dino Puglisi

“U’Parrinu”, di e con Christian Di Domenico.
Raffinata, elegante e coinvolgente narrazione-confessione di una tessera molto importante nella vita di Christian Di Domenico, autore e interprete capace con la sua tenera semplicità di coinvolgere, divertire, commuovere e lasciare un segno profondo di amore. il fulcro di questa vicenda è Il parroco (U parrinu) che con la sua dirompente e innovativa azione educativa nei confronti dei giovanissimi e dei più adulti ha smosso gli animi di molti rappresentando una cellula impazzita nell'ambito di comportamenti sociali ormai consolidati complice l'indifferente carenza delle Istituzioni: infinite le promesse non mantenute da 'pseudopolitici' senza interessi reali per gli altri.

Sabato 28 maggio
Sala Consiliare Giotto - via Astichello, 18, QUARTIERE 6
Sulla Guerra in Bosnia

“La scelta”, di e con Marco Cortesi e Mara Moschini.
Quattro storie vere provenienti da uno dei conflitti più atroci, sanguinosi e assurdi che l’essere umano abbia mai combattuto.
Nei libri di storia la chiamano ‘Dissoluzione della Ex-Repubblica Federale Socialista di Jugoslavia’… ma sui muri di Sarajevo trovi una definizione molto più semplice Welcome to Hell’, ‘Benvenuti all’Inferno’
Sono storie di uomini e donne che hanno avuto il coraggio di rompere la catena dell’odio e della vendetta, persone che hanno avuto la capacità di vedere oltre il loro egoismo e di rischiare la loro vita per gli altri. 

INFORMAZIONI

Biglietto unico euro 4.

Teatro Bresci
Cell. 340.3635194 - 331.7383624
info@teatrobresci.it - www.teatrobresci.it.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento