rotate-mobile
Cultura Piazze / Via Carlo Cassan, 17

“Tutto in una sera”, Maurizio Baglini e OPV con l’integrale dell’opera per pianoforte e orchestra di Stravinsky

A cento anni dalla scrittura del Concerto per pianoforte e strumenti a fiato, giovedì 26 gennaio 2023 la 57ª Stagione concertistica OPV offrirà in un’unica soluzione l’integrale dell’opera per pianoforte e orchestra di Stravinsky all’Auditorium Pollini di Padova. Il pianista Maurizio Baglini sarà solista dell’inedito e originale programma OPV diretto da Marco Angius

Come nelle edizioni più recenti, anche per la stagione in corso l’Orchestra di Padova del Veneto rinnova l’invito ad approfondire la figura di alcune tra le più grandi figure del Novecento musicale attraverso l’esecuzione integrale di un determinato repertorio. All’interno della ricca programmazione della 57ª Stagione concertistica, denominata Voci d’Orfeo, risalta così un nuovo inedito progetto dedicato a Igor Stravinsky. Con l’emblematico titolo Tutto in una seragiovedì 26 gennaio 2023 alle ore 20.45 all’Auditorium Pollini di Padova sarà possibile ascoltare l’integrale dell’opera per pianoforte e orchestra del compositore russo con Maurizio Baglini solista per la direzione di Marco Angius.

Dopo aver costellato la sfavillante carriera con una serie di esaltanti sfide al pianoforte, Maurizio Baglini rinnova ora il suo approccio temerario affrontando in una sola sera tutti e tre i lavori per pianoforte e orchestra di Stravinsky. Oltre al Concerto per pianoforte e orchestra di fiati, di cui ricorre il centenario della composizione, verrà eseguito anche Capriccio e Movements per pianoforte e orchestra. Il programma si completerà con le due Suite per piccola orchestra. Un progetto unico fortemente voluto dal Direttore artistico OPV Marco Angius, che per l’occasione dirigerà l’Orchestra di Padova e del Veneto, e cucito perfettamente sulle eccezionali abilità di Maurizio Baglini, tra i pianisti italiani più brillanti e musicalmente versatili sul panorama internazionale.

Pianista visionario, con il gusto raffinato per le sfide musicali, Maurizio Baglini ha un’intensa carriera concertistica internazionale. Vincitore a 24 anni del “World Music Piano Master” di Montecarlo, vanta un'intensa attività concertistica in tutto il mondo. Ha suonato come solista con importanti compagini tra cui l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, la Gustav Mahler Jugendorchester, l’Orchestre Philharmonique de Monaco, la New Japan Philharmonic Orchestra, l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino con alcuni tra i più autorevoli direttori.

Dedicatario di Tre Quadri, Concerto per pianoforte e orchestra di Francesco Filidei eseguito in prima assoluta con l’OSN RAI, Baglini ha recentemente suonato come solista al Ravenna Festival, sotto la direzione di Daniel Harding con la Mahler Chamber Orchestra. La sua ampia produzione discografica per Decca/Universal - che comprende musiche di Liszt, Brahms, Schubert, Domenico Scarlatti e Mussorgsky e la collana Live at Amiata Piano Festival - si sta arricchendo con l’integrale pianistica di Schumann, della quale i primi cinque CD sinora disponibili sono già considerati un punto di riferimento interpretativo.

Direttore d’orchestra e di Ensemble tra i più autorevoli per la musica moderna e contemporanea, Marco Angius ha diretto Ensemble Intercontemporain, London Sinfonietta, Tokyo Philharmonic, Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai di Torino, Teatro La Fenice e Maggio Musicale Fiorentino, Comunale di Bologna, solo per citarne alcune. Nella sua ricca carriera ha inaugurato le Stagioni dei più grandi teatri italiani, tra i quali il Teatro La Fenice (Aquagranda di Filippo Perocco/Premio Abbiati 2017), Ká?a Kabanová di Janá?ek al Teatro Regio di Torino con la regia di Carsen (2017), Pelléas et Mélisande al Teatro Regio di Parma (2021) dove ha pure diretto Prometeo di Luigi Nono nella nuova edizione critica (2017), oltre all’inaugurazione e chiusura del Festival Milano Musica 2017, l’inaugurazione della Biennale Musica di Venezia 2017 con Inori di Stockhausen e con una serata monografica dedicata a Luis de Pablo nel 2021, la prima assoluta di Fammi udire la tua vocedi Guarnieri allo Sperimentale di Spoleto. 

Già direttore principale dell’Ensemble Bernasconi dell’Accademia Teatro alla Scala e direttore ospite dell’Hermes Ensemble di Anversa, nel settembre 2015 è stato nominato direttore musicale e artistico dell’Orchestra di Padova e del Veneto con la quale ha diretto l’integrale delle Sinfonie di Beethoven e Schubert, Die Kunst der Fuge di Bach/Scherchen, il ciclo Lezioni di suono per RAI5. È autore anche di numerosi saggi critici e tre libri sulla musica d’oggi: Riverberazioni (Il Poligrafo, 2021), Come avvicinare il silenzio (Il Poligrafo 2007-2021), Del suono estremo (Aracne, 2014). 

Programma

Orchestra di Padova e del Veneto

  • Marco Angius, direttore
  • Maurizio Baglini, pianoforte

Concerto per pianoforte e orchestra di fiati 
Capriccio per pianoforte e orchestra 
Movements per pianoforte e orchestra 
?Suite n. 1 e 2 per piccola orchestra

Biglietti

Tutte le info su https://www.opvorchestra.it/biglietti-e-abbonamenti/

Auditorium Pollini

Intero 18 euro / 16 euro OPV Card - Amici OPV
Ridotto Under 35 10 euro
I biglietti per i concerti all'Auditorium Pollini saranno acquistabili online su opvorchestra.it, presso Gabbia Dischi (+ 1 euro prevendita) e al botteghino dell'Auditorium la sera del concerto a partire dalle 19.45

Prove generali Teatro Verdi / Auditorium Pollini

Intero 8 euro
Ridotto 5 euro
OPV Card, Amici OPV, Under 35, Studenti Conservatorio “Pollini” e UNIPD

Ridotto scuole 3 euro
Riservato a classi di istituti scolastici primari e secondari

Informazioni

Gli appuntamenti della nuova Stagione si terranno tra il Teatro Verdi e l’Auditorium Pollini di Padova.

Con la nuova Stagione tornano anche le prove generali aperte al pubblico, alle ore 17 nella sede del Teatro Verdi,

alle ore 10.30 per quelle all’Auditorium Pollini.

info@opvorchestra.it | tel. 049 656848 / 656626 | www.opvorchestra.it

Info web

https://www.opvorchestra.it/calendario/2023/01/26/1861/

Foto articolo - Marco Angius ph Silvia Lelli

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Tutto in una sera”, Maurizio Baglini e OPV con l’integrale dell’opera per pianoforte e orchestra di Stravinsky

PadovaOggi è in caricamento