menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tra esposizione inedite e omaggi a Dante, da lunedì riapre anche il museo del Precinema

Le visite si tengono tutti i giorni, dalle 10 alle 16, chiuso il martedì, prenotando con almeno un giorno di anticipo. È possibile effettuare la prenotazione chiamando allo 0498763838, inviando una mail a info@minicizotti.it o scrivendo alla pagina Facebook del museo (https://www.facebook.com/museodelprecinema)

Da lunedì 26 aprile, il Museo del Precinema – Collezione Minici Zotti, in collaborazione con il Comune di Padova, è pronto per accogliere nuovamente il pubblico in presenza, seguendo le prescrizioni delle misure di contenimento del Covid-19.

Quando e come prenotare

Si riapre seguendo il regolare orario (tutti i giorni, dalle 10 alle 16, chiuso il martedì) e sarà finalmente possibile visitare il museo anche il sabato e la domenica, prenotando con almeno un giorno di anticipo. È possibile effettuare la prenotazione chiamando allo 0498763838, inviando una mail a info@minicizotti.it o scrivendo alla pagina Facebook del museo (https://www.facebook.com/museodelprecinema).

Una sopresa per la riapertura

Per festeggiare la riapertura, verrà esposto in museo per la prima volta uno degli oggetti più straordinari della collezione, finora esibito solo in occasione di mostre temporanee in Italia e all'estero. Si tratta dello spettacolare Teatro d’ombre del Cabaret Chat Noir di Parigi, costruito in legno alle fine dell’Ottocento, dipinto a mano secondo lo stile del giapponismo imperante all'epoca e corredato da 70 preziose sagome di zinco, le cui ombre venivano animate su sfondi proiettati dalla lanterna magica, per raccontare imprese epiche, romantiche o comiche, anticipando nella forma e nei contenuti il futuro cinema di finzione.

Si tratta di un esemplare unico al mondo, appartenuto all’industriale veneto Angelo dalle Molle, affidato per il restauro, e successivamente donato, al Museo del Precinema, nel 2009. Da qualche settimana è tornato dalla Spagna, dove è stato esposto nella mostra "Toulouse-Lautrec and the Spirit of Montmartre" al CaixaForum e da lunedì lo si potrà ammirare in museo per tutta l'estate.

Omaggio al sommo poeta

Dato che il 2021 è l'anno delle celebrazioni nazionali dei Settecento anni dalla morte di Dante Alighieri, il Museo ha preparato per il pubblico un'altra novità, dedicata al sommo poeta. Dal giorno della riapertura, sarà possibile osservare da vicino i 74 vetrini da proiezione originali di fine ‘800, che riportano le fotografie delle celebri incisioni eseguite da Gustave Doré nel 1861 per illustrare la Divina Commedia. Con le riproduzioni digitali di questi rari vetrini, sono stati realizzati tre video di 10 minuti (Inferno, Purgatorio e Paradiso), aggiungendo come commento alle suggestive immagini i versi dei canti (recitati da Matteo Favero) e un sottofondo musicale, così come si usava in origine negli spettacoli di Lanterna Magica. I video sono già disponibili sul sito del museo, ma da lunedì sarà possibile vederli proiettati nel “teatrino” in occasione della visita.

Oltre ai vetrini ottocenteschi, saranno esposti anche alcuni interessanti oggetti che testimoniano come il fascino e l'interesse esercitati dalla Divina Commedia fossero molto sentiti anche all'epoca, come una curiosa riproduzione di inizio ‘900 della versione microcalligfrafica in unico foglio, realizzata a mano senza uso di lente da Francesco Cossovel intorno al 1880. Si tratta di una storia davvero singolare che si potrà scoprire visitando il museo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento