menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sugarpulp Convention, dal 21 al 24 settembre la letteratura incontra i videogames

Incontri con autori e game designer italiani ed internazionali per esplorare l’affascinante e complesso rapporto tra letteratura e videogames nel segno della transmedialità

La settima edizione della Sugarpulp Convention (21-24 settembre 2017 a Padova e in Polesine) presenterà una nuova partnership nel segno della transmedialità: grazie alla collaborazione con Vigamus Academy, il polo universitario del videogioco della Link Campus University di Roma, un’intera giornata della convention letteraria internazionale firmata Sugarpulp sarà dedicata all’esplorazione dell’affascinante rapporto tra letteratura e videogames.

L'IDEA. La seconda giornata della convention, venerdì 22 settembre, racconterà le suggestioni dell’epopea di The Walking Dead, uno dei grandi fenomeni narratividegli ultimi anni: fumetti, serie tv, romanzi, videogames… La serie creata da Robert Kirkman è infatti riuscita a ritagliarsi un posto di primo piano nell’immaginario collettivo contemporaneo, dimostrando come siano sempre più deboli i confini tra i media di fronte alla forza dirompente di una nuova cultura popolare in cui ogni regola è messa in discussione.

I VIDEOGAMES. “Siamo convinti che i videogiochi oggi rappresentino la nuova frontiera della narrativa - sottolinea Giacomo Brunoro, presidente di Sugarpulp -, ecco perché siamo entusiasti di questa nuova collaborazione che rende ancora più transmediale la proposta culturale della SugarCon. I videogames sono un linguaggio universale capace di parlare ai giovanissimi e agli adulti scavalcando le barriere di età e di genere. Metterli al centro di una riflessione culturale e letteraria secondo noi è doveroso”.

IL TEMA. E proprio il videogioco The Walking Dead sarà il punto di partenza per un’analisi sul mondo narrativo sviluppato da Telltalle games, una delle principali case di produzione di videogames al mondo, insieme ad una serie di ospiti d’eccezione del mondo della letteratura, del fumetto e del gaming internazionale. La Sugarpulp Convention sarà anche l’occasione per affrontare un tema importante e complesso insieme ad alcune giovani case di produzione di videogames indipendenti italiane: è possibile far nascere una vera industria del videogioco in Italia?

INTERAZIONE. "Il mondo della letteratura e quello dei videogiochi sono da sempre strettamente connessi - ha dichiarato Marco Accordi Rickards, direttore di Fondazione VIigamus - perché dietro a ogni grande storia non può che esserci un testo, che è espressione di un autore. Sugarpulp affronterà quindi un tema fondamentale: l'unicità della narrazione interattiva, un modo espressivo innovativo e dirompente, dalla forte carica emotiva e catartica. Credo sia il primo passo di un lungo e importante cammino di commistione culturale e ricerca".

L'ARTE. “Per noi di Sugarpulp l’apertura al mondo del videogames è un’evoluzione naturale - ha concluso Matteo Strukul, direttore artistico di Sugarpulp -. Da sempre portiamo avanti una battaglia per valorizzare la narrativa popolare che in passato ci ha regalato autori come Salgari, Dumas e Stevenson, solo per fare qualche esempio. Una narrativa capace di divertire ed intrattenere il lettore grazie alla potenza di storie raccontate da grandi autori. Il mondo del videogames rappresenta senza dubbio una parte importante di questa nuova narrativa popolare, un fenomeno capace di creare universi narrativi tutto da esplorare”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Este: esplode bombola di gas, un uomo ferito gravemente

  • Cronaca

    Auto investe pedone: la vittima è deceduta

  • Sport

    Cittadella, a Empoli è 1 a 1

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento