“Salt'in banchi”, sul palco la gentilezza al Teatro ai Colli

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Al via la rassegna teatrale scolastica Salt'in banchi che si tiene dal 23 al 28 maggio al Teatro ai Colli. La decima edizione s’intitola “Ciao”!!!" ed è dedicata alla buona educazione, con riferimento alla gentilezza. Sedici gli spettacoli proposti oltre ad aperitivi musicali e concerti. A esibirsi bambini e ragazzi in una manifestazione aperta a tutte le scuole della provincia.

Anteprima sabato 21 maggio con il concerto, alle 21 a palazzo Zacco, tenuto dai docenti i docenti della sezione musicale dell'istituto comprensivo Tartini. Ideatrice Saida Puppoli che, da anni, si dedica alla diffusione del teatro nelle scuole. Alla primaria Fogazzaro di Chiesanuova (tempo normale, antimeridiano), ad esempio, i bambini lo studiano come materia, per un'ora la settimana.

“La rassegna di teatro scolastico giunge quest’anno alla sua decima edizione – spiega Saida Puppoli, maestra e attrice ‒. Il nome stesso evoca il teatro dei primi attori, quando si esibivano nelle piazze medievali. Da “saltimbanchi” a “salt'in banchi”: un gioco di parole in cui la diversità della modalità di scrittura e l'affinità del suono sono appositamente ricercate e intendono avvicinare chi la legge ai primi passi nel teatro, attraverso l'educazione alla teatralità che si attua nei diversi laboratori “sopra” e “sotto” i banchi” di scuola”.

Nel 13° istituto comprensivo Tartini l’attività teatrale ha una storia ultraventennale, legata alla passione, alla buona volontà e all’impegno di docenti, famiglie e dirigenti scolastici che, nel tempo, hanno saputo vedere lontano. “In questo contesto ‒ prosegue Saida Puppoli ‒ nasce l’idea, che è quasi una necessità, di confrontare le esperienze dei laboratori teatrali, per condividere riflessioni e percorsi e compiere precise scelte educative, con fatica e notevole impegno anche economico”.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento