Raccontare la ripartenza con i protagonisti del mondo food: il Salone dei Sapori diventa digitale

Sul sito www.salonesapori.it sarà possibile dal 12 al 22 maggio seguire il programma completo della manifestazione. Si potrà accedere al palinsesto calendarizzato dove ogni giorno verranno pubblicati tutti i contenuti video, mentre le dirette saranno trasmesse sia sul sito, sia sulla pagina Facebook del Salone dei Sapori

Sarà il tema della ripartenza e della rigenerazione il fil rouge della seconda edizione del Salone dei Sapori, finalmente al via - il 12 maggio - in un’inedita versione digitale, ospitando conferenze online, talk show e video formativi con personalità autorevoli del mondo food e non solo, a livello nazionale ed internazionale, come Davide Oldani, Ernst Knam, Cristina Bowerman, Massimiliano Alajmo, Luca Mercalli, Filippo La Mantia, Antonia Klugmann, Oscar Farinetti, Luigi Biasetto, Selvaggia Lucarelli, Lorenzo Biagiarelli, Anna Maria Pellegrino, il trio degli “Chef in Camicia” e moltissimi altri.

Affrontare il “mondo post Coronavirus”

Più di quaranta relatori tra i protagonisti del mondo food e non solo per raccontare la ripartenza, un palinsesto ricco e inedito per incontrare le richieste di una vasta community di food lovers e del largo pubblico, oltre alla necessità quanto mai attuale di stimolare il confronto tra i professionisti del settore per supportarli nell’affrontare, con nuove visioni, paradigmi e competenze, il “mondo post Coronavirus”.

Online il programma completo

Sulla piattaforma online del Salone dei Sapori (www.salonesapori.it) sarà possibile consultare il programma completo della manifestazione. Gli utenti potranno accedere al palinsesto calendarizzato dove ogni giorno verranno pubblicati tutti i contenuti video, mentre le dirette trasmesse sia sul sito, sia sulla pagina Facebook del Salone dei Sapori avranno luogo nei seguenti giorni e orari:

12 maggio, ore 19

Ernst Knam: Maître chocolatier e maestro pasticcere, giudice di Bake Off Italia e vincitore di 3 torte del Gambero Rosso
Luigi Biasetto: Maestro Pasticciere e Campione del Mondo di Pasticceria
modera Anna Maria Pellegrino, cuoca, docente e presidente dell’Associazione Italia Food Blogger

13 maggio, ore 17.30

Luca Mercalli: meteorologo e climatologo di “Che tempo che fa”
Parteciperanno alla conferenza:
Chiara Gallani: Assessora all’Ambiente Comune di Padova.
Francesco Musco: architetto-urbanista e dottore di ricerca in Analisi e Governance dello Sviluppo Sostenibile, professore associato di Tecnica e Pianificazione urbanistica presso l’Università Iuav di Venezia dove insegna Pianificazione ambientale e Progettazione del territorio per i cambiamenti climatici.
Massimo De Marchi: Docente di Metodi di Valutazione Ambientale all’Università di Padova.

19 maggio, ore 19

Davide Oldani: chef stellato e creatore della “Cucina Pop”
Cristina Bowerman: chef stellata e presidente degli Ambasciatori del Gusto
modera Anna Maria Pellegrino, cuoca, docente e presidente dell’Associazione Italia Food Blogger

20 maggio, ore 19

Lorenzo Biagiarelli: Cuoco e giudice di Cortesie per gli ospiti B&B
Selvaggia Lucarelli: giornalista e scrittrice tra le più seguite in Italia
modera Anna Maria Pellegrino, cuoca, docente e presidente dell’Associazione Italia Food Blogger

Contenuti video e approfondimenti

Oltre alle dirette, il programma si articola su un ricco palinsesto di contenuti video ed approfondimenti editoriali, con i protagonisti del mondo food e con i relatori più autorevoli nel campo della scienza, della sostenibilità, del marketing, dell’enogastronomia, dello sport e della corretta alimentazione, con un’offerta di contenuti studiata per ogni target, dal largo pubblico ai professionisti del settore. Tutti i video verranno caricati nella piattaforma giorno dopo giorno alle ore 16, mentre i webinar fomativi saranno disponibili già nella mattinata dei giorni segnati dal calendario e saranno fruibili gratuitamente online, senza alcun limite e senza dover fornire alcuna iscrizione.

