Social Day 2018, giovani attori di cittadinanza e partecipazione nel Padovano

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Per il sesto anno consecutivo Padova e provincia parteciperanno alla Giornata Nazionale del Social Day.

Il progetto

“Social Day: nuovi cittadini dal locale al globale” è un progetto di cittadinanza attiva e partecipazione giovanile finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS), rivolto a bambini/e e ragazzi/e della fascia 6-19 anni al fine di favorire la diffusione di una cultura di solidarietà e di volontariato. Il progetto è attivo in Veneto, Lombardia, Toscana e Trentino; a Padova e provincia viene gestito dall’associazione Fratelli dell’Uomo con il sostegno della Provincia.

Come funziona

Tutte le scuole che in Italia partecipano al progetto dedicano una giornata, il “Social Day”, ad attività ideate dagli stessi alunni per sostenere progetti di cooperazione nazionale e internazionale. La costruzione di questa giornata diventa un processo intenso di cittadinanza attiva, attraverso il quale i giovani vivono momenti formativi sui temi dei diritti, della cooperazione internazionale, della pace e della giustizia, e sperimentano la possibilità di farsi direttamente portavoce di realtà distanti e diverse dalla propria.

Nel Padovano

Quest’anno hanno aderito undici istituti scolastici di Padova e provincia: Padova, Piazzola sul Brenta, Marsango, Mestrino, San Giorgio delle Pertiche, Solesino, Este, Piombino Dese, Cittadella, con 600 ragazzi che il 13, 14 e 18 aprile realizzeranno svariate attività a beneficio della comunità grazie anche all’appoggio delle amministrazioni comunali, delle scuole stesse, della rete di associazioni e organizzazioni del terzo settore (associazioni di volontariato, di promozione sociale, sportive ecc.), dei commercianti e dei piccoli imprenditori; oppure avvalendosi del supporto di genitori, parenti, vicini e amici.

Programma

L’appuntamento di venerdì 13 aprile dalle 8.30 alle 12.30 vedrà:

  • Oltre 100 ragazzi a Mestrino organizzare una “merendona scolastica” e vari lavori manuali (quadretti artigianali, ceste di carta, oggettistica in feltro, soprammobili)

  • A Piazzola sul Brenta 115 studenti impegnarsi nell’organizzazione di  un torneo scolastico sportivo e nella una vendita di dolci; altri lavoreranno nei bar, pasticcerie e in aziende della zona

  • A Cittadella 17 ragazzi lavare automobili presso la scuola e lavorare presso esercizi commerciali del territorio

  • 30 ragazzi dei gruppi informali di San Giorgio delle Pertiche organizzare una pesca di beneficienza di giocattoli ad Arsego

  • A Este 90 studenti vendere prodotti culinari e organizzare giochi e tornei sportivi

  • 30 allievi del Liceo Fermi di Padova lavorare presso aziende della città ed esercizi commerciali

L’appuntamento di sabato 14 aprile dalle 8.30 alle 12.30 vedrà:

  • A Marsango i ragazzi incontrare gli artigiani del territorio (idraulici, artigiani di aquiloni, pittori, meccanici, artigiani di scope, fabbri) che spiegheranno loro i mestieri. I genitori allestiranno, in parallelo, una vendita di prodotti dolciari

  • A Piombino Dese un centinaio di ragazzi lavare le auto a scuola, pulire la pista ciclabile Ostiglia, realizzare un mercatino delle torte e di prodotti manuali; altri lavoreranno nei bar e cartolerie della zona

L’appuntamento di mercoledì 18 aprile dalle 8.30 alle 12.30 vedrà:

  • A Padova 30 allievi della scuola di Camin tagliare l’erba del giardino della scuola, ridipingere le pareti scolastiche, aiutare nella segreteria scolastica

I beneficiari

I progetti che verranno sostenuti dal ricavato del Social Day 2018 sono stati scelti direttamente dai giovani delle scuole superiori che hanno partecipato al percorso formativo e sono: il progetto della cooperativa “Teranga” realizzato ad Occhiobello (Treviso) dall’Associazione Libera e dalla cooperativa Di Tutti I Colori per la costruzione di una rete sociale per fronteggiare il rischio dell’emarginazione dei richiedenti asilo; il progetto “Vivere a Malika, nonostante la precarietà economica e la presenza della discarica” in Senegal, realizzato dall’associazione Fratelli dell’Uomo per incentivare la possibilità per i piccoli operatori economici di accedere al microcredito e ad iniziative di formazione professionale ed il progetto “Mojoca, Movimento Giovani di strada di Città del Guatemala” portato avanti dall’Associazione Nats Per... per l’accompagnamento di ragazzi di strada affinché possano progettare nuovi percorsi di vita con opportunità per loro inedite.

Storia e rete

Il progetto Social Day nasce in Europa negli anni ‘60 ed arriva in Italia nel 2006. Promosso da una ventina di cooperative e associazioni, viene supportato e realizzato dall’Associazione Fratelli dell’Uomo Onlus già da sei anni, con il coinvolgimento sempre più ampio di giovani e realtà territoriali. L’undicesima edizione del Social Day del 2017 ha visto la partecipazione di più di 9000 studenti delle scuole di ogni ordine e grado delle province di Lodi, Padova, Pisa, Trento, Treviso, Verona, Venezia e Vicenza ed ha permesso di raccogliere 88.200 euro destinati al finanziamento di sette progetti di cooperazione, sviluppo ed impegno civico in Italia e nel mondo.

www.socialday.org
veneto@fratellidelluomo.org
380.7085078
#socialday2018

Torna su
PadovaOggi è in caricamento