Cultura

Costruire una rete di collaborazioni, il Parco avvia il rinnovo della Carta europea per il turismo sostenibile

Certificazioni, nuovi piani d’azione e sinergie con le imprese per promuovere il turismo sostenibile. Ente e aziende fanno rete in chiave europea, con il supporto della Regione. L'incontro con gli operatori a Galzignano Terme è martedì 19 ottobre, tutti i dettagli

Il processo di rinnovo della Carta Europea per il Turismo Sostenibile del Parco, per il periodo 2022-26, ha preso il via grazie al supporto della Regione del Veneto che, attraverso il progetto TAKE IT SLOW - Programma europeo Italia – Croazia, intende promuovere un turismo sostenibile e lento all’interno dell’area protetta.

Migliorare la gestione del turismo

Per il Parco Regionale dei Colli Euganei si tratta di portare avanti una serie di azioni che hanno preso il via qualche anno fa, con l’obiettivo di un continuo miglioramento della gestione del turismo nell'area protetta a favore dell'ambiente, della popolazione locale, delle imprese e dei visitatori. La Carta Europea per il Turismo Sostenibile nelle Aree Protette (Cets), infatti, è uno strumento metodologico e una certificazione di Europarc federation e Federparchi che pone al centro della sua azione la collaborazione tra tutte le parti interessate di un territorio a sviluppare una strategia comune ed un piano d'azione per lo sviluppo turistico, sulla base di un'analisi approfondita della situazione locale.

Le Fasi

L’Ente Parco ha ottenuto nel 2012 la prima certificazione (Fase 1) come area protetta da Europarc Federation, grazie ad un Piano d’Azione di buone pratiche insieme agli attori del territorio. Alcuni anni dopo, ha intrapreso con successo la strada per l’ottenimento della cosiddetta Fase 2, che ha portato l’Ente a divenire a sua volta ente certificatore CETS per le imprese turistiche del settore ricettivo e professioni turistiche di accompagnamento, sulla base di un disciplinare approvato da Federparchi. Tra i risultati raggiunti riferiti a Fase 2, è da annoverare la costituzione spontanea di un Comitato, chiamato Gocce Euganee, di strutture ricettive e operatori del territorio certificati CETS, che promuove in forma congiunta iniziative mirate a una fruizione turistica sostenibile finalizzata alla creazione di pacchetti specifici di visita al territorio e altre iniziative ancora in fase di studio.

Gocce Euganee

«Gocce Euganee – spiega il vicepresidente del Parco Antonio Scarabello - di fatto costituisce un esempio di collaborazione strutturata tra aziende del territorio certificate CETS, si tratta di uno dei primi progetti realizzati nei Parchi italiani, che si inserisce nell’ottica del prossimo futuro della Carta stessa, quando a livello nazionale Federparchi avvierà la gestione tramite soggetti individuati – Tour Operator del settore – di pacchetti di visita sostenibile nei Parchi italiani. Si tratta di un progetto nel quale il Parco crede molto, la partecipazione diretta delle aziende nell’offerta turistica sostenibile è da considerarsi un grande traguardo».

Costruire una valida rete di collaborazioni

L’avvio del processo di rinnovo di Carta Europea per il Turismo Sostenibile potrà ampliare e meglio definire il palcoscenico degli attori coinvolti; con un nuovo Piano d’Azione di buone pratiche per Fase 1 da sottoporre all’approvazione di Europarc, sarà possibile successivamente avviare nuove certificazioni Fase 2 e ricercare nuovi soggetti privati per costruire una valida rete di collaborazioni. A questo proposito, gli esperti incaricati dalla Regione Veneto in supporto al Parco, Agenda 21 Consulting, in queste settimane stanno incontrando i sottoscrittori del Piano d'Azione attuale ed i nuovi portatori di interessi del territorio, che hanno fatto pervenire le richieste di ingresso in CETS nell'ultimo anno e mezzo.

La riunione operativa

Come prima azione operativa del nuovo corso, il Parco Regionale dei Colli Euganei ha organizzato una riunione operativa dei sottoscrittori per martedì 19 ottobre, presso l'Auditorium civico di Galzignano Terme. L’incontro sarà suddiviso in due momenti distinti; il primo, alle ore 10, sarà dedicato agli attori del territorio che hanno preso parte al Piano d'Azione in scadenza, mentre nel secondo, alle ore 15, si incontreranno gli operatori privati e pubblici che per la prima volta si affacciano al processo partecipativo della Carta, inclusi in quest’ultimo i rappresentanti dei 15 Comuni del Parco.

La partecipazione è aperta, in particolare al secondo incontro del pomeriggio, anche per nuovi operatori privati del settore turistico e amministratori di enti pubblici che desiderassero entrare in CETS e non avessero ancora manifestato direttamente interesse al Parco, fino a esaurimento dei posti disponibili in sala.

Prenotazione

Data la limitata capienza della sala - anche per ragioni riconducibili all’ottemperanza delle disposizioni ministeriali per il contenimento dell’emergenza Covid-19 (l'accesso sarà consentito esclusivamente a chi è in possesso di Green Pass o di risultato con esito negativo di test molecolare o rapido sostenuto entro le 48 ore antecedenti) - per coloro che desiderassero partecipare è consigliabile preavvisare l'Ufficio Educazione Naturalistica e Comunicazione dell'Ente Parco (rif. Dott. Marco Pavarin: marco.pavarin@parcocollieuganei.com) della propria presenza.

Foto da comunicato stampa di Sentieri sonori

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Costruire una rete di collaborazioni, il Parco avvia il rinnovo della Carta europea per il turismo sostenibile

PadovaOggi è in caricamento