Gli eventi in rete

«Questi ultimi due mesi - dicono gli organizzatori - li abbiamo concentrati nella riorganizzazione e nella ristrutturazione della kermesse, che l’anno scorso aveva riscosso un grande successo di pubblico e di gradimento, al fine di creare una piattaforma in grado di venire incontro alle esigenze di un mercato di riferimento, quello degli eventi, che ora è costretto a rimanere fermo per molto tempo, ma che ugualmente si trova a dover rispondere alla responsabilità di creare e di continuare a divulgare contenuti, però in una nuova sede che è quella della rete». Dall’aggregazione alla connessione il tutto garantendo non solo l’efficenza di uno strumento affidabile e alla portata di tutti ma anche la credibilità e l’autorevolezza dei contenuti proposti, come testimoniano le importanti partnership con realtà quali Fico, Università di Padova, Slow Food e MARKETERs Academy, che si sono aggiunte all’organizzazione del Salone dei Sapori.

Il festival diventa un “webival”

Ovvero le caratteristiche divulgative del webinar ma con i contenuti, il grande pubblico ed il palcoscenico di un festival. Un “webival”, la nuova piattaforma di Superfly Lab, che darà l’opportunità a tutti di poter assistere gratuitamente agli incontri originariamente previsti nell’esclusiva cornice del Palazzo della Ragione.

Tutto si reinventa

«Da buoni veneti ci siamo rimboccati le maniche - dicono sempre gli organizzatori - reinventando il format grazie al sostegno dei nostri partner, in primis Despar e Argos, che fin dalla prima edizione hanno creduto nelle potenzialità della manifestazione e hanno riconosciuto il valore aggiunto del festival a livello di marketing territoriale, senza tradire le aspettative del grande pubblico che ha seguito la scorsa edizione del Salone dei Sapori, in attesa della prossima edizione “live”».

Il tema della “rigenerazione” per un festival multigenerazionale

Parola chiave di questa nuova edizione del Salone dei Sapori sarà la “Rigenerazione”, che coinvolgerà i temi salienti della ripartenza post Covid-19, le nuove forme di cucina e le tendenze del mondo food, e poi ancora ambiente, sostenibilità, green economy, Made in Italy, valorizzazione del territorio, innovazione, nutrizione ed educazione alimentare, fino ad arrivare alle nuove forme di marketing necessarie per rilanciare interi settori professionali. Non solo food ma anche beverage, con incontri dedicati al mondo del vino e della mixology (con la collaborazione di AIBES, Ais Veneto ed il Consorzio dei vini dei Colli Euganei). Inoltre troverà spazio anche in questa edizione digitale la valorizzazione del mercato Sotto il Salone, cuore del gusto di Padova, in un’inedita tavola rotonda dedicata ai mercati alimentari storici d’Italia, assieme al Mercato Albinelli di Modena, il Mercato Centrale di Firenze ed infine Fico Eataly World.

Un festival adatto a tutte le età

Un festival multigenerazionale, dedicato ad un pubblico di tutte le età, multidisciplinare ed ora anche multimediale. La kermesse è studiata per fornire contenuti e approfondimenti a cominciare dall’educazione alimentare per i più piccoli e le famiglie, ad incontri formativi per studenti e professionisti, fino ad arrivare a momenti culturali e di divulgazione per il largo pubblico, attraverso i massimi testimonial del mondo della cucina e non solo.

Tutti i contenuti disponibili, è il “Netflix del gusto”

Una piattaforma online personalizzata dove poter fruire tutti i contenuti in diretta streaming o gratuitamente on demand, in qualsiasi momento. Una sorta di un piccolo “Netflix del gusto” gratuito, in grado di proporre rubriche, dirette, video, formazione, incontri e ricette per un ampio pubblico.

Le sfide e le nuove idee

Il Salone dei Sapori rappresenterà un’occasione unica per esaminare un contesto, quello della ripartenza dopo il lockdown, dove sarà necessario cogliere la sfida di reinventarsi e rinnovarsi, offrendo appuntamenti di approfondimento rivolti ai professionisti del mondo food & beverage, che mai come in questo momento hanno bisogno di linee guida adeguate per affrontare il mondo post Coronavirus attraverso nuove idee, strumenti, strategie e linguaggi contemporanei.

