rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cultura Fiera

The Hole di Giorgetti ad ArtePadova 2017: “L'arte sta morendo, fecondiamola"

L'astrattista Alessandro Giorgetti, che esporrà a Padova il nuovo progetto con un controverso nudo maschile, si riconosce nel pensiero di Sgarbi in merito al declino dell'arte

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Riceviamo e pubblichiamo:

“Durante le tappe milanesi dello spettacolo "Michelangelo", in scena a Padova il 17 novembre, Vittorio Sgarbi ha lasciato emergere, tra le righe, un messaggio forte in riferimento all'arte contemporanea. Ci si trova in una Milano, capitale e alcova della moda e dell'arte, costretta a ricomporre un periodo emblematico e unico nell'arte, scoprendo, attraverso gli occhi del critico, un Michelangelo inedito.

Tale contesto non può che far risaltare la decadenza e la banalità che sembrano attraversare il panorama artistico contemporaneo. In questa considerazione si riconosce Alessandro Giorgetti, il cui ultimo progetto "The Hole", sarà presentato ad ArtePadova 2017.

Il dato in cui maggiormente Giorgetti si rispecchia è l'idea di stare attraversando giorni funesti per l'arte di oggi e di dover dare un segnale forte per risvegliare il mondo. Attento e desideroso  di stupire, l'astrattista si prepara ad esporre a Padova un'opera destinata a suscitare scandalo, forte delle parole di Vittorio Sgarbi che, a Milano, ha affermato: "C'è un artista in Italia, uno solo, che ha capito che l'arte sta morendo e sta cercando di ridarle vita, vuole fecondarla. Ha ragione, anzi, è già morta. Fecondiamola!". In queste parole Giorgetti vede sè stesso.

Si tratta della performance, decisamente sopra le righe, di un Giorgetti esasperato, che vuole a tutti i costi fecondare quell'arte morta con la genialità e attraverso un atto estremo: l'uso del fallo nel suo compito più naturale, la fecondazione. Falli che spuntano dentro ai buchi bruciati del suo "The Hole", per ricordare al mondo come si fa a procreare, a generare arte vera, nuova, mai vista. Senza copia-incolla".

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

The Hole di Giorgetti ad ArtePadova 2017: “L'arte sta morendo, fecondiamola"

PadovaOggi è in caricamento