Iniziative solidali 

Inoltre, per celebrare Padova Capitale Europea del Volontariato, il Salone dei Sapori ospiterà un’intera sezione dedicata alle iniziative solidali degli chef della kermesse che andranno ad offrire sostegno e formazione presso le Cucine Economiche Popolari.

Despar per i territori

«Il Salone dei Sapori ha saputo reinventarsi e rinnovarsi, creando un’edizione 2020 originale e ugualmente ricca nei contenuti. Noi di Despar siamo orgogliosi di essere main partner di questa iniziativa” ha dichiarato Marco Marchetti, Responsabile Digital Marketing di Aspiag Service “non solo perché promuove tutti quei valori che ci stanno a cuore come lo sviluppo sostenibile, la tutela del territorio e le tipicità enogastronomiche locali, ma anche perché ha saputo affrontare questo momento critico trasformandolo in un’opportunità: è questo il modo di agire e reagire che a noi di Despar piace e che anche noi abbiamo cercato di fare nostro in questi mesi: diventando ancora più “digital”, uscendo dai nostri supermercati ed entrando nelle case delle persone, con i nostri video, i nostri consigli, i suggerimenti degli esperti con cui collaboriamo. Ancora una volta per noi è un piacere essere presenti al Salone dei Sapori popolando la piattaforma con degli approfondimenti su produttori locali, ricette tradizionali ed eccellenze enogastronomiche di Veneto, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige ed Emilia Romagna, le nostre regioni che, oggi più che mai, siamo orgogliosi di sostenere».

In anteprima al Salone dei sapori il docufilm #ThisIsPadova

A chiudere questa edizione del Salone dei Sapori, ci sarà la presentazione in anteprima di #ThisisPadova, il docufilm dedicato alle eccellenze enogastronomiche della città del Santo e del suo territorio. Il video rimarrà online e fruibile gratuitamente dal sito del Salone dei Sapori. Sulla scia del successo ottenuto nel 2019 con #Thisisveneto è stata partorita la produzione di un Docufilm/Docu Food sulla città di Padova e le sue eccellenze enogastronomiche. La candidatura di Padova con Urbs Picta proiettata nella dimensione Patrimonio UNESCO per l’anno 2020 è un’incredibile occasione per la promozione dell’intero sistema economico-turistico-culturale della Città.

L'omaggio al territorio

Il Docufilm ha ritratto - in differenti location di Padova del suo hinterland - alcune tra le più significative realtà della Cultura enogastronomica del territorio: tradizioni, ricette, confraternite, fondazioni, imprese ed altre specificità spesso poco conosciute o narrate hanno in #ThisisPadova un valido e prestigioso strumento di comunicazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non mancherà l'emozione

#ThisisPadova è un’opera di storytelling dai risvolti emozionali: non è il classico prodotto documentale monografico, bensì una miscellanea eterogenea ed eclettica di racconti ed esperienze volte a rappresentare in modo esaustivo ed originale un patrimonio incredibile per varietà e ricchezza. Il Cibo rappresenta - infatti – un incredibile volano di sviluppo ed integrazione per il territorio ed i suoi cittadini, un elemento di coesione e di consapevolezza in un’ottica di crescita e di sostenibilità ambientale ed umana. Il regista del Docufilm è Matteo Menapace di Videoe20, l’ideatore Paolo Caratossidis già promotore del Festival della Cucina Veneta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Live - Nuovi contagi anche nel Padovano, Luca Zaia avverte: «C'è poco da scherzare»

  • Coronavirus, Zaia: «Siamo tornati da rischio basso a rischio elevato, lunedì inaspriamo le regole»

  • Coronavirus, Zaia: «Nuovi positivi e isolamenti, indicatori non buoni: siamo nella "fase limbo"»

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Rovesci e forti temporali in arrivo in tutto il Veneto: "allerta gialla" della Protezione Civile

  • Live - Aumenta l'indice di contagiosità, botta e risposta Zaia-Crisanti

Torna su
PadovaOggi è in caricamento